yes, therapy helps!
Tipi di antidepressivi: caratteristiche ed effetti

Tipi di antidepressivi: caratteristiche ed effetti

Gennaio 19, 2020

I disturbi dell'umore sono, dopo i disturbi d'ansia, i più diffusi nella popolazione. All'interno di questi tipi di disturbo, la depressione è la più conosciuta e più frequente.

È un disturbo che causa grandi problemi praticamente in tutte le aree vitali dell'essere umano, influenzando sia le funzioni cognitive, sia quelle emotive e interpersonali. Per questo motivo, il suo trattamento è uno dei principali obiettivi della psicologia e della psichiatria, sviluppando diversi tipi di trattamenti sia a livello psicologico che cognitivo-comportamentale come farmacologico sotto forma di antidepressivi.

Riguardo a quest'ultimo, La ricerca nel corso della storia ha prodotto numerosi tipi di antidepressivi al fine di produrre un miglioramento della sintomatologia depressiva evitando il più possibile gli effetti collaterali.


Ricordando i concetti: cos'è la depressione?

L'obiettivo principale dei diversi tipi di antidepressivi è quello di trattare la depressione . Partendo da questa premessa, è giustificato fare una piccola revisione di ciò che consideriamo la depressione. A livello clinico, la depressione è considerata una condizione in cui c'è uno stato d'animo triste (che può essere visto come irritabile nel caso della depressione infantile) insieme all'assenza di sperimentazione di motivazione e piacere, insieme ad altri sintomi come i problemi di sonno o peso.

Le persone depresse tendono ad avere un alto livello di passività a livello vitale, sentendo di avere un controllo limitato delle loro vite e spesso appaiono sentimenti di disperazione. Coloro che soffrono di depressione hanno quindi un alto livello di affetti negativi, insieme a un basso effetto positivo e, in generale, di solito presentano un basso livello di attivazione sia mentalmente che fisiologicamente.


Pertanto, i diversi tipi di professionisti incaricati di lavorare per migliorare la situazione di queste persone devono trovare metodi e meccanismi che consentano loro di affrontare queste difficoltà essendo stati creati dalla farmacologia. diversi tipi di antidepressivi che sono descritti di seguito.

Principali tipi di antidepressivi

I diversi antidepressivi hanno diversi meccanismi di azione, ma le principali ipotesi e trattamenti spiegano la depressione dalla degradazione delle monoamine e / o della serotonina, con cui gli antidepressivi creati si concentrano principalmente sull'evitare la degradazione di queste sostanze e sul loro mantenimento per più tempo nello spazio sinaptico.

1. Inibitori dell'enzima MonoAmino Oxidase o IMAOS

Si tratta del primo antidepressivo scoperto. Le sue prestazioni sono basate, come negli altri tipi di antidepressivi, su prevenire il degrado delle monoamine, concentrandosi su un particolare enzima . Questo enzima è la monoammina ossidasi, che viene emessa dal neurone presinaptico quando cattura un eccesso di monoammine nella sinapsi cerebrale al fine di eliminare detto eccesso. Pertanto, l'eliminazione o il blocco di questo enzima previene la degradazione delle monoamine nello spazio sinaptico, essendo la disponibilità di questi neurotrasmettitori.


tuttavia Questo tipo di antidepressivo presenta un alto rischio per la salute poiché l'interazione con sostanze contenenti tiamina (una sostanza facilmente reperibile in un'ampia varietà di alimenti) può causare crisi ipertensive, insieme ad altri effetti collaterali spiacevoli. Questo è il motivo per cui vengono utilizzati principalmente nei casi in cui altri antidepressivi non hanno mostrato alcun effetto.

Tipi di IMAOS

All'interno di IMAOS possiamo trovare due sottotipi. Il primo sottotipo è quello degli inibitori irreversibili delle monoaminossidasi , il cui principale meccanismo di azione è la distruzione completa di questo enzima, in modo che fino a quando non viene generato nuovamente la sua funzionalità di base viene persa. Questo tipo di antidepressivo è quello con il più alto rischio, la sua interazione con altre sostanze ricche di tiamina è pericolosa e il cibo da consumare deve essere attentamente monitorato per evitare gravi problemi di salute.

Un secondo sottogruppo è costituito dagli inibitori reversibili della monoammina ossidasi o RIMA, che sono preferibili ad altri tipi di IMAO perché non presentano un rischio così elevato o tendono ad interagire con la dieta. Il suo funzionamento si basa sull'inibizione temporanea della funzione dell'enzima. La Moclobemide è una delle sostanze che fanno parte di questo tipo di antidepressivi.

2. Antidepressivi triciclici e tetraciclici

Questi farmaci sono, dopo gli IMAOI, i più vecchi e per lungo tempo gli antidepressivi più utilizzati. Il suo meccanismo d'azione si basa sulla prevenzione della ricaptazione di serotonina e noradrenalina. Tuttavia, la sua azione è aspecifica, interessando altri ormoni come acetilcolina, istamina e dopamina.A causa di ciò, può presentare effetti collaterali seri e persino creare dipendenza.

Il sovradosaggio da parte di questi tipi di sostanze è potenzialmente pericoloso per la vita . Per queste ragioni e prima che la scoperta di nuove sostanze non siano più utilizzate, si può ancora trovare nella pratica clinica ancora di più grazie al suo maggiore effetto nei casi di depressione grave.

3. Inibitori selettivi di ricaptazione di serotonina o SSRI

Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina sono attualmente il tipo di antidepressivo più comunemente usato nella pratica clinica, essendo il trattamento di scelta nei casi di depressione, tra le altre cose perché gli effetti collaterali che producono non sono così intensi come quelli degli altri farmaci usati per lo stesso scopo.

Questi sono farmaci psicotropi che agiscono inibendo specificamente il riassorbimento della serotonina , non presentando effetti in altri neurotrasmettitori. Anche se possono produrre alcuni effetti collaterali, di solito sono lievi (nausea, vomito o sedazione leggera, tra gli altri), sono una delle classi più sicure, applicate nei pazienti che non hanno avuto precedenti contatti con antidepressivi.

Inoltre, il rapporto tra depressione e ansia e il meccanismo d'azione specifico dell'SSRI lo rende anche usato come trattamento di scelta in alcuni disturbi d'ansia.

4. Inibitori selettivi della ricaptazione di serotonina e noradrenalina o ISRN

Questo tipo di antidepressivo, essendo i suoi esponenti più noti, la venlafaxina e la duloxetina, agisce sulla serotonina e la noradrenalina come con i triciclici . La principale differenza con questo altro tipo di antidepressivo è nella sua specificità, vale a dire, mentre i doppi inibitori della serotonina e della noradrenalina hanno un effetto solo in questi due neurotrasmettitori, i triciclici hanno un effetto in altre sostanze come l'acetilcolina, essendo in grado di produrre effetti collaterali

Poiché agiscono non solo sulla serotonina ma anche sulla noradrenalina, questi farmaci manifestano un effetto relativamente più rapido rispetto ad altre sostanze.

5. Inibitore selettivo della ricaptazione di dopamina e noradrenalina: bupropione

Mentre questa sostanza è meglio conosciuta per essere molto utile nella disintossicazione della nicotina e di altre sostanze, È stato dimostrato che il bupropione ha effetti positivi nei casi di depressione , agendo inibendo il trasporto di dopamina e noradrenalina.

Rischi ed effetti collaterali

Come tutti i farmaci psicotropi, l'uso di diversi tipi di antidepressivi può comportare diversi rischi ed effetti collaterali. Va tenuto presente che tra la prima somministrazione di antidepressivi e la sua azione terapeutica, in generale, possono essere necessarie dalle due alle quattro settimane perché i neuroni devono eseguire un processo di adattamento e modifica dei loro recettori, in particolare relativo alla serotonina.

Tuttavia, la presenza di effetti collaterali può verificarsi prima di notare i suoi effetti terapeutici , ecco perché il trattamento con antidepressivi è solitamente discontinuo e spesso abbandonato. Alcuni dei sintomi e dei rischi del consumo dei diversi tipi di antidepressivi disponibili sono i seguenti.

dipendenza

Alcuni tipi di antidepressivi possono generare tolleranza e dipendenza , i triciclici sono un esempio di questo. Allo stesso modo, la brusca cessazione del suo consumo può generare sindromi da astinenza ed effetti di rimbalzo, essendo necessario per regolare sia il suo consumo che la sua cessazione. Questo è il motivo per cui a volte non è consigliabile interrompere improvvisamente il consumo, ma è più graduale che consenta al corpo di adattarsi alla nuova situazione.

overdose

L'assunzione di una quantità eccessiva di antidepressivi può portare a intossicazione e sovradosaggio essendo quest'ultimo letale. I triciclici sono alcuni dei farmaci che hanno registrato casi di questo fenomeno, fatto importante quando si mediano pazienti con idee suicidarie.

Crisi ipertensiva

Questo tipo di effetto collaterale è uno dei maggiori rischi che gli IMAO producono. È dovuto all'interazione di questa sostanza con sostanze ricche di proteine ​​e tiamina, elementi frequenti nella dieta. Per questo motivo uno stretto controllo della dieta e degli esami del sangue sono necessari per prevenire problemi .

Sintomi sessuali e genitali

L'assunzione di alcuni antidepressivi a volte produce una diminuzione della libido di coloro che li assumono, diminuendo il desiderio o essere in grado di causare situazioni come anorgasmia o eiaculazione ritardata. Ciò accade perché lo squilibrio ormonale prodotto dal consumo di queste sostanze è molto evidente nel comportamento sessuale, in quanto questo è molto sensibile a questo tipo di cambiamento.

Sonnolenza e problemi di sonno

Molti tipi di antidepressivi causano la comparsa di sonnolenza e sedazione come sintomo secondario. Altri, come gli IMAO, può sopprimere il sonno REM o paradossale , producendo anche problemi nel consolidare nuove conoscenze.

Sintomi maniacali

Alcune sostanze ti fanno passare da uno stato depresso a uno maniacale. Un esempio di questo è bupropione.

Altri sintomi somatici e gastrointestinali

La presenza di nausea e vomito è comune con l'assunzione di queste sostanze . così come mal di testa e tremori. In realtà, questo tipo di sintomi sono i sintomi secondari più comuni durante l'uso di antidepressivi, essendo generalmente lievi. Molte di queste alterazioni appaiono inizialmente e con l'apparenza di tolleranza alla sostanza che scompaiono.

Riferimenti bibliografici:

  • Azanza, J.R. (2006), Guida pratica al sistema nervoso centrale Farmacologia. Madrid: Ed. Creazione e design.
  • Grosso, P. (2013). Antidepressivi. Scuola universitaria di tecnologia medica. Università della Repubblica del Paraguay.
  • Salazar, M; Peralta, C; Pastor, J. (2006). Manuale di psicofarmacologia. Madrid, Panamericana Medical Publishing House.
  • Thase, M. E. (1992). Trattamenti a lungo termine di disturbi depressivi ricorrenti. J. Clin. Psichiatria; 53.

La Curcuma è Più Efficace Del Prozac Contro Depressione, Ansia e Stress. Ecco Come Consumarla (Gennaio 2020).


Articoli Correlati