yes, therapy helps!
Auto-amore: ragioni per farlo crescere e come farlo in 5 passi

Auto-amore: ragioni per farlo crescere e come farlo in 5 passi

Luglio 12, 2020

L'autostima è un ingrediente molto importante per godere del benessere psicologico . Qualunque cosa sia fatta, se non la diamo valore, non avrà alcun significato o contribuirà a farci sentire bene su chi siamo.

Tuttavia, l'amore di sé è qualcosa che di solito è visto in modo molto distorto, dal momento che molte persone pensano che sia il risultato del raggiungimento di determinati obiettivi vitali che tutti noi presumibilmente condividiamo: essere popolari, avere un certo potere d'acquisto, capacità di essere attraente, ecc. Questa è un'illusione, come vedremo.

  • Articolo correlato: "Imparare ad amare te stesso: 10 chiavi per raggiungerlo"

Perché l'autostima è importante

L'autostima, associata all'autostima, è qualcosa che porta tutta la carica emotiva positiva legata al nostro concetto di sé . Diciamo che da un lato abbiamo informazioni su chi siamo e cosa abbiamo fatto nella nostra vita, e dall'altro abbiamo le emozioni associate a quel tipo di autobiografia e quel concetto del Sé.


L'amor proprio può essere così importante che ci porterà a cambiare radicalmente i nostri obiettivi a breve, medio e lungo termine se sentiamo che ciò che stiamo facendo da tempo, anche se lo facciamo bene, non parla bene di chi siamo. Ecco perché è necessario smettere di ascoltarlo e regolare bene le emozioni che lo mediano quando si tratta di fornirci "occhiali" con cui ci giudichiamo.

  • Forse ti interessa: "Bassa autostima? Quando diventi il ​​tuo peggior nemico"

Come aumentare l'autostima: 5 consigli

Prima di tutto, dobbiamo tenere a mente che l'amor proprio non è qualcosa che viene coltivato semplicemente con l'introspezione e la riflessione. Questo aspetto psicologico fa parte della dimensione emotiva dell'essere umano, che va oltre la nostra capacità di usare la logica, di ragionare. Mentre il potere della ragione può aiutare, non è di per sé sufficiente per lavorare sull'autostima . Questo può essere visto già nel primo consiglio della serie che esamineremo in seguito.


1. Valuta il tuo gruppo di riferimento

L'amor proprio dipende sempre dal nostro gruppo di riferimento. Se assumiamo che la normalità, ad esempio, si inserisca in un gruppo di studenti d'élite ad Harvard, nel caso in cui non raggiungano gli obiettivi accademici raggiunti da altri, ciò inciderà sulla nostra autostima, poiché in quel circolo sociale questo è qualcosa di molto apprezzato, soprattutto per la sua natura competitiva.

Tuttavia, avendo esattamente le stesse capacità e personalità, potremmo avere un'ottima autostima in un altro ambiente sociale più ricco ed eterogeneo. La chiave è questa il nostro modo di socializzare e gli spazi che scegliamo di socializzare , creano il quadro di riferimento da cui iniziamo a valutare le nostre competenze. Indipendentemente dal fatto che il secondo lo facciamo in modo razionale o no, il primo è qualcosa che sfugge alla ragione.


Quindi, prima di tutto, valuta se il tuo quadro di riferimento è adeguato o crea aspettative che non sono realistiche. Non si tratta di alzare o abbassare il livello; si tratta anche di fermarsi a pensare se quei tratti personali in cui le persone di quegli ambienti sociali sono impostati per attribuire valore sono qualcosa che ha davvero un significato per noi . Ad esempio, nel caso degli studenti di Harvard, i voti ottenuti possono essere molto importanti, ma questo criterio potrebbe non valere nulla in un altro circolo sociale in cui la cosa principale è la creatività e anche le abilità sociali e il senso dell'umorismo.

In breve, l'amor proprio è fortemente influenzato dal gruppo di riferimento e dal modo in cui saremmo valutati in base ai loro criteri, ma possiamo anche valutare se quel gruppo di riferimento ci soddisfa o no.

2. Stai lontano da persone eternamente negative

Ci sono persone la cui strategia per socializzare consiste nel fare che le altre persone si sentano male con se stesse . Può sembrare qualcosa che non ha senso, ma in effetti lo fa, se vengono soddisfatte determinate condizioni. Se viene creata una dinamica relazionale in cui la persona riceve una critica costante da parte degli altri, crea l'idea che il critico è molto prezioso per essere in grado di "vedere" quelle imperfezioni negli altri, e quindi rimanere al suo fianco è un modo per ottenere valore negli occhi degli altri.

Questo tipo di legami sociali, naturalmente, agisce come un mutuo per l'amor proprio; riceve costantemente critiche inutili e gratuite semplicemente per abitudine, e in cambio ottieni un presunto vantaggio se serve solo mentre restiamo vicini all'altra persona.

Per terminare questo tipo di relazione, o allontanandosi fisicamente dalla persona o facilitandone il cambiamento, è necessario in modo che l'amor proprio non continui a logorarsi.

  • Forse ti interessa: "Vampiri emozionali: 7 personalità che rubano il tuo benessere emotivo"

3. Valuta i tuoi punti di forza e di debolezza

Avendo letteralmente indicato quelle nostre caratteristiche che interpretiamo come imperfezioni e quelle che riteniamo positive, ci aiuta avere un riferimento su quale sia il nostro stato iniziale .

Grazie a questo, sarà più facile individuare quei momenti in cui il nostro stato emotivo del presente sta distorcendo ancora di più il nostro concetto di sé, che di per sé è alquanto mobile e arbitrario.

Ad esempio, se crediamo che la nostra capacità di ascoltare e avere conversazioni profonde sia buona, ma succede qualcosa che ci fa sentire male e ci capita di vederlo anche come un'imperfezione avremo motivi per pensare che non sia una conclusione corretta. E se succede qualcosa che ci porta a pensare a una caratteristica che appare come un'imperfezione in quel disco, sarà più facile pensare ai limiti di questo, in quanto non costituisce la totalità di ciò che siamo, poiché molte altre caratteristiche simili condividono lo stesso gerarchia che lei nella lista dei difetti e punti di forza.

4. Impara

Anche l'amor proprio viene coltivato facendo qualcosa che ci mostra che stiamo facendo progressi. Se crediamo che le nostre abilità sociali siano cattive e che questo non dovrebbe essere il caso, il semplice fatto di lavorare su quella parte di noi ci farà riflettere meglio su noi stessi, dal momento che ci offre la possibilità di controllare i progressi.

5. Incontra persone

Più persone conosci, più facile sarà incontrare quelli con cui ti connetti e questo vede in noi qualità che gli altri non hanno visto. Come abbiamo visto, ci si pensa fondamentalmente dagli aggettivi e dalla categoria semantica che è abituato ad usare con gli altri. Se le parole e i concetti che possono essere usati per riferirsi alle nostre qualità positive sono poco usati in un circolo sociale, è improbabile che li notiamo.


Come Scrivere Titoli Efficaci per Youtube (Luglio 2020).


Articoli Correlati