yes, therapy helps!
Bulli-vittime: le vittime del bullismo si sono trasformate in aggressori

Bulli-vittime: le vittime del bullismo si sono trasformate in aggressori

Agosto 10, 2020

Il bullismo o il bullismo tra pari sta diventando un argomento comune nella nostra società . A livello europeo, uno studio epidemiologico con un campione di oltre 16 mila adolescenti, ha determinato che il 20% di questi ha sofferto a un certo punto del bullismo.

Questi dati riflettono l'idea che un numero considerevole di adolescenti che frequentano l'istruzione secondaria e superiore sono sottoposti a livelli elevati di stress interpersonale, vivendo situazioni complesse che possono portare a uno squilibrio emotivo e alterare, in qualche modo, il loro sviluppo psicologico.

L'obiettivo principale di questo articolo è informare le vittime del bullo , cioè, adolescenti o bambini che hanno sofferto o continuano a subire bullismo e che, per vari motivi, sono finiti per diventare aggressori (prepotenti) e vittime (vittime) allo stesso tempo.


  • Articolo correlato: "I 5 tipi di bullismo o bullismo"

Cosa sono i bullo-script?

Prima di descrivere quali sono le vittime del bullismo, forniremo una definizione di bullismo.

Secondo Olweus (1978, citato in Olweus, 1998) il bullismo consiste in un tipo di violenza che si verifica in uno squilibrio del rapporto di potere tra lo stalker e la sua vittima , è ripetuto e prolungato nel tempo e include comportamenti di diversa natura (aggressioni fisiche, verbali e psicologiche). In questo senso, il bullismo è una sequenza di azioni ripetute tra alcuni protagonisti, aggressore e vittima, la cui relazione persiste nel tempo e sviluppa una dinamica certa e conosciuta.


Le vittime del bullismo sarebbero quei giovani che, dopo essere stati vittime dirette del bullismo, finiscono per diventare loro stessi aggressori, mentre in parallelo possono continuare a essere vittime del bullismo. In altre parole: bambini che sono stati molestati da altri e che si molestano I loro coetanei sono chiamati vittime del prepotente.

  • Forse ti interessa: "Gli 11 tipi di violenza (e i diversi tipi di aggressione)"

Tipi di bulli o aggressori

La letteratura scientifica specializzata sull'argomento afferma che le vittime del bullo costituiscono una tipologia diversa all'interno degli aggressori che esercitano il bullismo. In generale, si distinguono 2 tipi fondamentali di aggressori s (in inglese "bulli"):

Bulli "puri"

Sono gli aggressori che si fidano di se stessi. Essi intimidiscono gli altri e li molestano senza esitazione. Si adattano meglio degli altri nello stereotipo di un bambino aggressivo con il desiderio di esternare la sua volontà di dominare gli altri. In generale, questi bambini o adolescenti non sono solitamente vittime di altri aggressori .


Bully-vittime

Come abbiamo spiegato in precedenza, in questo gruppo possono giocare entrambi i ruoli, sia vittima che aggressore, sebbene Come regola generale, non attaccano i loro aggressori, ma piuttosto altri minori che percepiscono come più vulnerabile.

Caratteristiche delle vittime del bullo

Questi aggressori vittimizzati soffrono di una vasta gamma di problemi; rispetto ai bulli "puri", Le vittime del bullo sono più ansiose, solitarie, di solito in condizioni di stress elevato (ipervigilanza) e tendono a presentare sintomi più depressivi rispetto al resto. Si affidano molto poco agli altri, il che li porta a rimanere vigili nel caso si verifichi di nuovo un episodio di intimidazione.

Andreou (2004) afferma che le vittime di bullo mostra più atteggiamenti "machiavellici" La mancanza di fiducia nella natura umana, la tendenza a manipolare e ingannare gli altri, sono più sospettosi e spesso nascondono la verità come una forma di protezione.

Secondo Stein et al. (2007) le vittime di bullo presentano più lesioni fisiche e suppongono, allo stesso tempo, un pericolo maggiore per i loro compagni. Ad esempio, in uno studio condotto da Kochel e collaboratori (2015) è stato apprezzato che le vittime del bullo siano spesso coinvolte in più azioni in cui agiscono da aggressori rispetto ai "bulli puri".

Le vittime del prepotente, vittimizzate per così tanto tempo, rispondono ai loro coetanei in modo ostile . Alcuni studi americani sottolineano che questi giovani sono più probabilità di portare armi a scuola , dal momento che considerano che in questo modo saranno protetti.

Problemi psicologici

Diversi studi hanno documentato che le vittime del bullismo spesso soffrono di ansia, depressione (incluso il suicidio), isolamento sociale, disturbi alimentari e disturbo da stress post-traumatico rispetto ad altri bambini che non sono stati vittime di bullismo.

Inoltre, i bambini che sono aggressori all'interno delle dinamiche del bullismo sperimentano rifiuto sociale, problemi comportamentali, ansia, difficoltà accademiche e tendono ad essere provocatori di fronte agli adulti.

Quando un bambino è vittima e aggressore allo stesso tempo, oltre a essere in grado di provare tutti i sintomi descritti in precedenza, spesso hanno più difficoltà di chiunque altro a "adattarsi" all'interno del loro gruppo sociale (Hanno meno abilità sociali e difficoltà a stabilire e mantenere rapporti di amicizia positivi), soffrono in modo più intenso di sovraeccitazione che non sanno come gestire e più difficoltà scolastiche a scuola.

Come si diventa vittima di bullo (il ciclo del bullismo)

Emler (2009) si riferisce ad essere una vittima del bullismo può avere un impatto negativo sulla capacità empatica della vittima chi, lungi dal comprendere il comportamento dell'aggressore, cercherà di difendersi mostrando un comportamento altrettanto ostile. Questo sarebbe il caso specifico delle vittime del bullo.

Alcuni autori (Carroll, Green, Houghton and Wood, 2003, Lereya et al., 2013) hanno elaborato un'ipotesi esplicativa in relazione all'esistenza di "bulli-vittime": quando l'adolescente è vittima di molestie e non ha il supporto emotivo di una rete sociale di protezione adeguata (gruppo di amici, genitori, insegnanti) o non accetta tale aiuto, è possibile ricorrere al cercare un'alternativa informale alla protezione contro le situazioni di attacco .

In questo modo, l'adolescente cercherà di ottenere una reputazione sociale basata sull'immagine di una persona ribelle, forte e antisociale; il messaggio implicito rivolto agli aggressori sarebbe che è una persona coraggiosa e forte e che ha le risorse per difendersi. Potrebbe essere che le vittime iniziassero a comportarsi in modo aggressivo come forma di autodifesa contro gli attacchi futuri .

È stato anche affermato che le vittime del bullo di solito provengono da ambienti familiari violenti o disfunzionali . Potrebbero essere stati maltrattati da un fratello maggiore o aver visto un membro della famiglia maltrattare un altro membro della famiglia. Infatti, molti dei comportamenti negativi legati alla violenza vengono appresi durante l'infanzia, l'adolescenza all'interno dell'ambiente familiare, e questo è vero anche nel caso del bullismo.


Noto YouTuber vittima di bullismo, ma il web è solidale con il bullo (Agosto 2020).


Articoli Correlati