yes, therapy helps!
Il preoccupante tasso di disoccupazione negli psicologi spagnoli

Il preoccupante tasso di disoccupazione negli psicologi spagnoli

Settembre 20, 2019

La psicologia è un campo di studio che fin dall'antichità ha interessato l'essere umano. Gli studi universitari in questo ramo della scienza tendono ad avere una forte domanda : ci sono molti psicologi che si diplomano ogni anno e molti altri che iniziano i loro studi in questa carriera.

Tuttavia, non tutto è semplicemente amore per la conoscenza teorica; sebbene in alcuni casi sia fatto solo per interesse intellettuale o per altri motivi, la stragrande maggioranza degli studenti universitari viene addestrata allo scopo di poter svolgere un'attività lavorativa in un campo che li interessa. Sfortunatamente, l'ingresso nel mercato del lavoro una volta completato gli studi non offre così tanti sbocchi per i professionisti della psicologia, specialmente dopo la crisi economica iniziata nel 2007.


Il preoccupante tasso di disoccupazione degli psicologi spagnoli ha sollevato l'allarme sia negli studenti che nelle persone con formazione sul campo che sono disoccupati o che vedono limitate le loro opzioni per cambiare il loro posto di lavoro. È una situazione che colpisce un gran numero di professionisti che non trovano uno spazio in cui esercitare la loro professione in modo dignitoso.

  • Articolo correlato: "Perché studiare psicologia? 10 punti che dovresti valutare"

Studi e mercato del lavoro: situazioni disparate

Se osserviamo sia il mondo accademico che il mercato del lavoro, è possibile notare l'esistenza di una grande disparità nel rapporto tra offerta e domanda. Mentre la formazione universitaria in psicologia è molto richiesta e le università hanno risposto di conseguenza, nell'attuale mercato del lavoro la situazione è complessa e non offre così tante alternative ai professionisti del settore.


Questo porta all'esistenza di una grande competitività quando si tratta di ottenere il lavoro , praticamente richiedendo la realizzazione di corsi di formazione sotto forma di numerosi diplomi post-laurea e master per distinguersi dal gran numero di concorrenti che potrebbero sorgere per la stessa posizione ... e talvolta anche in questo modo non si fanno progressi importanti sotto forma di occupabilità. Forse l'unico ramo della Psicologia in cui ciò non accade è quello organizzativo, molto orientato verso le Risorse Umane.

Sebbene fortunatamente all'interno della psicologia ci siano più aree in cui è possibile specializzarsi, il che fa sì che alcuni settori abbiano una relazione più stretta con la domanda, la stragrande maggioranza dei professionisti ha grandi difficoltà nel trovare un lavoro .

La situazione della psicologia in Spagna: la disoccupazione

La situazione lavorativa degli psicologi in questo paese, specialmente nel campo della salute mentale, è paradossale. Ed è quello in Spagna c'è un grande bisogno sociale di assistenza psicologica , un bisogno che è sempre più grande e più evidente. Si stima che una persona su quattro avrà qualche tipo di problema che richiede attenzione psicologica nel corso della propria vita (in particolare ansia e disturbi dell'umore).


La Spagna ha circa 4 psicologi per 100.000 abitanti , quattro volte inferiore alla media europea (stimata in 18 su 100.000). Questa cifra è del tutto insufficiente per giustificare l'esigenza di attenzione professionale della popolazione. Questo fa sì che ci siano grandi liste d'attesa nella sanità pubblica per ricevere un trattamento psicologico, mentre solo 128 nuovi posti pubblici sono stati offerti ogni anno, con un gran numero di professionisti.

Il risultato è quello Molti pazienti hanno bisogno di ricorrere alla pratica privata se vogliono arrivare a fare esercizio o ricevere cure.

Sebbene in altre aree lontane dalla clinica la situazione sia un po 'migliore, ci sono molte offerte di lavoro nel campo delle risorse umane e del mondo della compagnia, questa traiettoria tende a non essere la preferita dagli studenti che iniziano la corsa università in psicologia

Evoluzione della disoccupazione tra gli psicologi

Negli ultimi anni la situazione per gli psicologi è leggermente migliorata, osservando un piccolo aumento delle assunzioni durante il mese di febbraio di quest'anno rispetto al mese di gennaio o l'anno scorso. Tuttavia, questo non implica che il problema sia risolto.

Secondo i dati del servizio pubblico per l'occupazione (SEPE), è attualmente stimato che circa 12.152 professionisti registrati sono disoccupati . C'è un netto miglioramento rispetto a 14.088 l'anno scorso o 16.800 nel 2014, ma la situazione rimane critica.

Devi anche tener conto della differenza tra laureati e laureati.I cambiamenti nelle materie educative subite dall'educazione universitaria con l'attuazione del piano di Bologna hanno portato all'emergere del Corso di laurea in Psicologia, formazione universitaria che consente di ottenere il titolo di psicologo. Tuttavia, è possibile osservare che attualmente c'è una tendenza per i laureati ad avere un tasso di occupazione più alto rispetto ai laureati. Basso il tasso di disoccupazione tra i laureati e aumentare i laureati , sebbene ciò possa anche essere dovuto al minor tempo nel secondo mercato.

Inoltre, il fatto che il Master in Psicologia della salute generale e la pratica professionale della psicologia clinica al di fuori di questo master o del sistema di addestramento PIR sarebbe messa al bando (anche se i professionisti che soddisfacevano certe condizioni potevano ottenere un accreditamento che permettesse loro di continuare a praticare professionalmente), ciò rendeva necessaria una performance più elevata e competizione per poter esercitare come professionisti nel settore sanitario (il più richiesto).

Un altro problema che i professionisti della psicologia di solito trovano è che anche se riescono a trovare offerte di lavoro legate al loro settore professionale, questo lavoro tende ad essere temporaneo . Pertanto, l'insicurezza del lavoro è una preoccupazione costante in questo settore, come in altre professioni legate al mondo della salute.

Sono necessarie nuove misure politiche

Da quanto visto, sembra che la deriva del mercato del lavoro non sarà sufficiente per offrire un tasso di occupazione minimo che soddisfi la domanda. Sono necessari cambiamenti strutturali per trovare una via d'uscita a medio termine, perché è in gioco il futuro di un'intera generazione di psicologi a livello nazionale .


LE FALLE NEL SISTEMA - Alberto Micalizzi (Settembre 2019).


Articoli Correlati