yes, therapy helps!
I 7 tipi di sensazioni e quali informazioni catturano

I 7 tipi di sensazioni e quali informazioni catturano

Settembre 26, 2022

Le persone sono in costante contatto con tutto ciò che ci circonda e le informazioni che riceviamo dal nostro ambiente sono ciò che ci consente di interagire con esso in modo efficace. Questa informazione è data da i diversi tipi di sensazioni .

Tuttavia, le sensazioni non sono limitate solo agli stimoli esterni; ma ci sono anche stimoli generati dal nostro stesso corpo che ci informano dello stato in cui ci troviamo. In questo articolo discuteremo i diversi tipi di sensazioni e le caratteristiche di ognuno di essi.

  • Forse ti interessa: "I 15 tipi di allucinazioni (e le loro possibili cause)"

Le sensazioni in psicologia

Nel campo della psicologia, una sensazione si riferisce al fenomeno mediante il quale il nostro corpo rileva uno stimolo o una stimolazione, sia interna che esterna . Una sensazione provocata da uno stimolo esterno può essere, per esempio, sentire una carezza; mentre una sensazione interna può essere un mal di testa o sentire i rumori emessi dal nostro stomaco vuoto.


Questo concetto è sempre accompagnato dal concetto di percezione. Tuttavia, c'è una differenza fondamentale tra i due. mentre la sensazione è la semplice rilevazione dello stimolo la percezione consiste nell'organizzazione, identificazione e interpretazione di dette informazioni sensoriali, con l'obiettivo di interpretare e comprendere queste informazioni del nostro ambiente.

Le sue fasi

All'interno di un processo di rilevamento di informazioni sensoriali troviamo tre diverse fasi.

1. Fase fisica

In esso lo stimolo attiva il corrispondente organo recettore sensoriale.

2. Fase fisiologica

Una reazione a catena si verifica nel nostro organismo, generando il noto processo di trasduzione mediante il quale l'informazione sensoriale diventa informazione neuronale e attivando una serie di strutture del sistema nervoso.


3. Fase psicologica

In quest'ultima fase la persona è consapevole della sensazione, che provoca una reazione o una risposta. Qui, per diventare parte del processo di percezione .

Di solito, ci viene insegnato che le persone hanno cinque sensi di base: vista, udito, gusto, olfatto e tatto. Tuttavia, siamo in grado di percepire molti altri sensi meno noti. Tra questi troviamo il senso cinestetico e il senso cinestetico.

Tipi di sensazioni

Come accennato in precedenza, le sensazioni possono essere classificate in diversi tipi. Inoltre, questi possono essere classificati in sottogruppi a seconda che rispondano a stimoli esterni o interni.

All'interno del gruppo di sensi esterni ci sono:

  • Senso della vista
  • Senso di tatto
  • Senso uditivo
  • Senso olfattivo

D'altra parte, i sensi interni includono:


  • Senso cenestetico.
  • Senso cinestetico.

1. Senso visivo

Il senso della vista è colui che ha il compito di rilevare quelle sensazioni create quando la persona osserva o guarda ciò che lo circonda. All'interno di questo stesso senso abbiamo trovato due tipi di differenti sensazioni visive :

  • Sensazioni cromatiche : generato dal rilevamento di colori.
  • Sensazioni acromatiche : sensazioni generate dal grado di chiarezza dell'ambiente. Questo va dal bianco al nero assoluto.

La rilevazione della lunghezza d'onda, l'intensità e la complessità della luce sono possibili grazie ai recettori visivi situati nella retina dell'occhio. Questi recettori sono noti come coni e bastoncelli.

Mentre le aste sono sensibili alla luce fioca, i coni catturano la varietà di colori e la luce intensa. Le informazioni sensoriali ottenute da questi recettori si traducono in informazioni neuronali che viaggia lungo il nervo ottico.

Quando questo senso fallisce per qualsiasi causa e ad ogni livello, appaiono diversi tipi di cecità, compresa la completa incapacità di vedere.

  • Articolo correlato: "Le 11 parti dell'occhio e le sue funzioni"

2. Senso uditivo

Conosciuto anche come orecchio, questo senso ci consente di rilevare i suoni che raggiungono il meccanismo interno dell'organo uditivo sotto forma di vibrazioni e cambiamenti nella pressione del mezzo. Queste sensazioni possono essere diverse a seconda dell'altezza e del tono, in quanto varia a seconda del tono.

Caratteristiche quali frequenza, intensità e complessità delle onde sonore che ci giungono dall'ambiente esterno vengono rilevati dai recettori uditivi dell'orecchio. In questo caso i recettori sono noti come recettori di cellule ciliate o ciliate.

I diversi modelli di movimento delle ciglia sono tradotti in diversi codici neurali, che alla fine portano a un diverso ascolto del volume, del tono e del timbro dei suoni.

In questo senso, la perdita della capacità di ascoltare è nota come sordità, che può anche apparire in gradi diversi e influenzare una o entrambe le orecchie.

3. Senso olfattivo

La capacità di percepire gli aromi e gli odori del mezzo è conosciuta come il senso dell'olfatto. L'aspetto di qualsiasi fragranza esterna, sia piacevole che sgradevole , attiva i recettori capillari dei passaggi nasali. Questi recettori trasferiscono il segnale al bulbo olfattivo, situato alla base del cervello.

L'olfatto può servire a molti scopi come il rilevamento di rischi (odore di perdita di gas), cibo avariato o la scoperta di feromoni, tra molti altri. Inoltre, è integrato con il senso del gusto per percepire efficacemente i diversi sapori.

Una persona che non possiede questa abilità o l'ha persa a causa di qualche tipo di infortunio è una persona che soffre di anosmia .

4. Senso del gusto

Il gusto è quella sensazione prodotta da una reazione chimica che si verifica quando una sostanza viene rilevata da le cellule del recettore del gusto, situate nelle papille gustative della cavità orale , principalmente nella lingua

I recettori del gusto sono attivati ​​dalla presenza di cibo o da qualsiasi altro elemento posto sulla lingua. I boccioli del gusto in grado di rilevare quattro sapori di base: dolce, salato, aspro e amaro. Tuttavia, il senso del gusto interagisce con l'olfatto e la stimolazione del nervo trigemino per determinare i diversi sapori, oltre alla temperatura di questi.

Con il passare del tempo e l'invecchiamento, c'è una diminuzione nell'intensità della percezione dei diversi sapori, mentre la completa incapacità di percepirli è conosciuta come ageusia .

5. Senso del tatto

Il senso del tatto è uno le cui sensazioni rispondono ai cambiamenti nella superficie del corpo. Cioè, la pelle della persona; che può sentire tutto ciò che stimolo o elemento che lo tocca.

Attraverso il senso del tatto possiamo percepire e identificare le caratteristiche degli oggetti. Ci consente di sapere se è morbido, ruvido o ruvido. Allo stesso modo, può anche dirci sulla temperatura degli oggetti attivando i termocettori.

Le cellule del recettore dell'informazione sensoriale sono collegate alle fibre nervose afferenti. Al rilevamento di uno stimolo tattile, i recettori sensoriali vengono attivati ​​trasportando l'informazione ai corrispondenti centri cerebrali.

6. Senso cinestetico o propriocezione

La Kinestesia, o propriocezione, si riferisce alla capacità di rilevare la posizione dei muscoli, così come la capacità di essere consapevoli della posizione o posizione del nostro corpo in relazione a ciò che ci circonda. Questo senso consente di controllare la direzione e la gamma dei nostri movimenti, il che ci consente di dare risposte motorie rapide e automatiche.

In confronto ai sensi sopra descritti, la cinestesia è una sentinella interocettiva, cioè è responsabile della rilevazione degli stimoli e degli stati interni del nostro organismo.

Di conseguenza, svolge anche un ruolo importante nella percezione e nel mantenimento dell'equilibrio, così come nel coordinamento dei movimenti . D'altro canto, le disfunzioni relative a questo senso sono quelle che si manifestano attraverso goffaggine motoria, cadute e mancanza di coordinazione.

  • Forse ti interessa: "L'illusione della mano di gomma: un curioso effetto psicologico"

7. Senso cinestetico

Infine, il senso cinestetico o cinestetico è uno dei meno conosciuti ed è responsabile della rilevazione dell'insieme delle sensazioni interne del nostro corpo. Le unità recettrici di questo senso sono quelle terminazioni nervose delle membrane degli organi interni. Informa sullo stato degli organi e dell'organismo nella sua interezza . Gli stimoli che li attivano sono quelli della fisiologia digestiva, respiratoria e muscolare, tra gli altri.

In alcune aree, si riferiscono alla cenestesia come al sentimento generale dell'esistenza del nostro corpo e dello stato in cui si trova.


Colonscopia - Cos’è e a cosa serve l’esame (Settembre 2022).


Articoli Correlati