yes, therapy helps!
Come insegnare ai tuoi figli a tollerare la frustrazione, in 6 passi

Come insegnare ai tuoi figli a tollerare la frustrazione, in 6 passi

Marzo 9, 2021

I genitori vogliono il meglio per i nostri figli e nel tentativo di dare loro tutto, possiamo cadere nell'errore di non permettere che si sviluppino come persone o permettano loro di sperimentare la vita per se stessi. Questi comportamenti, che possono sembrare grandi segni di amore e protezione, nel lungo periodo fanno sì che i bambini non acquisiscano alcune abilità di coping della vita che potrebbero essere utili nel loro futuro, quando dipendono solo da loro stessi.

Una di queste abilità è la tolleranza alla frustrazione , che è intimamente correlato alla capacità di recupero e alla capacità delle persone di far fronte a situazioni meno piacevoli. Le persone con scarsa tolleranza alla frustrazione hanno serie difficoltà a controllare le proprie emozioni, sono molto vulnerabili al dolore emotivo, sono impulsive e impazienti e hanno difficoltà ad adattarsi ai cambiamenti dell'ambiente.


Articolo correlato: "Che cos'è la frustrazione e in che modo influisce sulla nostra vita?"

Imparare a tollerare la frustrazione è la chiave per il benessere dei bambini

La tolleranza alla frustrazione è un concetto sviluppato da Albert Ellis, un noto psicologo di cui abbiamo parlato nel nostro articolo "Rational Emotive Behavior Therapy (TREC) di Albert Ellis".

Ed è che la frustrazione duratura o tollerante è necessaria per affrontare le avversità che la vita può presentare o i tempi brutti che a volte dobbiamo vivere. Altrimenti, possiamo diventare vulnerabili in queste situazioni o persone emotivamente dipendenti nelle relazioni interpersonali. La vita a volte ci pone problemi e dobbiamo essere in grado di affrontarli e risolverli invece di scappare da loro.


Quando le cose non vanno come vogliamo o le aspettative che avevamo in mente non vengono soddisfatte, può apparire la frustrazione che, se non tollerata, lascia il posto alla tristezza, alla delusione, all'ansia, alla delusione e alla delusione.

pertanto, Tollerare la frustrazione significa essere in grado di affrontare i problemi che si presentano nonostante il disagio e il dolore che provoca, che ci permette di adattarci meglio alle situazioni e, quindi, reagire in modo appropriato. Quando si tratta di educare le nuove generazioni, questo è estremamente importante.

  • Articolo rlacionado: "Persone emotivamente mature: 6 caratteristiche che li definiscono"

Chiavi per insegnare ai tuoi figli a tollerare la frustrazione

Fortunatamente, è possibile lavorare con tolleranza alla frustrazione. Nelle seguenti righe ti diamo alcune chiavi per educare i tuoi figli a essere più tolleranti nei confronti della frustrazione .


1. Educare con valori come lo sforzo

Quando educiamo nostro figlio, dobbiamo pensare ai valori che sta acquisendo. Potremmo pensare che dargli i migliori vestiti o giocattoli che desidera senza sforzo sia l'azione di un buon padre. Tuttavia, dobbiamo educarlo in un modo che comprenda che le cose che riceve sono il risultato del suo sforzo . In questo modo, imparerai che nella vita, se vuoi qualcosa, devi lottare per questo. I regali non verranno sempre a te.

  • Articolo correlato: "Educare per formare figli indipendenti e autonomi"

2. Insegnarti a segnarti e raggiungere obiettivi realistici

La frustrazione appare molte volte perché fissiamo obiettivi irrazionali e irraggiungibili. Quando abbiamo aspettative molto alte e non le adempiamo, allora possiamo soffrire per questo. Stabilire obiettivi realistici e realizzarli ci insegna ad essere maturi e razionali, e chiarisce che dobbiamo evitare quelle situazioni che ci portano a sentirci frustrati e, quindi, a soffrire.

3. Essere coerenti e dare un esempio

Quando si tratta di educare un bambino, dobbiamo essere sempre coerenti con ciò che diciamo, perché noi siamo modelli per loro . Se intendiamo educarli ai valori e quindi non siamo in grado di applicare ciò che stiamo insegnando loro, l'apprendimento non si verificherà. Pertanto, il nostro modo di agire influisce sul modo in cui i nostri figli si sviluppano, perché l'apprendimento vicario è particolarmente importante in queste età.

Articolo correlato: "Apprendimento vicariato: osservando gli altri per educarci"

4. Non cedere alle capricci

Fare i capricci è un modo per rafforzare i comportamenti negativi, e fa sì che un bambino impari che può ottenere ciò che vuole semplicemente piangendo o con scoppi d'ira. Quando cediamo alle sue bizze , ti stiamo inviando il messaggio che puoi ottenere quello che vuoi agendo in questo modo, e non ti lasceremo il tempo di riflettere sulla frustrazione di non farla franca. A volte, soffrire un po 'è un bene per l'apprendimento di lezioni preziose.

5. Stabilisci dei limiti per il tuo bambino

I bambini e gli adolescenti devono avere limiti chiari per sapere come agire. Ciò non significa che dovremmo essere autoritari con loro, basta far capire loro che ci sono determinati comportamenti che hanno conseguenze negative per loro.

Se diamo un bambino a maniche larghe per fare ciò che vuole, lui riuscirà sempre a farla franca e, quindi, non valuterà nulla. Quando ti trovi in ​​situazioni in cui le cose non vanno come vuoi, sentirai un grande senso di fallimento perché non hai imparato dalle spiacevoli esperienze del passato.

6. Aiuta a imparare dalla frustrazione

Seguendo il punto precedente, le esperienze difficili sono una grande opportunità per imparare cose nuove , anche se molte volte non siamo consapevoli, il dolore viene anche appreso. In realtà, l'apprendimento esperienziale è uno dei modi migliori per imparare. Ora, a patto che impariamo dall'esperienza attraverso l'auto-riflessione.

  • Articolo correlato: "Sviluppo personale: 5 motivi per l'auto-riflessione"

La “sindrome del bambino viziato” è generata dai genitori (Marzo 2021).


Articoli Correlati