yes, therapy helps!
Friedrich Nietzsche: biografia di un filosofo vitalista

Friedrich Nietzsche: biografia di un filosofo vitalista

Potrebbe 9, 2024

La genealogia della moralità, Oltre il bene e il male, Così parlò Zarathustra... Questi titoli sono ampiamente conosciuti in tutto il mondo a causa della loro profonda critica della morale e della filosofia del loro tempo e della loro importanza nello sviluppo del pensiero filosofico del diciannovesimo e del ventesimo secolo. Si tratta di opere di Friedrich Nietzsche, filosofo di origine prussiana che in questo articolo facciamo una breve biografia .

  • Articolo correlato: "Le 60 migliori frasi di Friedrich Nietzsche"

Biografia di Friedrich Nietzsche

Friedrich Nietzsche nacque il 15 ottobre 1844 a Röcken, allora una città prussiana che oggi fa parte della Germania, essendo il primogenito di tre fratelli.


Figlio del pastore luterano Carl Ludwig Nietzsche e Franziska Oehler , i suoi primi anni passarono in un ambiente religioso. Tuttavia, quando aveva quattro anni suo padre sarebbe morto a causa di una malattia neurologica. Questa perdita è stata raggiunta da suo fratello poco dopo. Dopo queste morti la famiglia composta da Nietzsche, sua madre e le sue sorelle si trasferirono a vivere con la nonna e le zie a Naumburg, essendo protette dal magistrato Bemhard Dächsel. Quello che successe dopo fu una traiettoria vitale che generò una delle menti più brillanti del suo tempo.

educazione

L'educazione del famoso filosofo iniziò nella scuola pubblica. La scuola del giovane non fu facile, poiché Nietzsche fin da giovane soffriva di vari problemi di salute, compresi mal di testa e problemi di vista . Questo, unito al suo carattere serio, lo rendeva spesso una presa in giro tra gli studenti. Nonostante tutto, Nietzsche mostrò una grande abilità per le lettere, che finirono per essere ammesse alla prestigiosa scuola di Schulpforta. In esso avrebbe ricevuto istruzioni nel mondo della letteratura, eseguendo vari saggi poetici.


Nel 1864 iniziò la laurea in teologia all'Università di Bonn, ma poco meno di un semestre dopo abbandonerebbe quegli studi per iniziare gli studi di filologia, che continuerebbero a Lipsia . Durante i suoi studi è stato ispirato da Lange e Schopenhauer, ispirazione che avrebbe portato il giovane a interessarsi alla riflessione filosofica. Dopo un breve passaggio attraverso il servizio militare che sarebbe terminato a causa di una caduta di un cavallo, sarebbe tornato ai suoi studi e li avrebbe finiti nel 1869.

L'Università di Basilea, in Svizzera, offrì di lavorare come professore di filologia anche prima di finire la sua laurea, un'offerta che accettò. Dopo il suo trasferimento si è dimesso dalla cittadinanza tedesca. Più tardi avrebbe servito di nuovo nell'esercito prussiano, come barella , un'esperienza in cui contrattava malattie come la difterite che complicavano il suo stato di salute.

  • Forse ti interessa: "La teoria del buon selvaggio di Jean-Jacques Rousseau"

Prime pubblicazioni e inizi della sua posizione filosofica

Nietzsche pubblicò i suoi primi libri in seguito, ricevendo aspre critiche da parte di varie personalità dell'epoca. Durante quegli anni, Otto von Bismarck alla fine unificò quello che sarebbe stato chiamato l'impero tedesco, il cui sviluppo culturale sarebbe stato in seguito criticato da Nietzsche. In questo momento farei un'amicizia convulsa con Wagner , che alla fine si romperebbe.


È in questo momento che inizia a criticare il razionalismo prevalente e una difesa di istinti ed emozioni, facendo delle scuse innate e istintive. La sua critica si concentra sulla cultura della ragione, statica e decadente, che si oppone agli impulsi biologici.

Basato anche su di esso appaiono le critiche alla morale e alla religione (concentrandosi specificamente sulla visione giudeo-cristiana e specialmente nella Chiesa), con valori che supponevano che la popolazione si sottomettesse e fosse schiava in base a ciò che i deboli (quegli schiavi che non hanno controllo sulla loro vita e non seguono il loro forza e istinti) determineranno sulla base dell'identificazione di tali valori con gentilezza. L'idea della necessità di generare nuovi valori in cui fossero presi in considerazione gli imperativi biologici sarebbe nata, un'idea che avrebbe finito per generare il concetto di superuomo.

Peggioramento della salute e il suo stadio più noioso

La salute di Nietzsche, afflitta da varie malattie (tra cui si ipotizza la sifilide), peggiorerebbe nel tempo. Per questo motivo fu costretto ad abbandonare la sua posizione di insegnante a Basilea.

A causa dei suoi problemi di salute, Nietzsche viaggiava spesso in diverse città con un clima più mite, nonostante il ritorno a casa di tanto in tanto per visitare la sua famiglia. Questo è il suo periodo più prolifico quando si tratta di pubblicazioni e pensiero filosofico.Si innamorò di Lou Andreas-Salomé e propose il matrimonio, ma fu respinto.

Questo, insieme alla perdita di relazioni con vecchi amici come Wagner, lo avrebbe condotto ad un isolamento sempre più profondo. È in questo momento che scrisse "Così parlò Zarathustra" e "Al di là del bene e del male" una delle sue opere più note. Tuttavia, le loro pubblicazioni non hanno mai avuto una grande accettazione da parte della società.

Sua sorella avrebbe sposato un noto scrittore di nome Bernhard Förster e viaggerebbe con lui in Paraguay, essendo l'ideologia e l'antisemitismo di questa unica ragione di repulsione per Nietzsche. Nel 1887 ha pubblicato Genealogia della morale, essere peggio e peggio in salute. Tuttavia, i suoi scritti iniziarono ad avere crescente successo e interesse da parte della popolazione generale.

Internamento e morte

Nell'89, a quarantaquattro anni, il famoso autore subì un collasso, dopo il quale dovette ritirarsi. È stato ricoverato in un manicomio a Basilea con sintomi che oggi suggeriscono una demenza, possibilmente derivato dalla sifilide o da un possibile tumore cerebrale . Il suo segretario Gast e il suo amico Overbeck (noto e amico dal tempo a Basilea), hanno deciso di pubblicare i suoi lavori "L'Anticristo" e "Ecce Homo".

Nietzsche sarebbe stato poi portato da sua madre in una clinica a Naumburg e poi a casa sua nel 1890. Dopo la sua morte, si trasferì con la sorella, che era tornata dopo essere diventata vedova, a Weimar. Lì morì il 25 agosto 1900 a causa di polmonite.

L'eredità di Nietzsche

L'eredità che Nietzsche ha lasciato è inestimabile e ha avuto una grande influenza nel mondo. Aspetti come il nichilismo o la decadenza del pensiero occidentale e la filosofia classica e razionale, l'elusione dei desideri e degli impulsi dionisiaci e il monitoraggio della moralità degli schiavi, la critica della religione come strumento di controllo che rende la popolazione schiava e sottomessa grazie all'identificazione di questi tratti e della sofferenza come bene sono elementi che, sebbene possano essere controversi e difficili da interpretare, hanno destato l'interesse di molti pensatori e hanno ispirato grandi opere e reinterpretazioni sociali e politiche.

Un esempio di ciò si può vedere in Sigmund Freud, le cui opere sono state influenzate dalla critica della razionalità e dalla difesa delle forze istintive e innate.

Sfortunatamente, ci sono anche state interpretazioni delle sue opere con scopi e conseguenze meno benigne. Critica sociale, la difesa dell'individualismo e dell'identità, dell'ideologia e del concetto di superuomo sarebbe distorta e reinterpretato da varie figure che finirebbero per usarlo come base per alcune delle azioni e delle basi del nazismo.


Nietzsche en 3 minutos (Potrebbe 2024).


Articoli Correlati