yes, therapy helps!
Gli effetti psicologici dell'incarcerazione: cosa succede nelle menti dei detenuti?

Gli effetti psicologici dell'incarcerazione: cosa succede nelle menti dei detenuti?

Agosto 20, 2019

Il fatto di essere imprigionato e privato della libertà Porta con sé importanti conseguenze psicologiche. Questi possono sviluppare una catena di reazioni e distorsioni affettive, cognitive, emotive e percettive, tutto questo causato dalla tensione emotiva all'interno dell'ambiente penitenziario. Inoltre, è necessaria una capacità di adattamento e di resilienza per sostenere l'espropriazione della famiglia e dei propri simboli esteriori.

In questo articolo vedremo quali sono gli effetti psicologici dell'incarcerazione e il modo in cui questa situazione influisce sulle menti dei detenuti.

  • Articolo correlato: "I 13 tipi di prigioni (e i loro effetti psichici)"

La prigionia

C'è una variabile chiamata prisionalizzazione che interviene nel comportamento dei detenuti. È il processo mediante il quale una persona assume inconsciamente il codice di condotta e i valori della sottocultura carceraria come un effetto di essere in contatto diretto con essa.


Una differenziazione può essere fatta tra una prisionalizzazione superficiale, che è il minimo necessario per una persona ad adattarsi all'ambiente carcerario, e una profonda, che sarebbe un'istituzionalizzazione. Ciò si verifica quando i comportamenti e le idee acquisiti superano l'individualità del detenuto.

D'altra parte, ci sono fattori che determinano il grado di prisionalizzazione negli individui:

  • personalità : parlare di maturità, intelligenza emotiva, capacità intellettuale, stabilità, ecc.
  • Insieme di circostanze esterne intorno alla persona: frequenza di rientro, durata del soggiorno, tipo di crimine e aspettative sia familiari che personali.
  • Età e livello culturale : inteso come esperienze personali e conoscenze e abilità, rispettivamente. Più esperienze, conoscenze e abilità hai, più facilmente ti adatti.

I tipi di criminali

Un'altra classificazione circa il grado di influenza della carcerazione riguarda il tipo di autore del reato a cui appartiene:


1. Delinquente principale

È la tua prima volta in prigione , mantiene comportamenti prosociali, quindi si rifiuta di aderire al codice carcerario. La prigionia ha un grande impatto.

2. Delinquente occasionale

Lui è un individuo che non ha problemi a vivere secondo le norme della società ma nel momento in cui viene data l'opportunità, commette un crimine. Di solito cerca di minimizzare l'atto e giustificarlo.

3. abusante abituale

Il crimine è come il tuo stile di vita ; Ritengono che le attività illegali diano loro maggiore soddisfazione rispetto alle attività legali. Hanno già completamente familiarità con le regole della prigione.

Si potrebbe dire che più è lungo il tempo in prigione, maggiore è il grado di prisionalizzazione. Anche se questo può essere vero, influisce anche sul fatto che il detenuto sa che sarà presto rilasciato dalla prigione e tornerà alla società. Quindi puoi iniziare a recuperare valori e atteggiamenti dimenticati o non applicati all'interno della prigione, prepararsi per un reinserimento e recuperare la sua vita .


Gli effetti psicologici della permanenza in carcere

Ora, andando agli effetti psicologici dei detenuti, questi sono i seguenti:

1. Ansia

Il livello a cui appare dipende dalle circostanze in cui si verifica l'imprigionamento e dalla personalità del soggetto stesso. Affrontano l'ignoto.

2. Depersonalizzazione

Perdita della tua individualità . Il fatto che quando entri in prigione, sei assegnato a un numero, a quello la tua persona è ridotta. Diventa anche parte di un collettivo respinto dalla società.

  • Articolo correlato: "Depersonalizzazione e derealizzazione: quando tutto sembra un sogno"

3. Perdita di privacy

Nasce dalla convivenza forzata con altri detenuti. Hanno poco o nessun tempo per concentrarsi su se stessi. Ciò è aggravato quando l'ambiente è violento e la tua sicurezza è a rischio.

4. Bassa autostima

È dato non soddisfacendo le proprie aspettative o frodando l'immagine che si aveva di se stessa e dal fatto di essere imprigionata. Tuttavia, ce ne sono molti altri la cui autostima non viene influenzata negativamente , dal momento che si sentono soddisfatti conducendo una vita criminale.

  • Forse sei interessato: "10 chiavi per aumentare la tua autostima in 30 giorni"

5. Mancanza di controllo sulla propria vita

Si verifica a causa di una certa incapacità di prendere decisioni personali, familiari o sociali; sì, ci può essere un margine di decisione, ma la gamma di opzioni non è eccezionale. Ciò che è più limitato è il controllo del detenuto prima dell'evoluzione degli eventi esterni. Questa situazione provoca frustrazione .

6. Assenza di aspettative

C'è poche aspettative nella vita del detenuto al di là del suo desiderio di libertà . Le persone sono condizionate da un'idea ricorrente: tutto il tempo che è stato perso e il modo più veloce per recuperarlo.

7. Cambiamenti nella sessualità

Ci può essere frustrazioni per non avere le solite routine sessuali possono comparire disfunzioni e il normale sviluppo di una pratica adeguata può essere bloccato.

La necessità di capire il detenuto

È necessaria un'analisi della storia personale e delle circostanze vitali che hanno portato la persona a commettere un crimine al fine di fornire un approccio terapeutico ottimale che tenga conto di tutti gli aspetti della sua personalità. È così che l'obiettivo del carcere può essere raggiunto direttamente: una rieducazione delle mancanze o dei valori persi e una successiva reintegrazione positiva nella società.

È essenziale che vi sia un intervento di qualità da parte di professionisti, in particolare psicologi, per promuovere il loro reinserimento sociale. L'ambiente carcerario può influenzare i detenuti in modo eccezionale ed è importante che, prima di essere rilasciati, recuperino la loro essenza positiva, ricostruiscono i valori e riaccontrano con se stessi.

Non è sufficiente presentare proposte generali per affrontare il problema, devi avere un piano personalizzato con ciascuno poiché hanno personalità e bisogni diversi. Anche se sono criminali, sono ancora esseri umani.


come si pratica il lavaggio del cervello (Agosto 2019).


Articoli Correlati