yes, therapy helps!
Lo strano caso di Noah, il bambino senza cervello

Lo strano caso di Noah, il bambino senza cervello

Gennaio 20, 2020

Ancora una volta, la realtà supera di nuovo la finzione. Quando a Rob, 50 e Shelly, 44 anni, è stato detto che il loro figlio di 12 settimane è nato con una tremenda disabilità fisica, i medici hanno raccomandato di prepararsi al peggio.

Noah, come viene chiamato il bambino della coppia, era praticamente senza cervello. Dalle prime radiografie è stata rilevata un'anomalia dello sviluppo fetale a causa di una disfunzione tra la spina bifida e l'idrocefalo. Il risultato: la combinazione di quelle complicazioni mediche lo avevano lasciato con solo il 2% di funzionalità cerebrale .

La cosa insolita è che, nonostante questo deficit molto importante, Noah ha continuato a crescere e imparare, un fatto che ha prodotto che il suo è noto come un caso di "bambino senza cervello" il cui sviluppo fisico e intellettuale progredisce incredibilmente.


  • Articolo correlato: "Il caso insolito di una donna senza cervelletto che ha sorpreso la comunità scientifica"

Cos'è la spina bifida e l'idrocefalo?

L'idrocefalo è un altro sintomo della scarsa formazione del cervello, che dipende direttamente dalla spina bifida. Questo è un eccesso di liquido cerebrospinale all'interno del cranio. Letteralmente, idrocefalo significa "acqua nel cervello". Nel caso di Noè, la pressione esercitata da questa sostanza può far sì che il cervello non si formi bene avendo molto meno spazio da sviluppare.

D'altra parte, la spina bifida è una degenerazione genetica che colpisce la malformazione del midollo spinale, del cervello o anche delle meningi (lo strato protettivo che ricopre il cervello). Lo è un difetto del tubo neurale molto comune tra i bambini , specialmente nei paesi occidentali, dove alcune coppie accettano di concepire bambini in età avanzata.


Incredibile come potrebbe sembrare e nonostante il grande progresso e lo sviluppo esponenziale della scienza e della ricerca, esperti medici Le cause esatte della spina bifida rimangono sconosciute . In altre parole, è un mistero.

Sono stati effettuati studi e ricerche approfonditi per risolvere il problema, ma nessuno sa cosa causi l'interruzione completa della chiusura del tubo neurale, causando le suddette malformazioni. Solo alcuni scienziati hanno indicato alcuni fattori ambientali, nutrizionali o anche genetici per dare un approccio solido. La dieta della madre durante la gravidanza, l'ambiente o l'eredità genetica può svolgere un ruolo cruciale nella malformazione del cervello del bambino.

  • Articolo correlato: "Come prendersi cura durante il primo mese di gravidanza: 9 consigli"

Perché Noah è straordinario?

"Abbiamo iniziato a organizzare e preparare il funerale mentre era incinta", dice la madre. I medici le hanno dato non mesi o anni, ma giorni di vita direttamente dopo la nascita, e in diverse occasioni hanno raccomandato un aborto.


Test e radiografie hanno dimostrato che nel cranio di Noè c'era un eccesso di liquido , sopra la quantità di sostanza grigia normale. Per essere un po 'più grafico, la dimensione del cranio del bambino non era più grande di quella di un pompelmo.

Tuttavia, i genitori andarono avanti e credettero nel loro figlio. Anche se i medici non gli hanno dato più di tre settimane di vita, Noah è sulla buona strada per girare 5 , passando da una capacità cerebrale del 2% al 70%.

Non solo è in grado di camminare, iniziare a parlare o giocare ma anche il suo sviluppo segue un corso più che favorevole, destinato a diventare un altro bambino nell'umanità. Fino ad oggi, il caso di Noè è ancora un miracolo ed è oggetto di studio per professionisti della salute, tesi di laurea e altre ricerche.

Altri casi come quelli di Noah

Anche se suppone un fatto non comune, Noah non è il caso straordinario singolare. Michelle Mack, di circa 40 anni, è nata con mezzo cervello . La cosa più curiosa è che la sua anomalia non è stata rilevata finché non ha compiuto 27 anni, avendo vissuto una vita normale ed essendo una laureata.

Più surreale e incredibile è un altro caso rilevato nel Regno Unito. Uno studente anonimo dell'Università di Sheffield andò dal medico per un forte mal di testa. Il dottore ha notato che la sua testa era un po 'sopra le dimensioni normali per la sua età. Decise di investigare ulteriormente e fece una radiografia. Il risultato fu sorprendente: aveva così tanto liquido nella sua testa che aveva praticamente cancellato tutto il suo cervello. Ma ecco che arriva il più straordinario. Lo studente in questione è una persona dotata, con un QI vicino a 140 e una laurea in matematica con lode.

Come è spiegato il caso del bambino senza cervello?

Naturalmente, le statistiche dicono che la mortalità tra le persone con un cervello anormalmente sottosviluppato è molto più alta della media, e i bambini nati con questo tipo di gravi problemi di sviluppo neurologico spesso muoiono prima di raggiungere l'adolescenza. Allora ... come spieghi il caso di Noah? Come poteva sopravvivere senza avere un cervello? La risposta è qualcosa che è noto come plasticità cerebrale .

Questo fenomeno consiste nella capacità del nostro cervello quando si tratta di adattarsi fisicamente alle situazioni, sviluppando in un modo che ci permette di sopravvivere. Qui la chiave non è tanto nel numero di neuroni, ma nel modo in cui sono organizzati tra loro. Pertanto, la plasticità può essere intesa come una sorta di programma per computer che impara in tempo reale affrontare problemi totalmente nuovi per il quale tecnicamente non è stato programmato (in questo caso una combinazione di malattie). Suona come qualcosa? È lo stesso principio dell'intelligenza, ma a livello neurologico.

Quindi, il caso di Noè è un altro esempio della misura in cui il corpo umano è in grado di utilizzare le sue risorse per rimanere a galla, anche quando i mezzi disponibili sono inferiori a quanto previsto e in che modo "costruisce" un organismo sano. da lì.

  • Articolo correlato: "Plasticità del cervello (o neuroplasticità): che cos'è?"

50 cose che il vostro cervello sa, ma che voi non sapete di lui (Gennaio 2020).


Articoli Correlati