yes, therapy helps!
Corteccia cerebrale: i suoi strati, aree e funzioni

Corteccia cerebrale: i suoi strati, aree e funzioni

Settembre 20, 2019

Come esseri umani, tutto ciò che sentiamo, ragioniamo e percepiamo, così come la nostra capacità di muoversi e svolgere qualsiasi attività, ha origine nel nostro cervello.

In tutto questo articolo parleremo della corteccia cerebrale e dei suoi strati e le diverse strutture che lo compongono e le funzioni di ciascuno di essi.

  • Articolo correlato: "Parti del cervello umano (e funzioni)"

Cos'è la corteccia cerebrale?

La corteccia cerebrale si riferisce allo strato esterno del cervello. Questo strato È formato da un sottile film di tessuto nervoso che circonda la superficie degli emisferi cerebrali, essendo i primati che godono di una corteccia cerebrale molto più sviluppata rispetto al resto degli animali.


Grazie al corretto funzionamento della corteccia cerebrale, l'uomo ha la capacità di percepire ciò che ci accade e ci circonda, oltre a immaginare, pensare, avere capacità di giudizio e decisione e, infine, la capacità di comprendere e produrre linguaggio.

Sebbene, come spiegato sopra, la corteccia cerebrale sia un sottile strato di neuroni e connessioni neuronali, non è omogenea, poiché è È composto da sei strati di cellule e ognuno di essi con funzioni specifiche e specifiche.

  • Forse ti interessa: "Tipi di neuroni: caratteristiche e funzioni"

Tipi di corteccia cerebrale

Se facciamo affidamento tanto sulla prospettiva strutturale quanto sulla prospettiva filogenetica della corteccia cerebrale, possiamo differenziare tre diverse classi di questo. Questi sono i seguenti.


1. Arquicorteza

Evolutamente parlando, è la parte più antica della corteccia cerebrale. Formata dall'ippocampo, l'architetto è responsabile di quelli risposte automatiche e meccanismi fisiologici responsabili della sopravvivenza .

2. Paleocortex

Filogeneticamente, la paleocorteccia è a metà strada tra le aree più primarie della corteccia cerebrale e le più evolute . Questa classe di corteccia ospita le desinenze dei percorsi olfattivi, il cervello olfattivo delle persone che si trovano qui.

3. Isocorteccia o neocorteccia

È l'area della crosta più recente e quella responsabile processi di ragionamento e pensiero astratto .

  • Forse ti interessa: "Gli 8 processi psicologici superiori"

Gli strati della corteccia cerebrale

Come menzionato sopra, la corteccia cerebrale è composta da diversi strati di tessuto neuronale noto come materia grigia. Ciascuno di questi strati ha una diversa specializzazione funzionale ed è stato originato in un altro tempo nell'evoluzione umana.


Ciò significa che, durante la nostra evoluzione e sviluppo come esseri umani, questi strati sono aumentati in quantità, il che ha implicato un potere sviluppo delle nostre capacità cognitive e intellettuali in confronto con altre specie animali.

Questi livelli sono i seguenti.

1. Strato molecolare

Lo strato molecolare è il più esterno, e quindi il più recente in origine, di tutti gli strati della corteccia cerebrale.

Conosciuto anche come strato plessiforme , è essenzialmente uno strato sinaptico formato da una fitta rete di fibre neuronali.

2. Strato granulare esterno

Il secondo strato che costituisce la corteccia cerebrale è lo strato granulare esterno. Questo è formato da a gran numero di piccole cellule stellate e piramidali .

Gli assoni di questo strato si infiltrano nello strato molecolare entrando in più aree sommerse della corteccia cerebrale, accoppiandosi con diverse aree della corteccia.

3. Strato piramidale esterno

Lo strato piramidale esterno Prende il nome dal tipo di cellule che lo compongono: le cellule piramidali . Queste cellule dirigono i loro assoni ad altre aree della corteccia e ad altre destinazioni subcorticali sotto forma di proiezione, associazione e fibre commissurali.

4. Strato granulare interno

Questo strato consiste essenzialmente in una massa compatta di cellule stellate, la maggior parte delle quali riceve afferenze dall'area del talamo. Queste fibre disposte orizzontalmente sono conosciuti come la band esterna di Baillarger .

5. Strato piramidale interno o strato del ganglio

Questo quinto strato contiene un gran numero di cellule piramidali di medie e grandi dimensioni, nonché Stellate e cellule Martinotti . I suoi filamenti disposti orizzontalmente fanno anche parte della banda interna di Baillarger.

6. Strato multiforme o polimorfico

L'ultimo di questi strati è costituito da cellule del tipo fusiforme che ricavano informazioni dalla corteccia, dal talamo e dai nuclei striati. Inoltre, include anche cellule piramidali con un corpo triangolare o ovoidale

Le tue aree e funzioni

Oltre ai tipi di corteccia e agli strati che lo compongono, la corteccia cerebrale può essere divisa in base alle sue diverse aree funzionali . Cioè, in base alle funzioni o ai compiti che vengono svolti in ciascuna di queste aree.

Tenendo conto di questa classificazione, la corteccia cerebrale può essere suddivisa in aree sensoriali, motorie o di associazione.

1. Aree sensibili

L'area sensoriale riceve le informazioni sensoriali dai nuclei concreti del talamo. Questa informazione è sensibile , il che significa che trasporta le informazioni percepite dai diversi sensi: vista, udito, olfatto, tatto, gusto ...

Queste stesse aree possono anche essere divise in due diverse aree sensoriali. L'area sensoriale primaria, che ha connessioni dirette con i recettori sensoriali periferici; e le aree secondarie sensoriali e associative, che ricevono informazioni sensoriali sia dall'area di associazione primaria che dalle aree cerebrali inferiori.

L'obiettivo delle diverse zone associative, sia primarie che secondarie, è quello di creare modelli di riconoscimento e comportamento attraverso l'assimilazione delle informazioni sensoriali. Queste aree sensibili della corteccia cerebrale sono:

  • Area somatosensoriale primaria .
  • Area visiva primaria.
  • Area olfattiva primaria.
  • Area uditiva primaria .
  • Area gustativa primaria.

2. Area del motore

Le aree responsabili dei meccanismi cerebrali associati al movimento del corpo si trovano nella porzione anteriore di entrambi gli emisferi, cioè nel lobo frontale. Nell'area motoria nascono i trattamenti motori discendenti che partono dalla corteccia cerebrale verso il tronco motoneuronale e il midollo spinale.

All'interno di questa regione troviamo due aree essenziali per la nostra operazione:

  • Area motrice primaria.
  • L'area linguistica di Broca.

3. Area di associazione

Infine, le aree di associazione sono quelle che rendono possibile l'esistenza di funzioni mentali più complesse e astratte come i meccanismi della memoria e della cognizione, il dominio delle emozioni, la capacità di ragionare e la volontà. Inoltre, hanno anche influenza sullo sviluppo della personalità e dell'intelligenza.

  • Articolo correlato: "Corteccia associativa (cervello): tipi, parti e funzioni"

Come è fatto il cervello. Elementi di anatomia del Sistema Nervoso Centrale. (Settembre 2019).


Articoli Correlati