yes, therapy helps!
I benefici delle lacrime: piangere fa bene alla salute

I benefici delle lacrime: piangere fa bene alla salute

Gennaio 20, 2020

Nel 2013, in Giappone è iniziata una nuova terapia che sta guadagnando popolarità dopo aver osservato i benefici risultati ottenuti. Parliamo di Riu-Katsu , una terapia di gruppo, in cui i partecipanti si riuniscono per guardare film tristi e piangere.

Piangere può essere molto meglio di quanto immaginassi

Ma perché piangere in un gruppo? Secondo un esperto di questa terapia "Il Riu-Katsu non è come piangere da solo nella mia stanza. Non mi sento depresso o triste esattamente quando piango qui, accompagnato da altre persone. "

Possiamo dare diverse risposte a questa affermazione. Da una parte, in una cultura rigida come quella giapponese, dove l'espressione dei sentimenti non è socialmente accettata, essere in grado di piangere in un gruppo è un rinforzo positivo e un'accettazione sociale all'espressione di quei sentimenti e, d'altra parte, secondo gli esperti, quando piangono in un gruppo, viene rimosso il componente depressivo che la gente considera di piangere da solo. Ma, in aggiunta, c'è un altro fattore da considerare, ed è il fatto che molte persone non sanno come reagire a qualcuno che piange e tendiamo a consolarci e chiediamo loro di smettere di piangere, perché, socialmente e culturalmente, ci sentiamo a disagio con certe manifestazioni emotive.


Articolo correlato: "8 lacrime viste al microscopio rivelano emozioni diverse"

Riu-Katsu: terapie in cui piangere è positivo

Forse, potrebbe sorprenderci che esiste una terapia la cui base è piangere, ma ci sono studi scientifici che confermano i benefici delle lacrime per il benessere emotivo della persona .

Piangere non è sempre un'espressione di sentimenti negativi. È una realtà che piangiamo per esprimere tristezza, dolore e nostalgia ma, anche, possiamo piangere di rabbia, di dolore e, in altri casi, piangiamo per esprimere felicità e gioia.

Alcuni benefici (fisici e psicologici) delle lacrime

Le lacrime prevengono la secchezza degli occhi, aiutano a combattere i batteri che si accumulano al loro interno e puliscono il canale visivo, ma, allo stesso tempo, il pianto aiuta a rilasciare le emozioni negative, elimina le tensioni e allevia lo stress. Inoltre, ti permette di conoscerti meglio, attraverso il pianto delle tue debolezze, i bisogni e le qualità sono riconosciuti. Secondo William Frey II, dopo aver pianto la persona vede con maggiore chiarezza perché "non ci sono più i dolori che ostruiscono l'intelletto".


Il pianto produce anche cambiamenti fisiologici nel corpo, le stesse lacrime cambiano la loro composizione mentre rispondono a una funzione o a un'altra. Secondo il ricercatore William Frey II, le lacrime emotive contengono più prolattina, ormoni adrenocorticotropo e leucina-encefalina, che sono elementi neuromodulatori che agiscono come un analgesico naturale e aiutano a calmare , rilassare e rilasciare lo stress.

Il pianto ha la capacità di ridurre i livelli di manganese nel corpo, che è correlato a stati di ansia, nervosismo e aggressività e, se ciò non bastasse, il pianto consente anche di eliminare l'adrenalina e la noradrenalina, che sono secrete in eccesso situazioni di stress o pericolo e può essere dannoso.

Piangere, importante per l'omeostasi

Lauren Bylsma, ricercatrice presso l'Università di Pittsburgh, da parte sua, lo diceIl pianto aiuta il corpo a tornare a uno stato di omeostasi dopo essere stato alterato cioè che le lacrime soddisfino la funzione di riportare il corpo al suo livello basale di funzionamento. È per questo motivo che, dopo aver pianto, di solito provi un senso di sollievo e sollievo, che migliora il benessere generale della persona.


Proprio come accettiamo la risata socialmente come espressione di sentimenti di gioia o nervosismo e apprezziamo sentimenti di un successivo benessere, dobbiamo imparare ad accettare il pianto, che è un'altra manifestazione delle nostre emozioni . Per fare questo, dobbiamo educare sin da giovani alla conoscenza e all'espressione dei sentimenti e non censurare chi li esprime liberamente, dal disagio che genera questa manifestazione e, soprattutto, lasciarsi alle spalle i miti associati alle lacrime e assumere che "piangere non ci rende più deboli", ma al contrario, il pianto ci rafforza aiutandoci a eliminare le emozioni negative che proviamo e ristabilire la calma.

E che "gli uomini piangono", perché come esseri umani con sentimenti hanno il diritto di esprimersi.


Perché è necessario piangere? Ecco a cosa serve il pianto e perché fa bene (Gennaio 2020).


Articoli Correlati