yes, therapy helps!
La psicologia ti dà 6 consigli per scrivere meglio

La psicologia ti dà 6 consigli per scrivere meglio

Dicembre 7, 2021

La lettura è uno dei grandi piaceri della vita , quale dubbio si adatta. Qualche giorno fa abbiamo fatto eco del nostro particolare ranking con 50 libri essenziali che devi leggere una volta nella tua vita, e oggi torniamo per altri, anche se da un altro punto di vista.

Scrittura e psicologia, molto in comune

Stiamo costantemente comunicando con parole scritte; fanno parte della nostra vita e del nostro patrimonio culturale. Tutti abbiamo sentito ad un certo punto la necessità di scrivere i nostri pensieri o le nostre storie, e cioè che la scrittura può diventare terapeutica.

Forse non siamo geni della letteratura come Gabriel García Márquez o William Shakespeare ma la rivendicazione della carta e della penna (o della tastiera per i nativi digitali) di solito ci appare spesso. Tuttavia, per mettere su carta le idee e le riflessioni che attraversano la nostra mente possono essere un affare complicato, e se non lo sono, chiedi agli autori e alla loro temuta "sindrome da pagina vuota".


Steven Pinker ci porta le chiavi psicologiche per scrivere meglio

Uno degli psicologi più famosi di oggi, Steven Pinker, linguista e psicologo cognitivo alla Harvard University, ha alcune risposte per aiutarci a progredire nell'arte della scrittura.

Nel suo libro The Sense of Style: La guida della persona che pensa alla scrittura nel 21 ° secolo (Senso di stile: la guida del pensatore per scrivere nel 21 ° secolo), pubblicato nel 2014, Pinker ci consiglia e ci offre una guida completa per coloro che vogliono migliorare come scrittori .


Inoltre, i suoi suggerimenti e insegnamenti sono basati su una moltitudine di indagini scientifiche nel campo delle neuroscienze e della psicologia cognitiva: Pinker rivedere i risultati nel sistema funzionante del nostro cervello e ci insegna a migliorare la nostra capacità di scrivere. L'autore propone una serie di tecniche e strategie che mirano a capire come funziona la nostra mente in modo che sappiamo come ottenere il massimo da esso, in questo caso per essere più creativo ed efficiente al momento della scrittura.

I 6 consigli psicologici per gli scrittori

Successivamente, abbiamo riassunto i sei punti su cui si basano gli insegnamenti di Steven Pinker. Se vuoi essere uno scrittore e migliorare le tue storie, questo può aiutarti.

1. Mettiti nella pelle (e nella mente) del lettore

I lettori non sanno quello che sai . Questo sembra un punto molto ovvio, ma non è così ovvio. Se ci sono persone che non capiscono bene cosa stai cercando di trasmettere loro attraverso i tuoi testi, il problema non è tuo, ma tuo. Mi dispiace


La ragione psicologica di questo fallimento al momento della scrittura è che il nostro cervello tende a dare per scontato molte conoscenze, dati e argomenti perché lo sai già, ma i tuoi lettori li conoscono bene come te? Probabilmente no, e questo è un problema frequente e che devi sapere come affrontare, con autocritica e con riflessione.

Steven Pinker chiama questo errore la "maledizione della conoscenza", ed è così l'incapacità di molti scrittori deve capirlo loro non sanno quello che sanno . Ciò porta a testi poco chiari, in cui le cose sono date per scontate che dislocano il lettore. Nel suo libro, Pinker afferma che il metodo migliore per evitare di cadere in questo errore (che tra l'altro è uno dei più comuni secondo gli editori) è quello di ottenere una bozza del testo a una persona senza conoscenze specifiche, e chiedere se capisce tutto, o no

2. Usa uno stile diretto, con immagini e conversazioni

La psicologia cognitiva non si stanca di ripeterlo Più del 30% del nostro cervello ha funzioni associate alla visione . Pinker sottolinea anche che ci sono molte prove scientifiche che dimostrano che i lettori comprendono e sono in grado di ricordare più elementi del testo che hanno a che fare con un linguaggio che evoca immagini.

Inoltre, è conveniente usare uno stile di conversazione e concepire il lettore come una persona conosciuta: questo lo farà sentire parte della storia e del mondo interiore dello scrittore. Tuttavia, dice Pinker, una scrittura con uno stile incentrato sull'impronta del lettore ottiene l'effetto opposto, e il lettore può sentirsi sopraffatto e notare molte distanze su ciò che l'autore vuole trasmettere.

In effetti, un'indagine lo ha scoperto molti studenti universitari utilizzavano deliberatamente un vocabolario molto complesso per sembrare più intelligenti . In effetti, i testi più semplici a livello lessicale coincidevano con gli autori di un'intelligenza superiore.

Il trucco per trovare una buona armonia tra lettore e autore, secondo Pinker, è che come scrittore immagina di essere in una conversazione con qualcuno che ha un livello culturale simile al tuo, ma che ha una conoscenza inferiore a te nel campo quello di cui stai parlandoIn questo modo sarai in grado di guidare il lettore e fargli scoprire alcune cose che già conosci ma che ancora non ha.

3. Metti il ​​lettore in un contesto

È necessario spiegare al lettore qual è lo scopo del testo, perché gli stai dicendo qualcosa, cosa imparerà con esso? . Un'inchiesta ha riportato che i lettori che conoscono il contesto dall'inizio della lettura sono maggiormente in grado di comprendere a fondo il testo.

Lo stesso Pinker sottolinea questo punto e sottolinea che i lettori devono conoscere lo sfondo per essere in grado di leggere tra le righe e connettere tutti i concetti e gli argomenti in un modo più intuitivo. Ciò significa che il lettore si trova nel testo della sua precedente conoscenza e ciò lo aiuta a capire meglio ciò che sta leggendo. Infatti, se non trovi alcun riferimento alla contestualizzazione, il lettore non sarà in grado di comprendere adeguatamente le linee di fronte a te, sarà una lettura superficiale.

Il consiglio è chiaro: Come autori dobbiamo localizzare il lettore, mostrargli qual è il tema del testo e cosa vogliamo spiegargli . Sebbene alcuni scrittori si rifiutino di farlo perché non rimuovono suspense e mistero dal testo, la verità è che sembra molto più ragionevole conquistare il lettore dall'inizio e tenerli attenti e interessati durante la lettura, non fidandosi di ciò, Senza essere in grado di contestualizzare, riuscirà a terminare anche il primo paragrafo.

4. Creatività (ma buon senso) quando si seguono le regole

Con questo non vogliamo dire che non dovremmo rispettare le regole dell'ortografia e della grammatica, ma quando stiamo scrivendo dovremmo anche lasciare un po 'di spazio alla creatività e all'improvvisazione. Il dizionario non è un libro sacro, dice Pinker. È più: gli editori dei dizionari sono i responsabili di tradurre in ogni nuova edizione le tendenze e gli usi di certi termini, e che si ottiene solo essendo connessi con la società, cioè il motore che trasmette senso al linguaggio.

Proprio così: è necessario conoscere bene le regole in modo da poterle rompere di volta in volta con una buona dose di creatività . La creatività, ovviamente, deve essere un segno di qualità, non un'opportunità per dimostrare che abbiamo voluto "diventare intelligenti". Se non comprendi pienamente le regole della scrittura di una lingua, è meglio non cercare di reinventare la ruota e attenersi ad alcuni canoni ortodossi nei tuoi testi. Ci sarà tempo per innovare, dopo.

5. Non smettere mai di leggere

Questa e altre guide alla scrittura sono strumenti interessanti e preziosi, ma Se vuoi migliorare come scrittore, è necessario leggere molto, giorno per giorno .

La visione di Pinker è molto chiara: per essere uno scrittore di grande qualità, bisogna immergersi nei libri e nei vari testi, cercare di conoscere nuovi linguaggi, risorse letterarie, nuovi termini e frasi fatti con cui crescere come pensatore e, quindi, come scrittore.

È semplice: continuare a studiare e ricercare, è una delle chiavi per espandere i tuoi orizzonti mentali e, di conseguenza, le tue capacità di scrittura.

6. Esamina i testi accuratamente e con pazienza

Per essere uno scrittore eccellente non è consigliabile che tu provi a scrivere magnifici testi al primo, contro il tempo. In effetti, questa è un'abilità che pochi, pochissimi, padroneggiano. In realtà, È molto meglio che passi un sacco di tempo e sforzi per rivedere e ricostruire i tuoi testi .

Steven Pinker pensa che la revisione sia una delle chiavi dei buoni scrittori. "Pochissimi autori sono abbastanza esigenti per catturare le parole esatte che meglio spiegano ciò che vogliono trasmettere. Meno è di più. Ciò si ottiene con la capacità di sapere come rivedere e perfezionare ogni paragrafo, ogni frase. Quando scriviamo, abbiamo bisogno di rivedere e riformulare per rendere il messaggio chiaro e raggiungere il lettore correttamente ", sostiene Pinker.

Un'ultima riflessione

La capacità di comunicare attraverso testi e libri è qualcosa che può essere appreso. È solo necessario praticare e iniziare il nostro talento.

Queste strategie e tecniche per migliorare la scrittura che Steven Pinker ci ha fornito possono aiutarci a entrare in empatia con i nostri lettori e garantire che il nostro messaggio arrivi nel modo migliore possibile. Scrivi On!


10 Frasi "Magiche" per convincere qualsiasi persona (Dicembre 2021).


Articoli Correlati