yes, therapy helps!
Disprassia: tipi, cause, sintomi e trattamento

Disprassia: tipi, cause, sintomi e trattamento

Febbraio 16, 2020

Legare i lacci delle scarpe, mangiare, scrivere o pettinare sono attività che per la maggior parte delle persone possono essere semplici e automatiche. Tuttavia, la maggior parte di queste attività coinvolge una serie di diverse azioni e movimenti che dobbiamo imparare a coordinare.

Ma alcune persone hanno serie difficoltà a farlo fin dall'infanzia, non riuscendo a sviluppare questa capacità. Si tratta di persone che soffrono di disprassia.

  • Articolo correlato: "I 16 disturbi mentali più comuni"

Disprassia: definizione del concetto

Disprassia o disturbo dello sviluppo di coordinazione È uno dei disturbi del neurosviluppo, in cui i bambini che ne soffrono mostrano una grande difficoltà nello svolgimento di attività e movimenti coordinati, che comportano semplici gesti o azioni che implicano il sequenziamento dei movimenti.


sintomi

I sintomi più evidenti sono la presenza di goffaggine, incoordinazione e lentezza motore, interferendo con la vita abituale e lo sviluppo del soggetto. È normale avere difficoltà nella manutenzione posturale e quando si eseguono atti che richiedono una buona mobilità, che richiedono aiuto per eseguire azioni di base.

anche possono apparire comportamenti immaturi e difficoltà sociali . Non è raro che ci siano problemi comunicativi. Tuttavia, queste alterazioni non hanno a che fare con l'esistenza di alcuna disabilità psichica, coloro che soffrono di disprassia hanno un'intelligenza normale.

A differenza della aprassia, in cui le facoltà precedentemente acquisite sono perse, la disprassia è caratterizzata dal fatto che il soggetto non ha mai sviluppato la capacità di sequenziare correttamente i suoi movimenti. È comune che i primi sintomi siano osservabili durante i primi due anni di età, essendo comune che presentano ritardi nello sviluppo della motricità e impiegare più tempo del solito per raggiungere alcune delle pietre miliari dello sviluppo.


Sebbene si manifesti durante l'infanzia, si osserva anche negli adulti, è importante iniziare il trattamento il prima possibile al fine di ridurre lo stigma sociale e le possibili conseguenze durante lo sviluppo. Ci tende ad essere comorbilità con altri disturbi, come altri problemi motori o con ADHD.

Tipi di disprassia

Come con aprassie, ci sono diversi tipi di disprassia a seconda del tipo di dove si verifica il processo di movimento o di organismo. Quattro tipi si distinguono in particolare.

1. Disprassia ideologica

Questo tipo di disprassia è caratterizzato dal fatto che il problema non è solo a livello motorio, ma che il soggetto presenta difficoltà a pianificare a livello di idea la sequenza dei movimenti necessario per svolgere un'azione concreta.

2. La disprassia ideomotoria

Nella disprassia ideomotoria, la principale difficoltà sta nel seguire la catena di movimenti necessaria per compiere un'azione semplice. La difficoltà è data solo a livello motorio, il soggetto può eseguire l'azione correttamente nell'immaginazione . Spesso la difficoltà è legata all'uso di uno strumento o di un oggetto.


3. Disprassia costruttiva

È un tipo di disprassia in cui il malato ha difficoltà a comprendere le relazioni spaziali e ad agire in accordo con esse. Ad esempio, un bambino con questo problema avrà problemi a eseguire un copia di un'immagine o durante l'organizzazione .

4. disprassia oromotoria o aprassia verbale

In questo tipo di disprassia il soggetto presenta difficoltà nel coordinamento dei movimenti necessari per comunicare oralmente, pur sapendo cosa intende. È difficile produrre suoni intelligibili.

Cause di disprassia

Le cause dell'apparizione della disprassia non sono completamente note, ma si sospetta che siano dovute a alterazioni esistenti in tutto il neurosviluppo che generano che le aree cerebrali legate all'integrazione delle informazioni motorie e il loro sequenziamento non maturano correttamente. Queste aree del cervello si trovano nella parte posteriore dei lobi frontali e intorno alla fessura di Rolando .

Di solito è dovuto a cause innate, ma può essere causato da infortuni, malattie e ferite durante l'infanzia.

Trattamento e strategie terapeutiche

La disprassia è un disturbo che non ha un trattamento curativo, sebbene sia possibile utilizzare strategie diverse per migliorare l'adattamento di coloro che sono interessati all'ambiente e insegnare loro a svolgere le diverse azioni. Il trattamento della disprassia è multidisciplinare , tenendo conto sia della clinica che, in particolare, della psicoeducazione.

Per aiutare questi bambini, strategie come la terapia occupazionale sono spesso utilizzate per stimolare il soggetto e aiutare a sviluppare la loro capacità di movimento. Un altro elemento da sottolineare è la fisioterapia.

Anche la logopedia è di solito essenziale per educare il minore e permettergli di sviluppare il coordinamento necessario per poter emettere correttamente le parole. A livello educativo può essere necessario stabilire piani individualizzati che tengano conto delle difficoltà del minore.

Può anche essere molto utile usare la terapia espressiva o tecniche che favoriscono l'autostima del bambino, che può essere diminuita dalla percezione delle loro difficoltà. Formazione sulle abilità sociali facilita anche un collegamento corretto con l'ambiente. La psicoeducazione sia per loro che per l'ambiente può essere di grande aiuto per facilitare lo sviluppo normativo del soggetto e la comprensione delle difficoltà in esso.

  • Forse ti interessa: "Tipi di terapie psicologiche"

Ritardo cognitivo lieve nei bambini - Come riconoscerlo precocemente e aiutare il bambino (Febbraio 2020).


Articoli Correlati