yes, therapy helps!
Chiavi per gestire il comportamento irrazionale degli altri

Chiavi per gestire il comportamento irrazionale degli altri

Luglio 15, 2024

Normalmente, quando vogliamo cambiare il comportamento fastidioso degli altri, usiamo la punizione (ostilità, cattive forme ...), ma dovresti sapere che questo non è il modo migliore per far cambiare gli altri.

recentemente È stato dimostrato che premiare o rafforzare i comportamenti desiderati è molto più efficace di punire quelli che vogliamo eliminare . Ecco perché è conveniente che ci mostriamo felici e lodiamo l'altra persona ogni volta che quella persona si comporta in un modo desiderato (o anche quando si avvicina).

Come gestire il comportamento irrazionale degli altri?

Ma non è sufficiente elogiare l'altro quando l'altro si avvicina o raggiunge il comportamento desiderato, e È necessario che usiamo anche un'altra tecnica combinata con questo . Questa tecnica è l'estinzione, che consiste nel non rispondere o prestare attenzione al comportamento irrazionale dell'altra persona. Pertanto, per cercare di ridurre o aumentare qualsiasi comportamento è necessario intercalare il rinforzo dei comportamenti desiderati e l'uso dell'estinzione con i comportamenti indesiderabili dell'altro.


Può essere efficace che noi ci occupiamo o ignoriamo selettivamente ciò che l'altro ci comunica: per esempio, non dare alcuna risposta (nemmeno quella non verbale) alle sue manifestazioni ingiuste spiacevoli o offensive, e rispondere con interesse e gentilezza solo alle sue espressioni ragionevoli o costruttivo

1. Tecnica di disarmo

Quando interagiamo con qualcuno irrazionale, a volte è necessario mostrare un atteggiamento empatico, per questo seguiremo alcuni passaggi:

Primo passo : Ferma la tendenza ad arrabbiarti anche tu: in quei momenti devi prenderti cura di quello che dici a te stesso. Pensa che anche se l'altro è molto irrazionale, hai il diritto di dire alcune sciocchezze come quella che hai appena detto. E questo non ti costringe a cambiare te stesso, ma puoi scegliere ciò che pensi e ciò che fai ... (se necessario conta fino a mille per avere una buona disposizione di dialogo).


Secondo passo : Cerca di capire il suo punto di vista: fallo parlare, ascoltalo e spiega il suo punto di vista, se lo desidera. Se non capisci il contenuto di ciò che dici, continua a fare domande, ma chiedi loro di chiedere empaticamente i dettagli e chiedi se hai capito bene. Fare domande e chiedere dettagli aiuta a evitare di commettere l'errore di "indovinare ciò che l'altro pensa" con il conseguente rischio di commettere errori.

Terzo passo : Mostrati il ​​più possibile in accordo: per calmare una persona che è molto turbata, dovremmo mostrarci in accordo con lei il più possibile: in tutto, in parte, nel suo diritto a vedere cose del genere, o in quello che è logico che lei è irritata, data la tua percezione delle cose.

Quarto passo : Quando sei calmo, spiega il tuo punto di vista e prova a trovare soluzioni ai problemi. Per essere in grado di pensare alle cose per risolvere il problema creato, devi essere rilassato, quindi è tempo di esporre le cose come le vedi (senza mostrare empatia con le tue opinioni e sentimenti), e quando c'è un problema reale, puoi aiutare e cercare soluzioni per ridurre al minimo la probabilità che questo comportamento si ripresenti in futuro.


2. Ignora la tua rabbia

Se vedi l'altra persona molto arrabbiata e verbalmente aggressiva con noi È bene dire che "parleremo solo con lui / lei quando si calmerà (o ci calmiamo)” . Se l'altra persona non presta attenzione, usiamo la registrazione a strisce, ripetendola tutte le volte che è necessario, evitando così di entrare in una catena di aggressività e violenza, da parte di entrambi.

3. Tempo di inattività

Si tratta di dì all'altro "parleremo più tardi, quando sarai (o cerchiamo di essere) più calmo " (con tono di voce e linguaggio del corpo sereno e fermo) e vai in un altro posto, finché la tua rabbia o quella dell'altro non passa e puoi parlare tranquillamente.

4. Separare i problemi che creano confusione

Quando il nostro interlocutore cerca di difendere un atteggiamento irrazionale o manipolativo mescolando questioni che non vengono in mente e che possono confonderci, è utile dirgli che non vogliamo mescolare le cose . Per esempio, se ci chiedono di fare un lavoro che non vogliamo fare e mescolano quella richiesta con il fatto che non siamo buoni amici, possiamo dire che una cosa è la nostra amicizia, che possiamo apprezzare in molti modi, e un'altra è il fatto che Facciamo il lavoro che ci chiede di fare.

5. Scrivi ciò che vuoi dire

Questa forma presenta i seguenti vantaggi:

  • Possiamo ordinare gli argomenti , esaminali e che siano chiaramente espressi e evidenzia le idee che consideri più importanti, senza che l'altra persona possa interromperci.
  • La probabilità che le ambiguità appaiano è ridotta e incomprensioni (tipiche del linguaggio non verbale).
  • Ci aiuta a evitare situazioni di tensione , quando crediamo che l'altra persona reagirà male all'inizio, ma poi rifletterà e si occuperà delle ragioni.

Questo tipo di scrittura deve avere un tono positivo, prendere in considerazione l'altra persona, essere chiari e non troppo ampi.

6. Difenditi saldamente se necessario

Essere assertivi significa anche che dobbiamo difenderci fermamente dalle persone che possono farci del male . Questo può comportare l'allontanamento da loro o l'imposizione di limiti per chiedere che i nostri diritti siano rispettati.

Per essere saldi senza essere aggressivi devi seguire il principio della tua difesa usando "guanti d'acciaio e polsini di seta", cioè per difenderti saldamente da loro, ma senza alterarci più che conveniente, senza perdere le forme e senza mostrare più ruvidità del ciò è necessario per raggiungere i nostri obiettivi.

Tutti questi esempi devono seguire la seguente massima: "Nessuno rispetterà i miei diritti se non lo faccio da solo"


Come gestire la paura di amare (VIDEO-TUTORIAL) (Luglio 2024).


Articoli Correlati