yes, therapy helps!
The Hunza: la tribù orientale dell'eterna giovinezza

The Hunza: la tribù orientale dell'eterna giovinezza

Settembre 25, 2020

Nel nord del Pakistan, vivono più di mille metri sul livello del mare e tra le montagne coperte dai ghiacciai Hunza, noto come "hunza" nei paesi occidentali.

Queste persone non solo presentano un aspetto più simile a quello dei caucasici rispetto al resto degli abitanti del paese, ma sono attribuiti a qualcosa che è stato dato per centinaia di articoli per diversi decenni: la tendenza a vivere più di 110 anni e raggiungere la vecchiaia in ottima salute .

Inoltre, le prime storie che hanno raggiunto l'Occidente sull'Hunza suggeriscono che la possibile spiegazione per la loro buona salute non era nella loro biologia, ma nelle loro abitudini. Il fatto che Hunza mantenga una dieta vegetariana ha fornito un indizio: "siamo ciò che mangiamo". Potrebbe essere possibile prolungare la nostra vita di tanti decenni modificando il nostro comportamento?


Hunza: un'oasi di gioventù

La valle del fiume Hunza, situata in un territorio difficile da raggiungere e isolata dai suoi dintorni dalle alte montagne, presenta le caratteristiche che ogni romantico può riferirsi all'Eden. Un territorio naturale e popoli poco esplorati e primitivi che vivono secondo le tradizioni, lontano dai macchinari di produzione e dagli alimenti trasformati di società tecnologicamente avanzate.

In effetti, si dice che gli hunza discendessero dai soldati dell'esercito di Alessandro Magno che sono stati persi attraversando il territorio e creato una società isolata dagli altri; Questo spiegherebbe perché la lingua che parlano non possa essere collegata a nessuna delle grandi famiglie linguistiche dell'Asia.


Quindi abbiamo tutto: un ambiente naturale con fascino, un'origine che parla degli occidentali che vengono rieducati per riconciliarsi con la natura, una dieta vegetariana (e, quindi, culturalmente più legata alla "bontà" di una in cui mangiare carne) e livelli di salute senza precedenti. O, almeno, lo sarebbe se non fosse per l'attribuzione di una longevità estrema all'Hunza un mito basato su diverse coincidenze.

In effetti, nessuna delle credenze passate dalla bocca alla bocca e dall'articolo all'articolo aveva una base scientifica: il popolo dell'eterna giovinezza era un mito nato da esagerazioni e incomprensioni .

Le esagerazioni e i miti su questa tribù

Le tribù che vivono nella valle del fiume Hunza non erano esenti da sensi di colpa nel rendere popolare la loro capacità di aggrapparsi ai giovani e invecchiare così lentamente. John Clark, un ricercatore che ha trascorso diversi anni a vivere con queste persone, ha sottolineato che il modo in cui gli hunzakuts attribuiscono la loro età non ha molto a che fare con il tempo trascorso dalla nascita come nel loro livello di saggezza. Ecco perché gli anziani più rispettati possono dire di avere 145 anni: nel loro contesto culturale, questo è del tutto normale e non destare stranezze.


Inoltre, Vale anche la pena ricordare che il mito di Hunza ha avuto un impatto sulle loro società . Per diversi decenni, sono stati in grado di approfittare di questo mito, che li porta a continuare a estendere le esagerazioni stesse.

E la dieta?

Gli Hunzakut seguono due tipi di dieta: una legata all'estate e l'altra legata ai mesi invernali. In generale, entrambi sono fondamentalmente composti da verdure crude e altri prodotti caseari. Inoltre, dato lo stile di vita che seguono, che non dipende troppo dall'uso della tecnologia avanzata, anche le persone di anni in età mantengono abitudini in cui l'esercizio è comune. Inoltre, poiché sono generalmente musulmani, evitano le bevande alcoliche e li sostituiscono con il tè. .

In breve, è una società in cui vengono date molte delle caratteristiche di ciò che chiameremmo "vita sana" e che, inoltre, può attirare molti seguaci della paleodieta. Ciò ha portato alcuni ricercatori, come fece Sir Robert McCarrison negli anni Venti, ad attribuire agli hunzakuts una salute digestiva sorprendentemente buona.

A differenza di quanto accaduto all'inizio del 20 ° secolo, tuttavia, oggi lo stato di salute della popolazione della valle del fiume Hunza è ben noto, e È stato riconosciuto che gli Hunzakuts hanno tante malattie quanto il resto della popolazione circostante . In effetti, si sa molto della loro genetica: tutto indica il fatto che non sono nemmeno discendenti dei coloni balcanici. Che delusione!

La longevità, messa in discussione

Nonostante tutto ciò, i nutrizionisti sottolineano che molti aspetti della dieta Hunzakut sono migliori della maggior parte degli occidentali: assenza di alimenti ricchi di zuccheri, praticamente niente carne rossa, molte verdure e, naturalmente, una combinazione di tutto ciò con l'esercizio fisico. Per prendere nota.


Alla scoperta del popolo Hereros (Settembre 2020).


Articoli Correlati