yes, therapy helps!
Le 9 fasi della vita degli esseri umani

Le 9 fasi della vita degli esseri umani

Agosto 12, 2020

Sebbene molte volte consideriamo che "la vita" è una cosa che tutti noi viviamo, la verità è che ci sono alcune sfumature che rendono ognuno di noi attraversarlo in modi diversi. Uno dei fattori che fa cambiare è il contesto materiale in cui viviamo, come il tipo di famiglia in cui nasciamo, i soldi che abbiamo, il posto in cui abitiamo, ecc.

Tuttavia, un fattore non meno importante è il modo in cui il nostro corpo ci fa vivere . E, in questo senso, il passare degli anni e l'età ci fanno sperimentare le cose in modo diverso.

Ci sono "fasi della vita"?

Ecco perché, per esempio, quello nella storia della psicologia ci sono molti autori che hanno proposto di classificare le fasi della vita , specialmente quelli che fanno parte di una delle sue fasi: l'infanzia. Anche se ognuno ha definito i propri criteri per decidere dove si è concluso e dove l'altro ha avuto inizio.


Sigmund Freud, il padre della psicoanalisi, definì diversi stadi dello sviluppo psicosessuale, una teoria strettamente correlata alla sua idea dell'inconscio. Jean Piaget, a sua volta, pose le basi della psicologia evolutiva stabilendo fasi di sviluppo cognitivo che vanno dall'infanzia all'età adulta.

Ma tutte queste idee sono inquadrate in un contesto teorico più ampio che ci parla delle fasi della vita in generale, valutando sia i cambiamenti psicologici che quelli fisici.

Le diverse fasi della vita che abbiamo attraversato

Avanti vedremo quali sono le principali fasi della vita che definiscono il modo in cui ci comportiamo , come percepiamo la realtà e quali sono i nostri bisogni.


Anche se è vero che i limiti di queste fasi non sono molto chiari ed è discutibile che alcuni inizino o finiscano prima o poi, c'è un consenso relativo su cosa sono e su come occupano le nostre vite.

1. Fase prenatale

La vita inizia prima della nascita, e lo stadio prenatale è quello che include i momenti in cui l'utero non ha ancora lasciato . In quel periodo siamo già in grado di imparare attraverso il tatto e i suoni, cioè il cervello umano associa già gli stimoli a risposte adeguate.

  • Articolo correlato: "Le 3 fasi dello sviluppo intrauterino o prenatale: dallo zigote al feto"

2. Prima infanzia

La prima infanzia inizia al momento della nascita e termina intorno ai 3 o 4 anni . È lo stadio in cui vengono compiuti i passi più importanti nello sviluppo del linguaggio e in aggiunta gli insegnamenti essenziali su come funziona il mondo e il movimento delle cose.


Inoltre, l'uso del linguaggio fa sì che inizi a creare concetti sempre più astratti e complessi che aiuteranno a raggiungere un livello più profondo di comprensione delle cose.

3. Prima infanzia

Questo stadio della vita è quello che, più o meno, va dai 3 ai 6 anni ; questo è il motivo per cui è anche definito come una fase prescolare.

In questa fase si forma il concetto di sé e si guadagna la capacità di pensare agli stati mentali degli altri, sia per intuire le loro intenzioni sia per sapere quali informazioni non sanno. Questa abilità è chiamata teoria della mente.

4. Infanzia intermedia

I bambini intermedi o scolari vanno dai 6 agli 11 anni . In questa fase ci sono molti progressi nella capacità di comprendere le operazioni matematiche e la struttura di frasi complesse.

Allo stesso modo, l'importanza di avere buoni rapporti con gli altri e di dare una buona immagine comincia ad aumentare di peso, e l'inclusione in un gruppo di amici è valutata di più.

5. Adolescenza

L'adolescenza va dagli 11 ai 17 anni . È una fase cruciale, poiché consolida la capacità di pensare in termini astratti e produce anche cambiamenti ormonali che possono produrre una certa labilità emotiva.

Inoltre, nell'adolescenza avviene la parte più intensa della ricerca della propria identità, e i circoli sociali a cui si desidera appartenere acquisiscono molta influenza nella persona.

6. Fase della gioventù

Questa fase va, approssimativamente, da 18 a 35 anni . Qui si svolge il consolidamento dei circoli di amicizia più duraturi e si impara a vivere con un alto grado di indipendenza, in modo che uno non dipenda più dai genitori. Psicologicamente e biologicamente, anche le capacità fisiche e mentali raggiungono il loro limite massimo e tra 25 e 30 anni iniziano a diminuire leggermente.

7. Fase di maturità

La maturità varia da 36 a 50 anni . In questa fase il lavoro si consolida e viene appresa una specializzazione che genererà reddito per vivere in modo indipendente nella maggior parte dei paesi occidentali.

D'altra parte, le aspettative di cambiamento nella propria vita stanno diventando moderate e gli obiettivi vitali sono più orientati alla stabilità.

8. Fase dell'età adulta matura

Questa fase va da 50 a 65 anni . In esso, è consuetudine consolidare il livello di reddito a livelli che ti consentono di vivere meglio di prima, ma ci sono cambiamenti corporei che devi sapere come gestire. Allo stesso tempo, aumenta anche la valutazione della stabilità.

9. Anziani

Gli anziani iniziano a 65 anni e in esso si ottiene una nuova indipendenza dalla scomparsa dei soliti obblighi di lavoro e dal verificarsi della partenza dei figli e delle figlie che possono essere stati.

In alcuni casi questo produce la sindrome del nido vuoto, e l'esposizione al dolore è più frequente come membri della famiglia della stessa generazione e amici muoiono.


Il Miracolo della Vita - Concepimento persona umana - La Bellezza di un progetto (Agosto 2020).


Articoli Correlati