yes, therapy helps!
LEGO e i benefici psicologici di costruire con i pezzi

LEGO e i benefici psicologici di costruire con i pezzi

Giugno 14, 2024

I pezzi LEGO e la loro costruzione sono un ottimo strumento per esternare il proprio sistema di credenze ed emozioni , perché l'individuo entra in contatto con la conoscenza più implicita della sua persona e del suo presente.

La costruzione di pezzi LEGO e intelligenza emotiva

Questo processo di costruzione libera ha un effetto positivo nello sviluppo dell'Emotional Intelligence ed è anche uno strumento utilizzato in psicoterapia e business coaching.

Nell'intervista che segue, Mª Teresa Mata, psicologa collaboratrice dell'istituto psicologico e psicologico di mensalus, presenta questo strumento come uno dei nuovi alleati dell'allenamento dell'intelligenza emotiva.


Come ha fatto Lego a penetrare nel mondo della psicologia e del coaching?

Attualmente, la dinamica basata sulla rappresentazione di idee attraverso la costruzione libera attraverso pezzi di Lego o simili, è diventata un fantastico strumento di lavoro nel mondo del business coaching. Recenti studi hanno dimostrato la loro efficacia nel controllare l'elevato livello di informazioni che generano, le informazioni ricche di contenuti e la struttura altamente utile per la risoluzione di tutti i tipi di conflitti. in particolare, Il metodo LEGO® Serious® Play® è il metodo che, in questo senso, ha fatto il giro del mondo .

Dall'altra parte, dall'allenamento / coaching dell'intelligenza emotiva, abbiamo scoperto in questo metodo un nuovo strumento di lavoro che, come il resto delle tecniche esternalizzanti, promuove l'immaginazione e dà libero sfogo alla creatività, diventando così il perfetto Alleati per promuovere l'auto-conoscenza, l'auto-espressione, la proiezione di sfide e capacità oggettive, così come certe abilità sociali come l'empatia.


Cosa succede quando iniziamo a costruire?

Con le costruzioni viene stabilita una connessione ad un altro livello . Il rilascio di immaginazione e creatività è strettamente correlato all'uso delle mani. Quando le nostre mani entrano in gioco, mettiamo in moto tutta una serie di processi mentali che consentono l'accesso a una conoscenza più profonda. In questo modo riusciamo a promuovere la comunicazione ad un altro livello (sia comunicazione con se stessi che con gli altri).

Quando questa tecnica viene trasferita a un sistema (un gruppo di lavoro, una famiglia, un gruppo di workshop), molte informazioni diventano visibili: ogni individuo offre un piccolo campione della sua percezione del mondo. Questo pone diversi punti di vista sul tavolo in modo rapido e visivo e promuove il dialogo e la capacità empatica come abbiamo detto.

Deve essere incredibile il feedback generato in una sessione quando emergono così tante informazioni, no?

Vero. Questo è uno dei grandi vantaggi dell'utilizzo di tecniche che attivano i messaggi attraverso la creatività e l'associazione: i messaggi che appaiono sono freschi, pieni di arguzia e saggezza, dettagli che, da altri modelli di elaborazione, difficilmente verranno alla luce.


Molte volte, le informazioni che passano inosservate quotidianamente, possono diventare il propellente di opzioni sconosciute e soluzioni non volute. Questo è un lavoro che, dall'addestramento dell'intelligenza emotiva, promuoviamo in particolare:

"Che conoscenza ho e che conoscenza non approfitto di" / "Quale conoscenza si risveglia in me quando vedo e ascolto la conoscenza degli altri".

Cos'altro puoi spiegare su questa metodologia e il lavoro svolto da Coaching e Psicoterapia?

Attraverso la creazione con pezzi di costruzione, senza rendersene conto, le barriere inconsce che emergono nell'interazione sociale diminuiscono, permettendo alle conversazioni intelligenti di emergere che aiutano le persone a connettersi con le loro conoscenze e la conoscenza degli altri.

Nei laboratori lo abbiamo messo in pratica, ad esempio, attraverso la formulazione di una domanda "mobilitante" . Una volta che la domanda viene sollevata, i partecipanti lasciano che il loro flusso risolutivo di capacità. Il prossimo passo è convertire queste informazioni in forma tangibile dalla costruzione con le parti. I risultati sono incredibili. La metodologia recupera le informazioni che di solito sono "fuori uso". Il fatto di esporre, ordinare e convalidare dette informazioni all'interno di un quadro di formazione delle abilità genera un alto livello di intuizione e intuizione (consapevolezza di).

In breve, qual è la relazione tra l'allenamento dell'intelligenza emotiva e la costruzione con i pezzi LEGO?

Dall'intelligenza emotiva cerchiamo di sintetizzare il complesso, esprimere l'astratto, sentire l'invisibile, concretizzare il volatile.Cerchiamo un modo per semplificare i processi e ottenere informazioni "potenti" al fine di facilitarne l'utilizzo e aumentare l'efficienza delle nostre azioni.

L'addestramento dell'intelligenza emotiva attraverso la costruzione libera ispirata in risposta a una domanda di mobilitazione, come abbiamo spiegato, accelera la raccolta di informazioni utili. Ciò si ottiene promuovendo processi che si connettono con la conoscenza implicita della persona, una conoscenza che si è stabilizzata lungo tutto il suo percorso di vita.

Con i pezzi LEGO e le figure che completano gli scenari creativi, ogni utente costruisce, proietta e osserva , diventa lo spettatore della propria creazione, una posizione privilegiata in quanto consente di prendere le distanze dal possibile conflitto e utilizzare le informazioni in modo più intelligente. Allo stesso modo, nei laboratori, ognuno è uno spettatore delle creazioni degli altri, fatto che porta una moltitudine di idee e opzioni.

E le idee l'una dell'altra, vivono anche conflitti diversi, funzionano per tutti?

Questo è il punto più interessante del lavoro di esternalizzazione dell'intelligenza emotiva . È molto rivelatore quando, al termine di una sessione di costruzione libera, i partecipanti adottano modi per risolvere il frutto delle conoscenze estratte da altre esperienze degli altri, non solo le proprie. Affinché ciò sia possibile, la chiave è nella formulazione delle domande di mobilitazione.

La nostra grande sfida è sempre basata sul sollevare una domanda comune per tutti, anche se le esperienze e i contesti di vita sono diversi; con ciò raggiungiamo un alto livello di connessione di gruppo e feedback emotivamente intelligente.


Funnel Bridge Marketing (Giugno 2024).


Articoli Correlati