yes, therapy helps!
Le 5 leggi sacre dell'Islam (che devono essere rispettate da ogni musulmano)

Le 5 leggi sacre dell'Islam (che devono essere rispettate da ogni musulmano)

Marzo 9, 2021

La religione dell'Islam, come le 3 principali religioni monoteiste, si basa su diverse linee guida sacre per garantire la categoria di "fedeli" ad essa. Nel caso particolare in cui uno qualsiasi di questi regolamenti prevalenti viene violato, il soggetto sarà dichiarato impuro.

Al momento, ci sono molti studiosi e specialisti in teologia islamica che aprono un varco tra il sacro e l'interpretabile perché, come accade con la giurisprudenza, ogni legge è vittima della manipolazione. Tuttavia, nell'islam troviamo qualche unanimità quando si tratta di dichiarare i 5 pilastri fondamentali e inconfutabili per professare quella fede.

  • Articolo correlato: "Le 6 differenze tra essere arabo e musulmano"

Quando è stato fondato l'Islam?

È universalmente riconosciuto che l'Islam è l'ultima religione che discende dal cielo per rivelare il suo messaggio all'ultimo grande profeta, Maometto. . Questa religione semitica (contrariamente a quanto molti pensano) fu creata intorno all'anno 622 in Arabia Saudita, esattamente nella città di La Mecca.


La prima premessa che l'Islam proclama e che chiunque dovrebbe riconoscere quando lo studia, è l'accettazione di "Allah come unico Dio e Maometto come suo ultimo messaggero". D'altra parte, il Corano è il libro dogmatico su cui è basato, sebbene il resto dei profeti ebrei e cristiani siano ugualmente riconosciuti, così come la Bibbia e la Torah.

I 5 pilastri incondizionati dell'Islam

Come potrebbe essere la diretta analogia con il cristianesimo e i suoi 10 comandamenti, nell'Islam, sono stati istituiti solo 5 pilastri che supportano tutte le basi e le ragioni per essere . Nelle righe seguenti spiegheremo in dettaglio cosa sono.

1. La "shahada" (testimonianza)

Il primo dei pilastri, come abbiamo discusso nell'introduzione, presuppone l'accettazione e la sottomissione dell'esistenza di Allah come l'unico e legittimo Dio negando così il politeismo e riconoscendo nello stesso modo in cui Maometto è l'ultimo profeta e l'unico a credere.


2. Il "salat" (esercita la preghiera)

Nel Corano è enfatizzato con grande trascendenza in questo punto, assicurando che "chiunque si priva di salat sarà privato del paradiso" . Durante la prima espansione dell'Islam, la preghiera iniziale consisteva nell'eseguire fino a 30 volte circa. Dio, dicono gli storici esperti, ha declassato quella serie 5 volte per compiacere i suoi fedeli seguaci.

Queste cinque frasi sono basate sul tempo solare, che cambia durante l'anno. La prima frase coincide con alba (alba), mezzogiorno, metà pomeriggio, crepuscolo e notte, sempre orientata verso la Mecca.

3. Lo "zakat" (fai l'elemosina)

È riconosciuto come una tassa che i fedeli devono depositare sui loro beni privati . Cioè, una percentuale minima sul valore del denaro che hai, veicolo o qualsiasi altro tipo di proprietà. In teoria è il 3% del totale di tutti i beni, ma la volontà di ciascun musulmano è a sua discrezione, essendo in grado di contribuire più del previsto.


4. Il "sawm" (veloce)

Sicuramente, insieme alla preghiera, è il secondo pilastro più importante, poiché richiede un esercizio sacrificale che giudicherà la devozione dei musulmani . Il mese del Ramadan (mese sacro) include questo comandamento, che consiste nel digiunare acqua e cibo per tutto il giorno, senza eccezioni; dall'alba al tramonto per non meno di 29 giorni e non più di 30.

5. Il "hajj" (pellegrinaggio al luogo sacro)

L'ultimo ma non meno importante delle leggi sacre che si chiudono con questo capitolo dei 5 pilastri . Ci sono specificamente tre luoghi sacri per i musulmani: Mecca e Medina in primo luogo, perché era la pietra che Adam stesso ha costruito come un santuario sacro (la Kaaba) e il luogo in cui l'Islam è nato. Poi c'è Gerusalemme (Al-Quds in arabo), dove si trova la moschea dalla cupola dorata, poiché da lì Muhammad salì al cielo.

Alcune considerazioni

Sebbene in molte occasioni le religioni possano essere intransigenti, nel caso che ci occupi delle 5 leggi sacre dell'Islam, ci sono alcune eccezioni al loro adempimento. Ad esempio, nel caso della beneficenza, coloro che si trovano in una situazione che copra le loro spese di sostentamento sono esentati.

Ai punti 4 e 5 (preghiera e pellegrinaggio) succede qualcosa di simile. Se una persona soffre di qualsiasi tipo di patologia o limitazione fisica, è anche perdonato per aver praticato il digiuno . Certo, è obbligato a rimediare alla sua eccezione nutrendo i bisognosi. Il pellegrinaggio deve essere fatto fintanto che le risorse sono disponibili per esso.

Al punto 3 non vi è alcun tipo di perdono e / o scusa per evitare la loro pratica, perché sebbene una persona abbia ridotta mobilità o altre difficoltà fisiche, il Corano consiglia di pregare nel modo più comodo possibile, seduto ad esempio.


Il Corano secondo l'Imam, cosa c'è scritto davvero (Marzo 2021).


Articoli Correlati