yes, therapy helps!
Blocco dello scrittore: 4 consigli per recuperare ispirazione

Blocco dello scrittore: 4 consigli per recuperare ispirazione

Giugno 14, 2024

Il blocco dello scrittore è uno dei fenomeni più spiacevoli con cui può capitare alla maggior parte delle persone che devono scrivere in modo creativo con una certa frequenza. Inoltre, è un'esperienza frustrante, poiché crea l'illusione che non si è in grado di avanzare minimamente con la scrittura del testo, e questo complica ulteriormente le cose, creando un circolo vizioso.

È chiaro che il blocco dello scrittore non può essere risolto in pochi secondi, ma ci sono alcune strategie che possono essere utilizzate per massimizzare le possibilità di ritorno dell'ispirazione.

  • Articolo correlato: "La psicologia della creatività e del pensiero creativo"

Perché appare il blocco dello scrittore?

Il blocco dello scrittore è, come suggerisce il nome, il fenomeno che si verifica quando qualcuno che deve scrivere un testo originale (indipendentemente dalla sua estensione) non è in grado di scrivere nemmeno alcuni paragrafi che rispettano un minimo di coerenza interna o di interesse.


In breve, è la mancanza di idee concrete da cui iniziare a scrivere qualcosa. Una persona può essere più o meno chiara su ciò di cui vuole parlare, ma le parole semplicemente non fluiscono. Può accadere anche nelle persone più creative, poiché l'ispirazione è qualcosa di profondamente contestuale, non nasce individualmente da ciascuna di esse. L'ambiente, ciò che viene fatto e ciò che viene pensato a ciò che viene fatto, sono elementi che influenzano molto.

Di solito, il blocco dello scrittore è qualcosa che si basa molto sulla suggestione e nel fenomeno noto come profezia che si autoavvera: il fatto di pensare a ciò che sta accadendo e categorizzarlo come un blocco rende il problema un po 'più complicato, poiché questo influenza la sensazione di autoefficacia e fa apparire una certa ansia. finire rivendicando l'attenzione che dovrebbe essere destinata alla creatività.


Pertanto, dobbiamo essere chiari sul fatto che il blocco dello scrittore può essere dovuto a molte cose, ma non è mai dovuto all'impossibilità di scrivere qualcosa di creativo o originale: questo è qualcosa che può essere fatto praticamente da chiunque abbia abilità cognitive non influenzate. Il problema non è nella mancanza di cose da dire, ma in altre cose che hanno a che fare con due processi paralleli: la mancanza di referenti e le distrazioni.

Suggerimenti per recuperare ispirazione

È qualcosa che si differenzia qualitativamente dal resto delle difficoltà che hanno a che fare con la scrittura. Se sei stanco, scrivi più lentamente; se non hai tempo, pensi a ciò che stai per scrivere o prendere appunti qua e là, ma se appare il blocco dello scrittore, praticamente nulla è avanzato quando si cerca di essere creativi .

Quindi, dove si verifica questo tipo di blocco, non è possibile avere un buon punto di partenza da cui un testo può essere diviso. Gli sforzi per risolvere questo problema devono essere focalizzati sulla fornitura di questo supporto fondamentale che, una volta superato, lascia il posto a una fase in cui la scrittura è molto più semplice. Vediamo diverse linee guida da seguire.


1. Decidi la tua strategia: giardiniere o architetto

Secondo il famoso scrittore George R. R. Martin, c'è due tipi di scrittori: architetti e giardinieri . I primi pianificano prima la struttura fondamentale di ciò che vogliono spiegare e poi lo mettono in parole, i secondi iniziano con un elemento narrativo e, da quello, sviluppano un testo, in modo molto spontaneo, basato su ciò che sta suggerendo quello che scrivono.

Essere chiari a quale di queste due strategie fa parte è molto utile. Scegline uno e sii fedele ad esso, poiché altrimenti il ​​semplice dubbio su quale seguire ti farà perdere più tempo e ti frustrerà di più.

2. Cerca la mancanza di motivazione

È possibile che una parte del blocco dello scrittore che si sperimenta sia perché ciò che pensi che stai per scrivere non ti motiva, quindi il desiderio di affrontare quella sfida creativa non sorge spontaneamente, poiché richiede un certo sforzo. Se è così, cercare piccoli elementi che ti interessano e tu pensi che possano adattarsi bene e arricchire il testo, includendoli, o farne uno parte di quel "inizio" per le prime linee.

3. Rimanda il perfezionismo e scrivi (quasi) qualsiasi cosa

Non puoi essere un perfezionista con qualcosa che non esiste perché non è stato ancora creato. Tuttavia, gli effetti di un eccesso di perfezionismo si fanno sentire prima di iniziare a scrivere: concretamente, rende l'inizio più difficile. Ecco perché è buono ridurre la qualità minima richiesta per le prime linee .

Probabilmente ciò che emergerà sarà molto imperfetto, ma almeno fornirà già una base per la costruzione del resto del testo.Anche se nulla che è stato creato nella prima sessione di scrittura sopravvive alla fine del processo creativo, avrà avuto un grande valore.

  • Forse ti interessa: "La personalità perfezionista: gli svantaggi del perfezionismo"

4. Disconnettersi completamente

Un'altra opzione è smettere di ossessionare con la scrittura e fare qualsiasi altra cosa, specialmente se è rilassante e in un ambiente in cui è facile disconnettersi. In questo modo l'angoscia sul blocco dello scrittore diminuirà e sarà più facile affrontare questo compito in futuro.


Come trovare nuove idee per un blog aziendale (Giugno 2024).


Articoli Correlati