yes, therapy helps!
Sei molto esigente con te stesso? 7 chiavi per gestire l'autocritica

Sei molto esigente con te stesso? 7 chiavi per gestire l'autocritica

Luglio 15, 2024

Se pensi che le maggiori richieste e le valutazioni più difficili vengano da te stesso, questo post può aiutarti ad affrontare l'autocritica .

Molte volte sembra che il peggior nemico sia dentro di noi. Invece di incoraggiarci sulla strada verso i nostri obiettivi e imparare dai nostri errori, perdiamo tempo esigendo la perfezione e criticandoci negativamente. Queste abitudini danneggiano le nostre prestazioni e l'immagine personale che abbiamo di noi stessi.

Potresti essere interessato: "La personalità perfezionista: gli svantaggi del perfezionismo"

Che cosa intendiamo con autocritica e perché è dannosa?

il autocritica Di solito è un tipo di critica patologica, cioè, è una valutazione negativa che una persona fa di se stesso o delle sue azioni e questo non la aiuta a dare il meglio di se stessa. Viene spesso chiamata critica patologica perché sfugge al controllo della persona e finisce per ferire le loro prestazioni e l'autostima.


L'autocritica di solito assume la forma di commenti negativi, che si concentrano sugli errori commessi o sugli obiettivi non raggiunti. E soprattutto, è una critica che non è costruttiva perché non ci guida su come utilizzare i nostri punti di forza per migliorare le nostre debolezze.

La voce negativa che ci ricorda ciò che facciamo male

In altre parole, L'autocritica è quella voce negativa che evidenzia i nostri fallimenti o la nostra mancanza di perfezione . Ci dice cosa va storto, ci confronta con gli altri, con i loro risultati e le loro abilità, e stabilisce degli standard impossibili di perfezione. Pertanto, è necessario sapere come affrontare l'autocritica in modo oggettivo e adattivo.


Affrontare l'autocritica è un compito spesso difficile, poiché siamo noi a darci questi messaggi e abbiamo dotato i nostri pensieri di un grande potere. Poiché è la nostra voce che ci fa queste critiche, è difficile ignorarlo e andare avanti verso i nostri obiettivi.

Quindi, come puoi affrontare l'autocritica?

Quindi spiego una delle chiavi per gestire l'autocritica e approfittarne , evitando di essere troppo esigenti con noi stessi. Sei pronto?

1. Conosci te stesso per domare la tua voce interiore

Il primo passo per affrontare correttamente l'autocritica è conoscila. Devi analizzare su quali argomenti specifici sono le tue critiche e quali pensieri sono associati a loro . Si tratta di identificare quali messaggi ti dai, in quale situazione, cosa senti e cosa pensi. Puoi tenere una registrazione scritta in modo che tu possa in seguito analizzare le critiche di te stesso nei dettagli e con la pace della mente, quando hai un momento.


2. Scopri le emozioni che ti fanno venire la tua voce critica

Una volta che hai identificato la forma della tua autocritica e quali emozioni e pensieri sono associati ad essa; devi smascherare il scopo di queste critiche Cosa provi a mostrare le tue emozioni? Che paura è che muove queste critiche? Sapere cosa c'è dietro l'autocritica renderà più facile per te attaccare la sua fonte.

3. Motivazione o preoccupazione?

Tutto ciò che facciamo o pensiamo ha una funzione, anche se non è ovvio, c'è sempre un motivo in ciò che facciamo e pensiamo. L'essere umano è un animale che guida il suo comportamento verso gli obiettivi, quindi è importante che tu identifichi il funzione di autocritica. Ad esempio, puoi provare a usare l'autocritica per motivarti; per esempio, chiedendoti di esibirti di più e meglio. Quello che succede è che molte volte l'autocritica e le richieste personali finiscono per essere al centro della nostra attenzione e perdiamo di vista l'obiettivo che stavamo perseguendo .

4. Fuggi dal perfezionismo

Ci preoccupiamo solo di fare meglio e raggiungere la perfezione; questo genera livelli di stress e ansia che finiscono per danneggiare le nostre prestazioni . Con ciò, ci critichiamo e chiediamo di fare meglio e finiamo per danneggiare le nostre prestazioni con le richieste. Se nel tuo caso, pensi che l'autocritica cerchi di motivarti, puoi attuare strategie per motivarti in modo positivo e quindi ridurre il tuo livello di domanda.

Ci preoccupiamo solo di fare meglio e raggiungere la perfezione; questo genera livelli di stress e ansia che finiscono per danneggiare le nostre prestazioni . Con ciò, ci critichiamo e chiediamo di fare meglio e finiamo per danneggiare le nostre prestazioni con le richieste. Se nel tuo caso, pensi che l'autocritica cerchi di motivarti, puoi attuare strategie per motivarti in modo positivo e quindi ridurre il tuo livello di domanda.

5. Mentalize for failure: un'arma a doppio taglio

D'altra parte, l'autocritica può dare la falsa percezione di prepararci per un possibile fallimento.Se crediamo che non stiamo facendo bene e ci diamo questo messaggio, sembrerebbe che se falliamo ci aspettavamo già. Questa è un'illusione. Se falliamo, questo ci influenzerà ancora di più, perché l'autocritica prolunga il tempo in cui riceviamo messaggi negativi e questi finiscono per convalidare con la nostra esperienza .

6. Soluzione: relativizza e interroga i tuoi pensieri

Essere in grado di affrontare efficacemente l'autocritica dobbiamo essere in grado di prendere le distanze dai nostri pensieri e comprenderli come contenuti mentali e no, come verità assolute. La distanza dai pensieri è una capacità che si ottiene attraverso la pratica e la modifica di certe abitudini mentali. Puoi esercitarti ad allontanarti dai tuoi pensieri e osservarli come contenuti della tua mente se intendi acquisire l'abitudine di metterti in discussione perché pensi qualcosa e quali prove devi essere sicuro o dubitare di ciò che pensi. Può anche essere utile osservare i tuoi pensieri come messaggi che la tua mente ti dà e che quando li hai lasciati andare, senza fare nulla con loro.

7. Soluzione: stai riproducendo le paure e le insicurezze di altre persone?

Un altro modo per affrontare l'autocritica è analizzare se questo modello di comportamento è stato copiato da persone che avevamo o abbiamo nel nostro ambiente. Questo è estremamente importante per prendere il controllo della nostra mente. Per questo, puoi chiedertelo: È questo modo di criticarmi copiato da qualcuno? È il risultato della mia volontà personale o ho imparato che è il modo migliore per migliorare la mia performance? Voglio davvero essere così?

Supera le tue paure e insegui i tuoi sogni

Devi essere consapevole che tutte le informazioni che trovi su di te, le paure che guidano le tue richieste e la tua autocritica devono servirti ad agire in modo diverso.

Distaccandoti dai tuoi pensieri e valutando la funzione delle critiche che fai a te stesso, devi guidarti ad attaccare la fonte delle tue paure. Affrontare l'autocritica implica una modifica delle nostre abitudini, quindi, abbiamo bisogno di tempo per mettere in pratica un modo diverso di affrontare noi stessi. Se segui questi passaggi, Sarai più vicino a superare queste insicurezze e sarai in grado di affrontare con successo le sfide che proponi .


Ascoltare il Cliente con la 'MAGIA SILENZIOSA' (ep. 7) (Luglio 2024).


Articoli Correlati