yes, therapy helps!
Il problema del pensiero positivo: 4 chiavi per comprenderlo

Il problema del pensiero positivo: 4 chiavi per comprenderlo

Settembre 25, 2020

Il pensiero positivo può essere una disposizione mentale molto utile se siamo realistici con l'ambiente che ci circonda e la situazione in cui ci troviamo. Dopo tutto, molti dei problemi di cui ci occupiamo abitualmente giorno per giorno sono più fittizi e realizzati da noi stessi che reali.

Tuttavia, Il pensiero positivo può diventare una trappola che ci invita ad evitare di affrontare i problemi con cui ci troviamo nella nostra vita quotidiana.

  • Forse ti interessa: "Come ti piacerebbe essere? Impara le tue abilità dalla psicologia positiva"

Pensiero positivo come scusa

Mentre il detto popolare dice "maltempo, buona faccia", è necessario analizzare questa frase ed essere consapevoli che non basta solo fare una bella faccia con il maltempo. Immagina un giorno di pioggia in cui dobbiamo andare a lavorare a piedi. Se non usiamo un ombrello ci bagneremo, così che in caso di maltempo dobbiamo trovare una soluzione: rimuovere l'ombrello.


Come dice Bárbara Ehrenreich, autore del libro Sorridi o muori: la trappola del pensiero positivo"Quando abbiamo problemi, guardare dall'altra parte può farci sentire meglio all'inizio, ma non nel lungo periodo. Essere emotivamente intelligenti ci permetterà di essere connessi con la realtà e le nostre emozioni, che a lungo termine saranno migliori di evitare i problemi che potrebbero apparire nelle nostre vite. " Dobbiamo affrontare le situazioni delicate, non basta mettere un sorriso e spero che si risolvano da soli.

  • Articolo correlato: "80 brevi pensieri positivi per motivarti"

Come sono le persone positive

Il nostro atteggiamento può aiutarci a superare i brutti momenti della vita, ma non è l'unico requisito per risolvere i problemi che ci vengono presentati. Detto questo, è sempre meglio guardare avanti con una mentalità positiva che con una mentalità negativa. Quando la mentalità positiva aumenta la capacità di risolvere problemi, realismo e coraggio, il nostro benessere aumenta .


Ma come sono le persone con una mentalità positiva? Questi individui hanno una serie di caratteristiche che puoi trovare qui sotto.

  • Non illuderti perché sono sinceri con se stessi e fanno uso dell'auto-riflessione.
  • Hanno un'alta stima di sé e sono valutati positivamente.
  • Cadono quando si alzano e vedono nei fallimenti opportunità di crescere e imparare.
  • Lottano per i propri sogni e per i suoi obiettivi vitali.
  • Si auto-motivano nonostante le avversità e gli ostacoli incontrati lungo la strada.
  • Non si confrontano con gli altri perché hanno trovato la pace con se stessi.
  • Vivi il momento presente e goditi il ​​loro giorno per giorno.
  • Conoscono e gestiscono bene le loro emozioni e capiscono quelle degli altri.

Se vuoi approfondire queste caratteristiche, puoi leggere questo articolo: "11 caratteristiche delle persone ottimiste"


I problemi del pensiero positivo: i suoi limiti

Il pensiero positivo può essere buono in alcune situazioni, ma non in tutte, perché a volte ci lasciamo trasportare da credenze basate su falsità. Vediamo quali sono i limiti di questo tipo di pensiero.

1. Il pensiero positivo è più che un semplice atteggiamento

Pensare che con atteggiamento positivo otterremo tutto nella vita e eviteremo che le situazioni difficili scompaiano è un errore. Pensiero positivo deve sempre essere accompagnato da una forte personalità e una buona autostima , oltre a un pensiero realistico. Pertanto, una delle mentalità positive può prevalere e sperare che tutto avvenga a loro favore.

In questo senso, avere i piedi per terra è un fattore chiave per evitare aspettative irrazionali . Anche le persone positive possono fallire, la chiave è alzarsi, crescere come persone e seguire il loro percorso.

2. Il pensiero positivo non risolve i problemi

Il pensiero positivo può aiutare a essere motivato ad andare avanti, ma Non è l'unico aspetto che dobbiamo prendere in considerazione per risolvere i problemi . Dobbiamo fare la nostra parte in modo che le cose siano risolte e vadano come vogliamo, quindi la volontà e il realismo sono necessari.

Allo stesso modo, anche credere in se stessi è necessario per non crollare nei momenti difficili, perché altrimenti si parlerebbe di falsa sicurezza di sé, e useremmo il pensiero positivo per scusarci e non dover affrontare la realtà. Se vuoi saperne di più sulla falsa autostima puoi leggere l'articolo "Falsa sicurezza di sé: la pesante maschera dell'autoinganno".

3. Il pensiero positivo non equivale alla felicità

Ci sono molti fattori che influenzano la felicità di una persona e crediamo che con il pensiero positivo tutto sarà roseo è irrazionale. Come ho detto, pensiero positivo non è qualcosa che si deve imporre a se stessi , ma che la persona deve possedere una forte personalità e una sana autostima e, inoltre, adottare questo modo di pensare.Certo, sempre realisticamente.

Il pensiero positivo non sta guardando ad altri lati quando le cose non stanno andando bene, ma ad affrontare la realtà e accettarla così com'è. Successivamente, si può guardare al futuro con speranza e lavorare sul sentiero che vuole per se stesso.

4. Non si può avere un pensiero positivo per tutto il tempo

Non puoi vivere la vita con un sorriso in faccia tutto il tempo , come se il contesto in cui si vive non abbia importanza. Ci sono situazioni in cui si deve soffrire e piangere se necessario, come un modo per sbarazzarsi delle emozioni che lo riguardano. L'esperienza del dolore ad un certo punto della nostra vita è del tutto normale. In realtà, le migliori conoscenze sono quelle che si verificano dopo una situazione avversa.

Come ho detto nelle righe precedenti, il falso ottimismo è un tentativo di nascondere una bassa autostima . Non è necessario mostrare un sorriso e fingere che tutto stia andando bene. Che, prima o poi, delude, dispera e frustra una persona.


10 Semplici Trucchi Per Manipolare La Mente Degli Altri (Settembre 2020).


Articoli Correlati