yes, therapy helps!
La pigrizia può portare a una bassa autostima e depressione

La pigrizia può portare a una bassa autostima e depressione

Giugno 5, 2020

Che grande lotta dobbiamo affrontare molti di noi contro il pigrizia . Quel desiderio di partire per domani (o per ultimo) quello che dobbiamo fare oggi (un fenomeno noto come procrastinazione). e quale invidia mi provoca, confesso, chi è capace di non mancare, di mantenere un percorso deciso verso il loro obiettivo .

Ho appena dato per scontato che almeno due peccati capitali mi domini, ma in realtà quasi nessuno sfugge. A tutte le età e in ogni momento della nostra vita c'è pigrizia, ci accovaccia e ci insegue pronti a dominarci.

Pigrizia, pigrizia, pigrizia, pigrizia ... molti sinonimi per lo stesso stato d'animo

Non importa se quello che abbiamo a che fare è scrivere, lavorare, fare una dieta, smettere di fumare, studiare per un test o andare in palestra, non importa, la pigrizia si blocca sulle nostre spalle in qualsiasi momento per cercare di abbandonare i nostri "lavori" .


Il suo obiettivo non è altro che spingerci sempre verso il piacere; un piacere immediato che ci sfugge dal dovere, che temporaneamente ci salva da ciò che non vogliamo fare. Si tratta del binomio inazione contro movimento, entropia contro espansione.

Perché dovremmo liberarci dalla pigrizia

Il superamento della pigrizia produce soddisfazione interiore, aumenta l'autostima; mentre lasciarsi trascinare giù da esso lo abbasserà e potrebbe finire per deprimerci. Come succede? ora capirai

Diciamo che il mio obiettivo è perdere peso. In questa situazione la pigrizia apparirà come un costante invito a darmi un momento di piacere per esempio aprendo un pacchetto di patatine per sfuggire temporaneamente alla sofferenza a cui la disciplina alimentare mi obbliga.


Dopo il momento di godimento, una volta che le prime patate sono passate oltre il palato, la piccola voce (o la voce forte) del mio Padre interiore, quello che ci rimprovera dentro facendoci sentire colpevoli, trasformerà la sua furia contro di me come una punizione: "Non sei in grado di mantenere un minimo di disciplina! Non perderete mai peso! Nessuno ti amerà così! Sarai un sigillo per il resto della tua vita! "ecc.

La serie di sottigliezze che siamo in grado di dire internamente dovrebbe essere punito dalla legge .

Abbandonarci al piacere immediato riduce la nostra autostima

L'abbandono del dovere per il piacere immediato porta automaticamente con sé il rimprovero interno. Diventiamo critici di noi stessi, crudeli e spietati in molte occasioni, fino al punto di odiarci. E se ciò non bastasse attiviamo il confronto con gli altri, che dal pregiudizio psicologico che non è nella testa dell'altro , giudichiamo come migliori di noi, come più capaci.


In questo modo, l'effetto negativo della pigrizia e l'auto-rimprovero che ne risulta non è altro che quello di influire sulla nostra autostima: il livello di apprezzamento e amore che proviamo nei confronti della nostra stessa persona. La pigrizia mi fa desiderare di meno, di abbassare la considerazione che ho per me .

E meno la confronto, più potere ha su di me. È come una collina di palle di neve in giù, la sua forza aumenta man mano che va. In questo caso la palla è formata da pigrizia, auto-rimprovero e bassa autostima mentre acquistano forza dentro deprimiamo il nostro umore .

Una riflessione per affrontare la pigrizia e superarla

Sullo sfondo, tutto è una questione di attitudine Ecco perché siamo determinati ad affrontarlo con determinazione e ci sono (includo me stesso) che a volte vinco e molti perdono. E in questa questione di vita c'è solo una ricetta da combattere.

Superare la pigrizia, fare ciò che sappiamo che dobbiamo fare aumenta la nostra autostima, rende felici i nostri spiriti e ci trattiene dalla depressione. Per questo non c'è nient'altro da cambiare il chip e assumere la sofferenza che deriva dall'andare al nostro obiettivo lanciando un paio di nasi . Insisto, è solo questione di attitudine e abitudine. Scegli di sfuggire o di confrontarti. Forse ora, che sai che il problema riguarda anche la tua autostima e la tua salute psichica, pensa meglio prima di lasciarti coinvolgere nel piacere immediato.


Raffaele Morelli - Impara a dirti Sono nessuno e starai meglio (Giugno 2020).


Articoli Correlati