yes, therapy helps!
Personalità ossessiva: 8 abitudini che portano all'ossessione

Personalità ossessiva: 8 abitudini che portano all'ossessione

Gennaio 30, 2023

Nel corso della vita ci sono numerose situazioni che sono in grado di intrappolare la nostra mente in un ciclo che sembra eterno.

Pensieri ricorrenti, ansia ingiustificata a causa di fenomeni che attirano costantemente l'attenzione ... Sono caratteristiche della personalità ossessiva , che, sebbene di per sé non sia patologico, è statisticamente associato al Disturbo Ossessivo-Compulsivo e ad alcuni problemi di ansia.

Cos'è l'ossessione?

Psicologicamente, il concetto di ossessione si riferisce alla presenza di un'idea, di una credenza o di un'immagine mentale interferisce ricorrentemente nello stato di coscienza della persona e fa andare il loro pensiero "su binari". Vale a dire, che le ossessioni limitano la spontaneità con cui si agisce, dal momento che vanno di pari passo con un ciclo di pensiero che si nutre dei propri effetti.


La ruminazione, che è precisamente questo circolo vizioso dei processi mentali, è un fenomeno che va di pari passo con l'ossessione. Inoltre, le conseguenze di questo sono di solito un aumento di stress puntuale e ansia, così come credenze premonitori sul futuro nuovo aspetto di quei pensieri ossessivi.

  • Forse ti interessa: "11 ossessioni e compulsioni tipiche nel DOC"

Le 10 abitudini della personalità ossessiva

Ma ... quali sono i segni che tradiscono l'esistenza di una personalità ossessiva? Per questo devi guardare nelle abitudini che si presentano nel quotidiano . I principali sono i seguenti.


1. È costantemente pianificato

Le persone ossessive tendono a dedicare molto più tempo a calcolare o stimare ciò che potrebbe accadere in futuro a, beh, mantenere viva l'idea di avere tutto sotto controllo .

2. Abitudini di evasione

La personalità ossessiva deve fare affidamento su momenti di evasione per non dover sopportare costantemente l'angoscia di dover sempre essere responsabile di ciò che accade. Fughe di fine settimana, lunghi giochi di videogame o semplicemente periodi di isolamento sono di solito statisticamente più comuni del normale in queste persone.

3. Uso del pensiero dicotomico

La personalità ossessiva è basata su uno stile di pensiero molto categorico e che distingue radicalmente ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. Ecco perché c'è molta preoccupazione nel fare le cose nel modo giusto, perché in caso di fallimento non ci sono sfumature che permettano di attutire la spiacevolezza di quell'esperienza.


4. Enfasi costante sulla responsabilità

Queste persone hanno sempre in mente l'idea che, se non agisci in modo proattivo, le cose tendono a sbagliare, e la cosa strana è che vanno bene anche senza provarci. Ecco perché mettono sempre molta pressione sulle azioni umane , da altri o, in molti casi, solo nella propria.

5. Evitare l'opzione di delegare

La personalità ossessiva è dominante e, quindi, di solito va di pari passo con un'abitudine caratteristica: non è delegata, e c'è una chiara preferenza per fare le cose importanti. Lasciare cose nelle mani degli altri implicherebbe correre un rischio che per alcuni è troppo alto e per questo motivo è preferibile avere un controllo consapevole su ciò che sta accadendo, anche se questa opzione è più stanca.

6. Cerca l'accettazione

Coloro che hanno personalità ossessiva tendono a cercare l'accettazione degli altri in misura leggermente superiore rispetto al resto della popolazione. A differenza di quanto accade con i narcisisti, questo non ha nulla a che fare con la necessità di mantenere un'immagine di sé idealizzata e gonfiata, ma con la necessità di credere nelle proprie capacità per non sentirsi deboli prima dei problemi del giorno per giorno.

Avere una cattiva immagine pubblica suppone di avere davanti a noi uno specchio in cui le nostre capacità sono messe in discussione, e questo fa sì che le preoccupazioni su ciò che può accaderci possano assalirci con maggiore facilità.

7. Difesa del valore della giustizia e dell'ordine

Questa classe di persone preferisce l'ordine all'imprevedibile e spontaneo, poiché la seconda opzione genera più incertezza, preoccupazioni e, di conseguenza, pensieri ossessivi che ci logorano psicologicamente. questo si riflette anche nel suo modo di esprimere i suoi ideali anche se ciò non significa che dovrebbero essere conservatori; difendono semplicemente l'idea di basare le relazioni su patti consolidati e la cui violazione comporta conseguenze compensative.

8. Tic e comportamento stereotipato

Alcune persone con questa classe di personalità mostrano azioni stereotipate nel loro giorno per giorno, senza diventare così gravi o invasive da essere considerate un sintomo di DOC. Loro sono un modo per strutturare ciò che viene vissuto , rendendo ogni esperienza del momento come qualcosa connesso con gli altri e c'è la sensazione che tutto ciò che è vissuto sia integrato in un'unità. Naturalmente, la maggior parte di queste azioni sono involontarie e quasi automatiche.


Henrik Ibsen: The Master Playwright documentary (1987) (Gennaio 2023).


Articoli Correlati