yes, therapy helps!
Perché superare la morte di un cane è così complicato

Perché superare la morte di un cane è così complicato

Dicembre 7, 2021

Può essere difficile per chi non ha mai avuto un animale domestico da capire, ma la morte di un cane può influenzare più di quella di una persona con cui c'era un trattamento vicino e praticamente quotidiano, o almeno paragonabile al dolore di quel tipo di lutto.

Perché succede? Dopotutto, da una prospettiva evolutiva non ha molto senso: dedichiamo tempo e sforzi per mantenere un legame affettivo con una specie che non è nostra e, quando l'animale muore, sacrifichiamo anche parte del nostro benessere per piangere la sua morte.

Forse questo dubbio è stato erroneamente sollevato. Avere un'amicizia con un cane non significa seguire una strategia di costi-benefici in cui ci prendiamo cura dell'animale per ottenere un prodotto in cambio. Cioè, forse, cosa succederebbe se un cane fosse solo questo, un cane. Ma non è così: il nostro partner è molto più di un animale domestico.


Ciò che rende i cani speciali

C'è qualcosa che distingue i cani dal resto degli animali che sono stati tradizionalmente curati e addomesticati dagli umani: hanno avuto molto tempo per evolversi. In quasi ogni modo, il cane domestico è stato trasformato nel compagno perfetto , un animale che, nonostante non sia in grado di pensare in modo astratto che abbiamo, è capace di cambiare il suo comportamento di fronte alla morte o alla prolungata assenza del suo fedele amico.

Come dimenticare, per esempio, il caso di Hachikō, il cane Akita che trascorse gli ultimi 9 anni della sua vita a rimanere alla stazione ferroviaria per la quale il suo padrone non aveva più lasciato la nave a causa della sua morte.


Ciò che rende questo animale unico, e ciò che rende la sua perdita così dolorosa, è che creano spontaneamente legami affettivi con altre specie senza la necessità di un addestramento speciale. In effetti, è stato dimostrato che il semplice fatto di guardare negli occhi di un cane per lunghi periodi Fa sì che il tuo cervello cominci a comportarsi come fa l'essere umano che tiene gli occhi fissi sui suoi occhi: l'ossitocina, l'ormone dell'amore, inizia a essere prodotta in grandi quantità, e sia l'essere umano sia il possibile coordinano questo Ciclo ormonale

  • Articolo correlato: "L'amore può esistere tra le specie?" La ricerca supporta "sì" "

L'evoluzione del migliore amico dell'uomo

Alcuni biologi e antropologi, come Brian Hare, credono che il cane domestico si sia evoluto dalle specie del lupo per sopravvivere al lato della nostra specie lasciandosi alle spalle la sua aggressività e il suo carattere territoriale.


Il carattere socievole del lupo è stato preservato ma attraverso i 10.000 anni di storia trascorsi dalla prima addomesticazione del cane questi animali hanno iniziato a sviluppare altre caratteristiche psicologiche che li hanno avvicinati a noi: sono diventati più curiosi che riservati, più giocosi che ostili, più tollerante al cambiamento e, quindi, molto più probabile che apprenda cose nuove dalla mano di un'altra specie.

In un certo senso, una caratteristica umana, la possibilità di creare società e di trasformare l'ambiente, è servita a modificare il DNA di una parte della popolazione di lupi, facendo sì che questi animali trovassero il loro posto prima nelle tribù e poi nella civiltà.

Il duello per gli animali domestici

Conoscere tutto quanto sopra ci permette di capire meglio perché la morte di un cane ci colpisce così tanto. Fondamentalmente, perché a causa della sua natura spontanea e della sua ignoranza di sofisticate norme sociali , i ma sono diventati amici e compagni perfetti.

Non sono abbastanza individualisti da non reagire in alcun modo alla presenza umana o addirittura evitarla, né abbastanza umano da preoccuparsi della loro immagine sociale, cadere in pregiudizi o stereotipi o manipolare cercando di conquistare l'amicizia di qualcuno per cambiare un obiettivo a lungo termine.

Quando un cane muore, stiamo perdendo un essere che ci ha offerto una società totalmente basata sul qui e ora, nei piccoli momenti, e che apprezza tutte le forme di spontaneità senza preoccuparsi di ciò che gli altri penseranno. In molti modi, I cani ci permettono di avere l'amicizia di qualcuno senza dover rinunciare a chi siamo nella nostra vita privata.

È probabile che molte altre persone non capiscano che il lutto per animali domestici è particolarmente difficile nei casi in cui si tratta di un cane che è morto, e in alcuni casi possono pensare segretamente che stiamo agendo in modo teatrale. Tuttavia, vale la pena sapere che provare un dolore emotivo profondo è assolutamente normale e legittimo in quei casi, e che niente e nessuno ha il diritto di mettere in dubbio l'autenticità del momento.


Come superare la morte del proprio cane (Dicembre 2021).


Articoli Correlati