yes, therapy helps!
Qual è la sana dipendenza in una relazione?

Qual è la sana dipendenza in una relazione?

Gennaio 24, 2021

In consultazione incontro persone che non sanno dire perché sono con il loro partner. "Suppongo di amarlo", "mi fa sentire al sicuro", "cosa farà se non lo fossi?" ... A volte è difficile distinguere tra una dipendenza da quella persona e l'amore.

È importante sottolinearlo L'obiettivo principale all'interno di un rapporto di coppia non deve essere completamente indipendente , come ci hanno sempre insegnato. Certo, siamo esseri indipendenti con la nostra personalità, i nostri tratti, i nostri gusti o hobby.

Una volta che siamo in una relazione, se operiamo in modo completamente indipendente, ciò che accadrà è che ci troveremo in una relazione disfunzionale. Non ci sarà spazio per la comunicazione, per il tempo libero ecc. Pertanto, ignoreremo l'idea che è importante essere esclusivamente indipendenti e relazioniamoci attraverso una sana dipendenza .


  • Articolo correlato: "Le 7 chiavi per avere una relazione sana"

Sana dipendenza dalle relazioni

Cosa significa? Gli esseri umani sono esseri sociali, cioè abbiamo bisogno di contatto con gli altri . Se siamo completamente indipendenti, ci troviamo in un modello di legame disfunzionale.

Al contrario, questo legame o una salutare dipendenza è data agli altri quando siamo in grado di gestire le nostre emozioni e siamo anche in grado di regolare le emozioni dell'altra persona e ci sentiamo a nostro agio e fiduciosi nella relazione con gli altri .

Nel caso di essere una persona indipendente, il secondo fattore non verrebbe soddisfatto. Queste persone non si sentono a proprio agio nella privacy; in questo caso ci sarà un grande bisogno di autoregolamentazione. Al contrario, una persona dipendente si sentirà molto bene all'interno di questa intimità ma non autonomamente , ci sarà bisogno di confusione con l'altra persona.


  • Forse ti interessa: "dipendenza emotiva: dipendenza patologica dal tuo partner sentimentale"

Le asimmetrie nella coppia

In consultazione, è molto comune trovare coppie in cui uno dei membri è più dipendente e l'altro più indipendente . Cosa accadrà in questi casi?

La persona più dipendente inizierà tutte le cure che ritengono necessarie per il loro partner, senza che le abbia richieste. Metterà da parte tutto ciò di cui hai bisogno e desideri. Attraverso queste cure otterranno il rinforzo di cui hanno bisogno per il loro benessere, dal momento che saranno normalmente persone con un'autostima compromessa. Avranno anche bisogno dell'opinione dell'altro quando prendono decisioni e di solito non pongono limiti agli altri come modo per proteggersi.

Questo tipo di pazienti ritiene che la relazione con il proprio partner dia loro sicurezza e stabilità. Questa è la prima differenziazione che vorrei fare.


Ciò che queste persone sentono è la sicurezza di essere accompagnati Pensare alla solitudine dà loro molta paura e preferisce questo tipo di relazione, in cui sentono molto disagio, che finire. Il disagio è dovuto a quella costante paura che hanno di perdere l'altro e per evitare che ciò accada, iniziano tutte le cure, dando a loro stessi la sfiducia. E la prima premessa di cui parliamo in modo che venga data una sana relazione è la fiducia nell'intimità con l'altro. In questo caso non siamo in una relazione orizzontale, cioè in una relazione di uguali.

In più persone dipendenti siamo con un profilo più sottomesso , quindi la persona non si sentirà mai al sicuro. Si sentiranno sicuri solo quando il loro partner riaffermerà quanto bene hanno fatto qualcosa, o quanto bene hanno preso una decisione. È allora che puoi confondere che una persona si sente al sicuro nella relazione. Ma se ti rendi conto che la base di questo tipo di relazione è la paura e quindi l'insicurezza.

Come possiamo identificare se siamo in una relazione sana?

Prima di tutto è importante sentirsi al sicuro con noi stessi , tieni presente che il benessere dipende da te stesso e non dal nostro partner. Se cerchiamo il benessere nell'altra persona e le nostre emozioni dipendono da esso, ci troviamo in una relazione disfunzionale, non regoleremmo le nostre stesse emozioni e stiamo ponendo responsabilità esternamente.

È anche importante che sappiamo quali sono i nostri bisogni , così come quelli del nostro partner. Una volta identificati, è importante che li esprimiamo e ci muoviamo in quella direzione per ottenere ciò che vogliamo. Normalmente nei badanti è difficile identificare quali siano questi bisogni. Propongo che tu faccia un lavoro riflessivo e ti concentri su ciò che genera benessere o ciò di cui hai bisogno per sentirti bene.

Immagina un pezzo di terra dove costruiremo una casa.La prima cosa che dovremo costruire sono le fondamenta, senza queste la nostra casa non resisterà e probabilmente con il minimo movimento crollerà. Le relazioni sono come le case, hanno bisogno di avere solide fondamenta. Questi sono comunicazione, fiducia, rispetto e uguaglianza . Se queste premesse non vengono fornite, ciò che accadrà è che non siamo in una relazione sana, e cioè quando i diversi schemi di legame disfunzionali partiranno da ciò che abbiamo visto prima.

È importante tenere presente che è necessario un rapporto sano e accettante con noi stessi per avere relazioni funzionali. Altrimenti, depositeranno il nostro disagio e le nostre esperienze nella relazione aggiunta a quelle dell'altro, permettendoci di comprendere le diverse relazioni in cui ci siamo trovati.


Erica F. Poli - Sindrome di Eco, dipendenza affettiva e narcisismo (Gennaio 2021).


Articoli Correlati