yes, therapy helps!
Quali sono le droghe legali e quali tipi ci sono?

Quali sono le droghe legali e quali tipi ci sono?

Luglio 15, 2024

Nella psiche della maggior parte delle persone di lingua spagnola, il termine droga è associato a una sostanza illegale: quando sentiamo parlare di droghe, i primi nomi che ci vengono in mente sono probabilmente cocaina, eroina, ecstasy o LSD.

Tuttavia, ci sono un gran numero di sostanze che rientrano in questo tipo di classificazione e non tutte sono illegali (anche se ciò non significa che siano innocui, il loro uso o abuso può generare gravi conseguenze). Quali sono le droghe legali e quali tipi ci sono? In questo articolo parleremo di questo.

  • Articolo correlato: "Tipi di farmaci: conosci le loro caratteristiche ed effetti"

Droga legale: concetto di base

Il concetto di droga legale è facile da capire, ma per questo è necessario ricordare prima di tutto cos'è un farmaco.


Chiamiamo tutta quella sostanza, di origine naturale o sintetica, con la capacità di generare un'alterazione o una modifica nel sistema nervoso . È quindi tutta la sostanza che ha un effetto psicoattivo. In questa definizione, non c'è spazio per la considerazione legale della sostanza, anche se in modo colloquiale di solito identifichiamo la droga con l'illegalità.

Pertanto, si chiamano droghe legali quelle sostanze con effetti psicoattivi che sono consentiti, il loro uso non è punibile dalla legge pur conoscendo i loro possibili effetti. Questo status legale può riferirsi al suo uso a livello ricreativo o essere progettato per altri usi, che non includono il consumo per ottenere alterazioni della psiche e per i quali è considerato qualcosa permesso.


Che sì, come abbiamo indicato nell'introduzione che sono legali non significa che non rappresentano un pericolo, essendo l'abuso e / o l'abuso di loro molto pericoloso e dannoso per la salute e può portare a gravi malattie o addirittura causare la morte.

  • Forse ti interessa: "15 conseguenze del consumo di droghe (nella tua mente e nel tuo corpo)"

Tipi di droghe legali

Esistono molte droghe legali che possono ricevere diversi usi dalla popolazione. Alcuni li usano come elemento ricreativo, mentre in altri casi i consumatori cercano di beneficiare degli effetti rilassanti o eccitanti della sostanza in questione o di usarli per dimenticare o ridurre un certo tipo di dolore fisico o emotivo. Tra i cosiddetti farmaci legali, alcuni dei più noti sono i seguenti.

1. Alcool

Probabilmente, la droga più usata e accettata socialmente al punto di far parte di una varietà di culture. Alcol o etanolo è una sostanza del tipo depressivo , che diminuisce l'attivazione del sistema nervoso e che viene consumato da tutti i tipi di persone, generalmente a partire dall'adolescenza.


Inizialmente ha un effetto euforico e rilassante, così come in alcune persone una certa disinibizione, ma in seguito il tono generale diminuisce e compaiono sintomi come visione offuscata, ipotonia e debolezza muscolare o problemi per focalizzare l'attenzione o inibire comportamenti emotivi estremi. Consumo eccessivo e abusivo può portare a ipoglicemia, vertigini, vomito, coma o persino morte .

Può anche generare dipendenza con grande facilità (soprattutto grazie alla sua accettazione sociale), così come le sindromi da astinenza con potenziale mortale. È comune per gli alcolisti sviluppare cirrosi, problemi ai reni e al fegato e persino deterioramento cognitivo e funzionale in complicazioni come quelle causate dalla sindrome di Korsakoff dopo l'encefalopatia di Wernicke.

2. Nicotina

Il tabacco è un'altra delle droghe più consumate in tutto il mondo e, sebbene la legislazione di molti paesi proibisca il fumo in determinati spazi, il fatto stesso di fumare o commercializzare prodotti a base di nicotina (specialmente tabacco) non è proibito. È una sostanza che può sembrare rilassante per i fumatori esperti, ma è davvero uno psicostimolante il cui principale meccanismo d'azione è l'acetilcolina.

Se i fumatori a lungo termine lo trovano rilassante, è perché il loro consumo a lungo termine finisce per bloccare detto neurotrasmettitore. Genera un gran numero di problemi, con polmoni particolarmente rilevanti (carcinoma polmonare e BPCO sono prominenti) e cardiorespiratorio.

Siamo di fronte a una sostanza che genera dipendenza (Di fatto, è il principale responsabile della generazione di dipendenza da tabacco) e sindrome da astinenza, come probabilmente sapranno le persone che hanno tentato di smettere.

3. Il gruppo xantina: caffeina, teobromina, teofillina

Sebbene poche persone li considerino come farmaci, la verità è che sono sostanze che generano un'alterazione nella chimica del cervello ha effetti sul comportamento in modo che possano essere considerati tali. Si tratta di sostanze con effetto stimolante, che generalmente generano un aumento dell'attivazione cerebrale.Naturalmente, i suoi effetti sono molto più bassi di quelli di altre sostanze, che necessitano di grandi quantità per essere pericolosi.

La caffeina è probabilmente meglio conosciuta come tale, con il consumo di caffè che è il più frequente. Sebbene di solito non si consideri l'esistenza della dipendenza come tale, si osserva che per alcune persone è una sostanza che crea dipendenza e alla quale il corpo genera tolleranza, che può portare a una certa sindrome da astinenza. Un'intossicazione è difficile da raggiungere, ma è possibile con un consumo massiccio (da sei tazze di caffè comincia a essere pericoloso).

Oltre al caffè, devi tenerne conto può essere trovato in molte bibite che anche se forse in misura minore generano anche un massimo.

Per quanto riguarda teobromina e teofillina, forse poche persone sanno a cosa ci riferiamo. Tuttavia, questi sono componenti che sono presenti nel tè e nel cioccolato e che generano un aumento dell'attivazione corticale e dei livelli di energia .

4. Sostanze volatili

Abbiamo a che fare con sostanze legali perché il loro uso originale non è legato al consumo o alla somministrazione della sostanza in quanto tale nel corpo. Il nome di volatili è dovuto al fatto che la via di somministrazione viene solitamente aspirata o aspirata. Queste sono sostanze come colla, benzina, anestetici o chetoni , che alcune persone usano per notare effetti psicoattivi, generalmente di tipo depressivo.

Sono sostanze con un basso potenziale di dipendenza, ma soggette ad abusi che possono causare gravi danni tra gli altri nel fegato, nella colonna vertebrale, nei muscoli e nel sistema nervoso. Inoltre facilita la comparsa di comportamenti aggressivi.

5. Farmaci psicotropi e altre droghe

I farmaci psicotropi, e in effetti tutti i tipi di droghe, sono una sostanza che può essere considerata una droga legale (non invano i farmaci in inglese si riferiscono al concetto di droga e droga) generando un'alterazione nel sistema nervoso del paziente (in il caso di altri farmaci non legati alla psichiatria altera la chimica di altre parti del corpo). In linea di principio L'uso di questi farmaci è medicinale, motivo per cui sono legali . Tuttavia, molti diventano dipendenti e anche in alcuni casi vengono utilizzati bene per cercare di migliorare le proprie capacità o in modo ricreativo.

Probabilmente il farmaco psicotropico più frequentemente usato in questo senso sono le benzodiazepine, che sono usate principalmente per trattare l'ansia. Nel loro uso medico, in linea di principio, le dosi utilizzate ei tempi utilizzati sono monitorati in larga misura, anche se molti medici professionisti li prescrivono in modo eccessivo e per un periodo più lungo di quello che dovrebbero essere impiegati in linea di principio. Altri ansiolitici sono stati anche abusati a causa del loro alto potenziale di dipendenza, come i barbiturici non così frequenti (che hanno causato molte morti a causa di overdose, come quella di Marilyn Monroe).

Oltre a questo, vengono usate sostanze come anfetamine o derivati, come modafinil o adderall, anche se la loro funzione e indicazione sono problemi come l'ADHD o la narcolessia sono talvolta usati a scopo ricreativo o anche da studenti a causa di le sue proprietà stimolanti e il presunto potenziamento della capacità di concentrazione e di rimanere attivi. Anche in questo caso possono causare seri problemi di salute (inclusi problemi al fegato e alle coronarie) e creare molta dipendenza, essere pericolosi se vengono utilizzati senza controllo medico.

Tra gli altri farmaci che non vengono utilizzati come farmaci psicotropi ma che generano dipendenza e dipendenza e sono considerati farmaci legali sono farmaci come steroidi, morfina o codeina, o anestetici come la fenciclidina. Gli steroidi sono un'altra sostanza che può essere considerata una droga legale; sono spesso abusati in campi come lo sport e questo può avere gravi ripercussioni sulla salute. Per quanto riguarda la morfina, è un derivato di oppiacei usato per trattare il dolore.

La codeina è un derivato di questo, presente in più sciroppi e farmaci. Entrambi sono oppioidi con effetti depressivi e rilassanti e possono generare dipendenza e astinenza, oltre che intossicazioni. Infine, la fenciclidina è un anestetico attualmente utilizzato per effetti veterinari e psicodislettici che possono generare alterazioni percettive, perdita di sensibilità, comportamento aggressivo e persino allucinazioni.

Tutti questi farmaci sono legali in alcune aree, alcuni dei quali possono essere facilmente ottenuti (ad esempio, ansiolitici) mentre altri sono legali solo in aree molto specifiche.

Differenze tra paesi: il caso della cannabis

Finora abbiamo parlato di sostanze consentite nella maggior parte del globo, sia a livello ricreativo che per altri scopi. Tuttavia, dobbiamo tenere a mente che la legge non è la stessa in tutte le parti del mondo. Quali farmaci sono considerati legali o meno dipenderanno dalla legislazione di ciascun paese. Uno dei casi in cui vediamo maggiormente questa variabilità è la cannabis, la cui considerazione legale varia molto nei diversi paesi del mondo.

Il caso più noto è quello dei Paesi Bassi, che consente l'acquisto e il consumo di cannabis nelle caffetterie. Anche a Washington e in Colorado, negli Stati Uniti o in Uruguay è consentito l'uso ricreativo (sebbene con restrizioni). In altri paesi, incluso il nostro, il consumo personale è depenalizzato a condizione che venga effettuato in luoghi privati. Consumo in pubblico, tuttavia, se vietato e illegale . Così è il raccolto, e ovviamente lo stesso accade con la sua vendita e distribuzione.

Inoltre, altre sostanze hanno cambiato il loro status legale in alcuni paesi. Negli Stati Uniti, ad esempio, la vendita di alcol era illegale durante la cosiddetta Ley Seca. L'alcol è anche proibito in alcuni paesi musulmani, per motivi religiosi, sebbene in altri paesi la legislazione lo consenta.

Falsi farmaci legali: "high legali"

Una menzione speciale merita un tipo di sostanze per uso ricreativo che, pur essendo vendute come legali, in realtà ciò che fanno è sfruttare il vuoto giuridico generato da poca conoscenza su di loro o perché sono così recenti che non ha ancora dato il tempo di essere bannato .

Si tratta di farmaci che sono chiamati ad essere regolamentati, e in molti casi vietati, e approfittano della lentezza delle amministrazioni al fine di stabilire leggi o regolamenti al riguardo per passare in modo legale. In realtà, si troverebbero in una situazione di negligenza: la legislazione non li contempla ancora. Ciò è dovuto a una sorta di escalation o competizione: poiché sono vietati e perseguono farmaci specifici, ne vengono creati altri che traggono vantaggio dalle lacune giuridiche.

Inoltre, approfittano di questo motivo per vendere di più: dichiarano di essere legali, quali fa credere al consumatore che il pericolo sia minimo . Tuttavia, in molti casi i loro effetti psicoattivi non sono noti e molti di loro hanno effetti devastanti su coloro che li consumano. Ad esempio, il noto farmaco cannibale o krokodil era all'epoca presunto, creato come un tentativo di sostituire l'eroina già perseguitata.

Riferimenti bibliografici:

  • Gahlinger, P.M. (2001). Droghe illegali: una guida completa alla loro storia, chimica, uso e abuso. Sagebrush Press (UT).
  • Fox, Thomas Peter; Oliver, Govind; Ellis, Sophie Marie (2013). "La capacità distruttiva di abuso di droghe: una panoramica che esplora il potenziale nocivo dell'abuso di droghe sia per l'individuo che per la società". Dipendenza da ISRN. 2013: pp. 1 - 6.
  • Teale P, Scarth J, Hudson S (2012). "Impatto dell'emergenza di farmaci firmati su test antidoping sportivi". Analisi biologiche. 4 (1): pp. 71-88.

euronews right on - Smart drugs, le droghe legali che fanno discutere l'Europa (Luglio 2024).


Articoli Correlati