yes, therapy helps!
Perché le persone più intelligenti cadono più nell'infedeltà

Perché le persone più intelligenti cadono più nell'infedeltà

Potrebbe 10, 2024

L'intelligenza è uno dei tratti psicologici più interessanti esiste Conoscere le nostre capacità cognitive ci consente di conoscere fino a che punto siamo capaci di adattarci a nuove sfide, ambienti mutevoli e, in generale, a situazioni che richiedono un certo grado di improvvisazione.

Ma un altro aspetto affascinante dell'intelligenza è che statisticamente spesso va di pari passo con molte altre caratteristiche personali, fisiche, sociali e psicologiche. Ad esempio, le persone con punteggi più alti nei test di intelligenza tendono a vivere più a lungo, guadagnare più denaro e avere un aspetto fisico migliore.

Nel mondo dell'amore e della ricerca di un partner, questo ha anche implicazioni curiose. Ad esempio, è stato visto che le persone più intelligenti tendono ad essere più infedeli rispetto alla media, un modello che è particolarmente accentuato nel caso delle donne. Perché succede?


  • Articolo correlato: "Infedeltà: il secondo problema più importante nelle relazioni"

La relazione tra intelligenza e infedeltà

Qualche anno fa, lo psicologo Satoshi Kanazawa ha dimostrato che, secondo i dati del General Social Surveys, le persone che rispondono "sì" alla domanda "Hai mai avuto una relazione al di fuori della coppia?" Tendono a ottenere punteggi significativamente più alti nei test di intelligenza, comprese le variabili di controllo come la classe sociale, l'etnia, il livello di istruzione e, naturalmente, l'età.

Questa differenza era un po 'più grande nel caso delle donne. Nel loro caso, coloro che avevano commesso un'infedeltà superata in 3 QI indicano coloro che avevano adempiuto il loro impegno, mentre nel caso degli uomini la differenza era di due punti.


Kanazawa riconosce che non ci sono dati che indichino chiaramente perché esista una tale relazione diretta tra intelligenza e propensione all'infedeltà, ma delinea alcune ipotesi che potrebbero indicare la giusta direzione.

  • Articolo correlato: "Fedeltà: una parola antiquata?"

Attrattività, intelligenza e generi

In primo luogo, il ricercatore sottolinea un fatto che negli anni è stato ampiamente dimostrato: in generale, le persone più intelligenti tendono ad essere più alte e più attraenti rispetto agli altri.

Ciò significa, tra le altre cose, che è meno costoso trovare qualcuno interessato ad avere relazioni con loro. Lo stereotipo di persone non attraenti che sono molto intelligenti "per compensare" non è confermato dai dati che la realtà ci offre, almeno per il momento.

D'altra parte, come psicologo evoluzionista, Kanazawa è convinto che, per quanto riguarda il comportamento sessuale, le donne hanno il maggior potere, dal momento che sono loro che scelgono come e dove si svolgono gli incontri.


Da qui, Kanazawa disegna una riflessione interessante. Anche se sembra contraddittorio, gli uomini più intelligenti tendono a valutare di più la monogamia e la fedeltà, cosa che non accade con i rappresentanti con un QI più elevato dell'altro sesso. Tuttavia, come abbiamo visto, sia gli uomini che le donne con alti punteggi di intelligenza tendono a rompere quell'impegno di fedeltà. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le donne con un QI più elevato hanno più opportunità di essere attraenti e di rompere l'esclusività sessuale.

Per quanto riguarda quest'ultimo, il fatto che apprezzino maggiormente l'esclusività sessuale potrebbe spiegare perché anche i più intelligenti (e potenzialmente attraenti) tendono ad avere meno avventure. D'altra parte, Kanazawa sottolinea che, poiché gli uomini hanno meno possibilità di scelta nel comportamento sessuale, non possono essere così coerenti con i loro ideali e valori, partendo dal presupposto che per seguire rigorosamente i propri valori è necessario avere un controllo in quell'area della vita; in questo caso, quello sessuale.

  • Potresti essere interessato: "Gli uomini o le donne sono più infedeli?"

Una domanda di tentazioni

Quindi, le ipotesi verso le quali Kanazawa ha a che fare con il grado in cui le persone più intelligenti devono dire "no" a un numero maggiore di occasioni per commettere infedeltà. Le donne con un QI più elevato non attribuiscono valore all'esclusività sessuale più della media, e quindi sono in qualche modo più esposte alla tentazione, mentre negli uomini quella desiderabilità associata all'intelligenza è parzialmente attenuata dalla loro valutazione positiva di monogamia in senso "ideale".

Certo, ci sono ancora molte incognite da risolvere. Ad esempio, se questo modello di comportamento, o relazione tra QI e attività sessuale, è rispettato in tutte le culture (probabilmente no).È anche necessario avere maggiori informazioni su come l'attrattiva sessuale e la propensione all'infedeltà siano correlate: al momento sono stati incrociati solo i dati relativi al secondo e al livello del QI.

È necessario ricordare, infine, che stiamo parlando solo di numeri, modelli statistici. È chiaro che ogni caso è unico e una persona non è predestinata ad essere infedele per essere dotata, al di fuori di essa. Tuttavia, in generale, i più intelligenti, possibilmente, hanno avuto più opportunità di dire "no" a offerte che sembravano irresistibili.


Perché le star dello show-business stanno scomparendo, giornalisti, politici e altre celebrità. (Potrebbe 2024).


Articoli Correlati