yes, therapy helps!
Clonazepam: usi, precauzioni ed effetti collaterali

Clonazepam: usi, precauzioni ed effetti collaterali

Agosto 12, 2020

L'uso delle benzodiazepine come farmaco di scelta nella terapia psichiatrica o psicologica è più che noto. Le sue proprietà ansiolitiche e sedative, tra molte altre, gli hanno dato fama; trasformandolo in uno dei farmaci psicotropi più consumati.

Tra questi c'è il clonazepam , che sarà discusso in questo articolo. Descrive dettagliatamente che cos'è e quali proprietà terapeutiche ha. Così come i possibili effetti collaterali e le precauzioni che devono essere prese in considerazione prima di consumarlo.

  • Articolo correlato: "Benzodiazepine (psychodrugs): usi, effetti e rischi"

Cos'è il clonazepam?

Clonazepam è una medicina integrata nel gruppo delle benzodiazepine . Il suo principale obiettivo d'azione è il sistema nervoso centrale (SNC), sul quale ha la capacità di diminuire l'attività elettrica di questo, esercitando i seguenti effetti:


  • Sedativo.
  • Ansiolitico.
  • anticonvulsivante .
  • Rilassante muscolare.
  • Stabilizzatore dell'umore .

Per tutte queste proprietà, clonazepam è prescritto come antiepilettico , soprattutto, in trattamenti di crisi di assenze o assenze atipiche. Allo stesso modo, è anche prescritto, da solo o insieme ad altri farmaci, per ammorbidire attacchi e attacchi di panico.

La sua azione di stabilizzatore dello stato della mente è capace di provocare nella persona, temporaneamente, l'oblio di certi episodi con un grande carico emotivo,

Tuttavia, clonazepam può generare una dipendenza , oltre a provocare un'elevata tolleranza ai farmaci, si raccomanda quindi la sua somministrazione per brevi periodi di tempo o solo in casi di urgenza quando il paziente presenta un disturbo bipolare.


Disturbi in cui è usato come psicofarmaco

Alcuni dei disturbi o condizioni in cui il clonazepam può essere utile sono:

  • Disturbi d'ansia (fobie e disturbi di panico)
  • Disturbi del sonno
  • Assenze di tipo epilettico.
  • crisi convulsive.
  • Disturbo bipolare .
  • Sindrome da astinenza da alcol.

Metodo di somministrazione e dose

Il clonazepam è presentato in un formato tablet da prendere per via orale . Esistono due varianti di clonazepam: pillole da assumere con liquidi e pillole solubili in bocca. La dose raccomandata è solitamente una pillola tre volte al giorno, si raccomanda che la persona ingerisca ogni giorno alla stessa ora e il suo consumo dipenda sempre dall'indicazione di un medico.


Si consiglia di seguire le istruzioni del medicinale e del medico che lo ha prescritto. Di solito, il trattamento inizia con l'assunzione di dosi più basse, che aumentano progressivamente ogni tre giorni.

Come accennato in precedenza, il clonazepam è in grado di generare dipendenza e tolleranza nella persona, in modo che È altamente controindicato per la persona aumentare la dose , prenderlo più a lungo del necessario o disobbedire alle istruzioni indicate dallo staff medico.

Gli effetti di clonazepam possono aiutare la persona a gestire i sintomi prodotti dal disturbo o dalla malattia che soffre; Tuttavia, questo non verrà inviato per intero o completamente, per questo sarà necessario accompagnare il trattamento farmacologico con altri farmaci e alcuni tipi di psicoterapia .

È possibile che la persona non inizi a percepire gli effetti del clonazepam fino a poche settimane dopo la prima dose. Tuttavia, è necessario che il paziente non aumenti la dose o smetta di prendere questa benzodiazepina a meno che non sia stata indicata dal medico.

Se non si nota alcun miglioramento, si sente completamente recuperato o si verificano effetti collaterali indesiderati, il paziente deve continuare a prendere la dose prescritta. Altrimenti, potrebbe soffrire una serie di sintomi legati all'astinenza . Questi sintomi includono:

  • Convulsioni.
  • allucinazioni .
  • Alterazioni nel comportamento
  • Sudorazione.
  • tremori .
  • Crampi muscolari
  • Problemi gastrici
  • ansia .
  • Alterazioni del sogno.

Nei casi in cui il farmaco è più dannoso che vantaggioso per la persona o quando il trattamento deve essere risolto per qualsiasi motivo, la procedura più raccomandabile sarà ridurre gradualmente le dosi .

Effetti collaterali di clonazepam

A causa dei suoi effetti depressivi del sistema nervoso centrale, il clonazepam può causare una serie di reazioni avverse legati a questi effetti. La persona può provare una sensazione di stanchezza, sonnolenza o debolezza causata da questo farmaco.

D'altra parte, ci sono stati casi in cui questa benzodiazepina ha causato effetti paradossali nelle persone. Questi sintomi variano da un sovraeccitazione, irrequietezza o nervosismo ; a tali effetti avversi come comportamenti violenti o aggressivi, attacchi di panico o disturbi del sonno.

L'elenco degli effetti collaterali può essere suddiviso in due sottogruppi: effetti collaterali lievi o effetti collaterali gravi.

1. Effetti collaterali lievi

Possono essere sperimentati con maggiore o minore intensità, ma di solito sono temporanei e raramente interferiscono con lo sviluppo del trattamento.

  • sonnolenza .
  • Capogiri.
  • Alti e bassi emotivi
  • Alterazioni di coordinamento.
  • Problemi di memoria .
  • Aumento della salivazione
  • Dolore muscolare o articolare.
  • Aumento della necessità di urinare.
  • Problemi di visione .
  • Alterazioni nel desiderio o nella prestazione sessuale.

2. Effetti collaterali gravi

Se la persona avverte uno di questi sintomi dopo l'uso di clonazepam, si raccomanda di contattare il medico per modificare la dose o passare a un altro tipo di farmaco.

  • Eruzione cutanea
  • orticaria .
  • Infiammazione o irritazione degli occhi, delle labbra, della lingua o della gola.
  • Problemi respiratori .
  • Difficoltà a deglutire.
  • Raucedine o afonia.

È necessario sapere che entrambi pazienti anziani, come bambini o persone con problemi di salute o i disturbi del fegato sono molto più suscettibili agli effetti delle benzodiazepine e quindi sono più propensi a subire alcune di queste conseguenze indesiderate.

precauzioni

Clonazepam è controindicato nelle persone con anamnesi di allergia o ipersensibilità alle benzodiazepine, nonché nei pazienti con grave epatopatia, grave insufficienza respiratoria o con glaucoma acuto.

A causa degli effetti depressivi del clonazepam, persone che operano o manipolano macchinari pesanti o veicoli devono conoscere i possibili rischi di questo farmaco; così come tutti quei pazienti che nel loro giorno per giorno richiedono un certo grado di riflessi o prontezza.

Il trattamento con clonazepam è incompatibile con il consumo di bevande alcoliche, grandi quantità di bevande contenenti caffeina o teina; o con altri depressivi del sistema nervoso centrale.

A differenza di altri tipi di benzodiazepine, Gli effetti del clonazepam nelle donne in gravidanza non sono completamente determinati . Ci sono indagini che indicano una maggiore frequenza di anomalie o carenze dalla nascita nei bambini delle donne nel trattamento dei farmaci antiepilettici. Tuttavia, questa relazione è stata ampiamente messa in discussione.

Nei casi in cui il paziente è durante il periodo di allattamento, solo il farmaco sarà somministrato in caso di emergenza, sospendendo l'allattamento al seno. La ragione è questa il farmaco è in grado di trasferire nel latte materno , causando possibili effetti avversi nel bambino come la sindrome da astinenza.


Xanax & Co: le benzodiazepine, pericoli e precauzioni ! (Agosto 2020).


Articoli Correlati