yes, therapy helps!
Afasia globale: sintomi, cause e trattamento

Afasia globale: sintomi, cause e trattamento

Dicembre 7, 2021

Immagina di esserci svegliati una mattina o dopo aver subito un incidente, e all'improvviso scopriamo che tutti iniziano a parlare in una strana lingua . Il peggio è che è familiare, ma non capiamo cosa vogliono dirci.

Cerchiamo di comunicare, ma ci rendiamo conto che non diciamo quello che vogliamo. Gli altri insistono, ci guardano e continuano a parlare con noi anche se non capiamo cosa stanno cercando di comunicarci. E anche noi non possiamo farci capire. Anche se può sembrare un film di fantascienza, è ciò che vivono le persone che soffrono di afasia globale .

Il concetto di afasia

Le afasie sono l'insieme dei disturbi del linguaggio e del linguaggio causati dalla lesione cerebrale , che si verificano negli adulti con una lingua precedentemente consolidata.


  • Articolo consigliato: "Afasia: i principali disturbi del linguaggio"

Questo tipo di disturbi può influenzare aspetti molto diversi del linguaggio, tra cui possiamo trovare fluidità verbale, capacità di articolare, comprensione della lingua, ripetizione, grammatica, alfabetizzazione o denominazione. I diversi aspetti interessati dipenderanno dall'area ferita.

A grandi linee, una delle principali classificazioni di questi disturbi è quella proposta da Goodglas e Kaplan, in cui sono suddivisi in diversi tipi a seconda che abbiano o meno un buon livello di fluenza verbale, comprensione e ripetibilità. I più noti sono l'afasia di Broca e l'afasia di Wernicke, ciascuno con i suoi aspetti danneggiati e preservati. Tuttavia, c'è un tipo di afasia in cui ci sono alterazioni in tutte le aree del linguaggio, noto come afasia globale .


Afasia globale: caratteristiche principali

L'afasia globale è la forma più grave di afasia , perché tutta o gran parte dei diversi aspetti della lingua sono influenzati e alterati da una lesione cerebrale.

Le persone che ne soffrono hanno gravi difficoltà sia nella comprensione che nell'espressione orale e generalmente anche scritte. Allo stesso modo, i soggetti affetti da afasia globale hanno una scarsa capacità di imitazione. Se sono in grado di emettere una lingua orale, usano spesso un'area telegrafica e stereotipata, con poche possibilità di stabilire una comunicazione attraverso il linguaggio verbale. Possono anche arrivare a capire certe parole o verbi.

Inoltre, tendono a non essere in grado di scrivere o di limitarsi a un automatismo come la possibilità di firmare. Anche la lettura è influenzata. È possibile che a livello scritto possano riprodurre un testo copiandolo, anche se guidato dalle forme e non dal loro contenuto. La capacità di articolare, la fluenza verbale e l'uso del lessico e della grammatica sono gravemente compromesse e compromesse .


Poiché la lesione che causa l'afasia globale è massiccia, di solito compaiono altri sintomi come l'aprassia ideomotoria (non sanno usare gli oggetti per il loro scopo autentico) e ideatori (presentano l'incapacità di seguire sequenze d'azione nell'ordine corretto), emiplegia o paralisi di metà corpo. L'afasia globale di per sé non causa alcuna difficoltà a livello cognitivo, con l'intelligenza e la maggior parte delle funzioni esecutive preservate. Tuttavia, è possibile che presentino difficoltà cognitive e intellettuali dovute al danno neuronale, limitandole ulteriormente.

cause

Le cause dell'afasia, come abbiamo già detto in precedenza, sono dovuti alla presenza di lesioni nelle aree che controllano la lingua , le loro connessioni tra loro o le connessioni con altri nuclei cerebrali che consentono di integrare le informazioni linguistiche con il motore o che sono state distrutte.

Nel caso dell'afasia globale, è necessario che si verifichino gravi danni nell'intero emisfero sinistro, in cui si trovano le aree che processano il linguaggio o nell'area circostante la corteccia perisilviana. Sono danneggiati o scollegati dal resto del cervello, sia dall'area di Broca sia dall'area di Wernicke, i loro collegamenti tra loro o le connessioni con altre aree che consentono l'elaborazione o l'esecuzione di un discorso.

Ciò che causa esattamente queste lesioni può variare notevolmente, da trauma cranico o lacerazioni a colpi, tumori cerebrali o malattie neurodegenerative.

Difficoltà causate da questo disturbo

Le conseguenze dell'afasia globale e dei sintomi che provoca sono molto limitanti per la persona che ne soffre . Come esseri sociali che siamo, la nostra vita è strutturata sulla base del presupposto che siamo capaci di comunicare. Ecco perché non essere in grado di esprimere se stessi può causare

A livello sociale, l'afasia globale ostacola notevolmente la possibilità di stabilire relazioni affettive con i nostri coetanei.Sebbene le sue abilità sociali e il suo interesse nello stabilire un contatto con gli altri siano preservati, il paziente ha gravi difficoltà da comprendere a meno che non abbia metodi alternativi. È normale che prima che la ferita possa comunicare oralmente correttamente, l'ambiente va a cercare di comunicare con l'urlo (interpretando che ha perso l'udito) o interpretato come mancanza di interesse, mancanza di comunicazione da parte del soggetto. È importante capire che il soggetto ascolta perfettamente, essendo la sua difficoltà ad interpretare la lingua.

Con laboriosità, questo problema genera anche difficoltà, oltre che accademiche. L'apprendimento, almeno con i soliti mezzi, è complicato a meno che non vengano utilizzate strategie adattate, come l'uso di pittogrammi o l'uso di procedure fisiche.

A livello di individuo, questo disturbo può essere vissuto con reale paura . Dopo tutto, improvvisamente il soggetto non è in grado di capire cosa stanno cercando di dirgli o di farsi capire attraverso i soliti meccanismi, e tentativi falliti da lui e dall'ambiente di ristabilire la comunicazione orale possono finire per causare ansia elevata e depressione all'individuo. Il soggetto può sentirsi isolato, rinchiuso in se stesso, fino a quando il trattamento inizia a essere efficace o si trovano forme alternative di comunicazione.

Possibili trattamenti

Il trattamento da utilizzare in caso di afasia globale si concentra sul recupero delle funzioni alterate dalla lesione cerebrale e / o l'adozione o l'apprendimento di metodi di comunicazione alternativi. È anche un supporto psicologico e sociale essenziale che consente al paziente e al suo ambiente di comprendere e accompagnare il paziente nel processo che sta soffrendo.

È importante tenere presente che molte lesioni cerebrali possono evolvere in modi che riducono i danni. Questo è quello che succede, ad esempio, quando c'è un trauma o un ictus, in cui il sangue può annegare parte delle connessioni cerebrali, ma lascia un'area di penombra ischemica che può riprendersi dall'incidente. In questo modo, molti pazienti possono vedere come gli effetti della lesione diminuiscono progressivamente. In alcuni casi, ciò potrebbe causare un'afasia globale più localizzata.

L'uso della terapia linguistica e della logopedia è comune, essendo usato per migliorare e ottimizzare la competenza linguistica che la persona affetta potrebbe mantenere. È anche frequente l'uso di tecniche di linguaggio aumentativo o l'uso di materiale visivo come pittogrammi con cui il paziente può comunicare in modo alternativo.

È importante stimolare il paziente senza sovraccaricarlo, in modo che possa gradualmente reimparare e lucidare le abilità senza essere saturi. La psicoeducazione è molto importante sia per il paziente che per l'ambiente, dal momento che è necessario comprendere che le abilità cognitive sono (a meno che non vi siano altre affezioni oltre l'afasia globale) preservate e le difficoltà dell'afasia per il soggetto.

Riferimenti bibliografici:

  • Belloch, Sandín e Ramos (2008). Manuale di psicopatologia. Madrid. McGraw-Hill. (Vol 1 e 2) Edizione riveduta.
  • Goodglass, H. & Kaplan, E. (1986). La valutazione dell'afasia e dei disturbi correlati. Ed. Panamericana Medical. Madrid.
  • Daroff, R.B; Jankovic, J.; Mazziotta, J.C. & Pomeroy, S.K. (2016),. La neurologia di Bradley nella pratica clinica. Settimo ed. Philadelphia, PA: Elsevier, cap 14.
  • Santos, J.L. (2012). Psicopatologia. Manuale di preparazione CEDE PIR, 01. CEDE. Madrid.

Afasia e Disturbi del Linguaggio Acquisiti dopo un Ictus (Dicembre 2021).


Articoli Correlati