yes, therapy helps!
Dimmi dove ti siedi e ti dirò come stai (la psicologia ambientale lo spiega)

Dimmi dove ti siedi e ti dirò come stai (la psicologia ambientale lo spiega)

Potrebbe 5, 2024

Se abbiamo sofferto per qualcosa a Natale, è stato per pranzi e cene in famiglia, uno dopo l'altro. Per questo motivo, il centro di tutte le interazioni a queste feste è quel tavolo dove tutti ci incontriamo , raggiungiamo, mangiamo, ridiamo e festeggiamo.

Ma non tutti i tavoli sono uguali, né tutti i posti intorno. La disposizione spaziale esercita influenze diverse sulle persone; nel loro livello di partecipazione e nella loro natura. Questo è l'oggetto di studio della psicologia ambientale e della psicologia dei gruppi, discipline che hanno dettagliato quali effetti produce la tua posizione al tavolo.

Tipi di accordi nello spazio

Per quanto riguarda una varietà di accordi nello spazio, ci sono tre classici: il focalizzata , il sociófuga e il sociópeta .


1. Concentrato

Tutti i posti sono orientati in una direzione specifica. Con questa disposizione L'attenzione è focalizzata su un focus e l'interazione tra gli utenti è diminuita ; la partecipazione è dal focus agli utenti e viceversa. Questo è l'orientamento tipico delle aule scolastiche, in cui agli studenti viene chiesto di frequentare l'insegnante e di non parlare tra loro.

2. Sociufuga

Tutti i posti sono orientati verso l'esterno. Quando organizzato in questo modo, gli utenti si voltano l'una sull'altra, quindi la comunicazione interpersonale è limitata . La piccola interazione che si verifica in questa disposizione tende ad essere intrapersonale e diretta a se stessi. Sebbene non sia usuale, si ricorre alle disposizioni sociopatiche, ad esempio in alcuni flussi di psicoanalisi in cui il paziente ha le spalle allo psicoterapeuta, facilitando l'introspezione.


3. Sociópetas

Tutti i sedili sono rivolti verso l'interno. Questo caso è totalmente contrario; gli utenti sono orientati tra loro, facilitando la comunicazione interpersonale e portandola verso l'intragruppo . Per i processi di fiducia e coesione, è fondamentale, a causa delle strutture che promuove per l'interazione e lo scambio. È il più tipico nella nostra società nelle riunioni di gruppo, dove l'attenzione è lo stesso gruppo.

Disposizione sociopeta: il più consueto nella vita quotidiana

Ora, di tutte queste disposizioni, quello che troviamo di più nella nostra vita quotidiana è la sociópeta .

Ci incontriamo tutti ai tavoli per stare con gli amici, con la famiglia o durante le riunioni di lavoro. Questo rende la disposizione sociopatica la più influente nelle aree della nostra vita e dalla quale possiamo trarre il massimo vantaggio dalla sua conoscenza. All'interno di una disposizione sociopatica in base a dove ti posizioni, non partecipi allo stesso modo, né con chi. Se l'orientamento ha i suoi effetti, lo stesso vale per la geometria.


piazza

Un tavolo quadrato ha tutti e quattro i lati uguali, quindi ognuno ha la stessa possibilità di parlare al gruppo e non sembra che siano state evidenziate grandi differenze . Tuttavia, influenza le relazioni più piccole, in diadi o triadi. Le persone che si siedono l'una accanto all'altra, cioè in posti adiacenti, tendono a cooperare, a darsi reciproco rafforzamento e ad essere d'accordo. D'altra parte, in posti opposti, la competizione tende a favorire, favorendo i disaccordi e le domande. Naturalmente, come una disposizione come in un'altra, c'è un maggior grado di interazione rispetto a quando ci si siede negli angoli.

rettangolare

Nei tavoli rettangolari ci sono due lati più stretti dove si verifica l'effetto della testa: occupando questa posizione, viene conferito più status . Nella testa non c'è una tale facilità di comunicazione come nel mezzo dei lati larghi, poiché limita il contatto visivo e costa di più vederti. Tuttavia, quando si parla, l'attenzione è attratta più facilmente, poiché le stesse fughe dal tavolo dirigono lo sguardo verso la testa e la persona è facilitata come punto focale. Per quanto riguarda i lati ampi, se qualcuno è nel centro, mostra che quella persona vuole essere coinvolta e interagire. Al contrario, quelli nell'angolo preferiscono stare fuori, vedere cosa viene cucinato per primo e poi intervenire o meno. I ruoli di partecipante e iniziatore nel centro e osservatore e seguace negli angoli sono facilitati.

circolare

Nelle disposizioni circolari l'orientamento dei sedili non cambia così drasticamente come nelle forme geometriche più rigide, come quadrato e rettangolare. Per questo motivo gli effetti di cui sopra tendono a diminuire, ad esempio, non esiste un luogo che denoti uno stato più elevato , né un luogo in cui si possa prendere rifugio, poiché tutti sono ugualmente esposti.Tuttavia, vi è l'effetto Steinzor, che tende ad interagire in misura maggiore con le persone che si hanno di fronte, per avere un maggiore contatto visivo; Quindi se hai qualcosa in sospeso da dire a qualcuno, siediti, questo ti aiuterà.

Altri fattori ambientali

Altri fattori ambientali dell'ecologia del gruppo possono essere la temperatura, che a livelli elevati promuove l'irritabilità o il rumore come causa di stress. Anche le stesse dimensioni di una stanza possono influenzare in base al numero di persone, dal momento che non è lo stesso essere cinque, rendendo l'incontro in una grande stanza o in una piccola stanza. Ma di tutti loro, il più controllabile è dove sediamo e, chissà, forse il prossimo Natale vogliamo cambiare posto .


Taller de Ho'oponopono por Mª José Cabanillas PARTE2de3 (Potrebbe 2024).


Articoli Correlati