yes, therapy helps!
Coaching educativo: uno strumento per imparare e insegnare meglio

Coaching educativo: uno strumento per imparare e insegnare meglio

Agosto 12, 2020

Il coaching è una metodologia che consente il massimo sviluppo personale e professionale degli individui e influenza la trasformazione di questi, causando cambiamenti di prospettiva, aumentando la motivazione, l'impegno e la responsabilità e, naturalmente, l'apprendimento.

pertanto, il coaching promuove cambiamenti cognitivi, emotivi e comportamentali che espandono la capacità di azione della persona .

Il coaching educativo non è una direttiva

Il coaching educativo non si basa sull'istruzione direttiva da parte del coach, ma aiuta a creare le condizioni appropriate per imparare e crescere

Probabilmente, uno dei cambiamenti più noti che il coaching può portare in classe è che questa metodologia non consiste nell'insegnare in modo direttivo, ma permette di creare le condizioni propizie per imparare e crescere. È una metodologia esperienziale, in cui sia gli insegnanti che gli studenti arrivano alle soluzioni attraverso la loro auto-riflessione. Il coaching lascia dietro di sé le barriere che le credenze limitanti possono imporre e gli individui che lo provano si collegano con il qui e ora in un modo che diventa più decisivo e creativo.


Il coaching si concentra su un dialogo (chiamato metodo socratico) tra gli attori che consente lo sviluppo di abilità specifiche. Per gli insegnanti, permette loro di conoscere i propri errori al fine di modificarli, e aiuta anche a creare ambienti educativi e strategie in classe che sono più esperienziali e arricchenti per gli studenti, che beneficiano anche di queste sessioni produttive.

Gli insegnanti possono avere sessioni con professionisti del coaching o apprendere diverse strategie di coaching per istruire meglio i loro studenti. Ma la relazione tra l'insegnante-insegnante o l'insegnante studente non è una relazione esperta, cioè l'allenatore non è al di sopra del coachee. Ma la relazione è allo stesso livello e l'allenatore facilita le strategie per l'auto-apprendimento di se stessi. L'allenatore è un compagno in questo processo educativo.


Come gli studenti traggono beneficio

Una delle chiavi del coaching educativo è che non ha lo scopo di insegnare, ma di cercare di migliorare le prestazioni individualmente. È comune osservare in alcune classi che vengono insegnate esattamente allo stesso modo a tutti gli studenti senza tener conto delle loro capacità e punti di forza, limitando notevolmente il loro potenziale e la loro creatività.

Il coaching educativo influenza l'individualità delle persone, il potenziale di ciascuno dei tuoi studenti. E, in molte occasioni, ciò che è destinato a insegnare non dovrebbe limitare il potenziale che gli studenti hanno per l'apprendimento. Quindi, il coaching educativo offre un modo diverso di apprendere.

5 chiavi che gli insegnanti o gli educatori dovrebbero conoscere

Per aumentare il potenziale degli studenti, insegnanti o educatori possono conoscere le cinque chiavi del coaching educativo, perché in questo modo gli studenti possono beneficiare di questo tipo di metodologia. Il coaching può essere un ottimo complemento per gli insegnanti durante l'insegnamento delle lezioni. Ma quali sono i principi del coaching educativo?


  1. Potenziale degli studenti: una delle chiavi del coaching educativo non è nell'insegnare, ma nel trovare e sviluppare il vero potenziale di ciascuno dei tuoi studenti.
  2. Consapevolezza di sé: è possibile ottenere il meglio dagli studenti solo quando diventi consapevole delle tue convinzioni limitanti e adotti un atteggiamento non direttivo e aperto al cambiamento. In questa relazione di apprendimento, deve esserci un ambiente che consenta l'autoconsapevolezza, la riflessione, l'osservazione e l'interpretazione di ciò che viene sperimentato per essere migliorato. Questo vale sia per te che per i tuoi studenti
  3. Empowerment: per responsabilizzare gli studenti e renderli più indipendenti, è necessario educarli non dalla conoscenza, ma dalla responsabilità che questa conoscenza implica.
  4. Feedback: il feedback costante è essenziale per massimizzare l'apprendimento e beneficiare delle sessioni.
  5. Sviluppo delle competenze: per applicare il coaching in classe, è necessario sviluppare competenze diverse: ascolto attivo, intelligenza emotiva, pazienza, attenzione, compassione, ecc.

Puoi saperne di più sulle capacità di coaching in questo link

Falso mito del coaching

Sfortunatamente, questa disciplina che può essere davvero utile è contaminata da una certa controversia. Ad esempio, la sua popolarità ha causato molta intrusione professionale. In altre parole, molte persone affermano di essere "coach" quando non lo sono. Alcuni di loro confondono questa metodologia con "ciarlatanismo" o discorsi motivazionali, e altri, con un corso semplice, pensano di essere già professionisti del coaching.

Ma il coaching è una metodologia che, se usata bene, offre molti vantaggi ai coachee (i clienti degli allenatori), poiché acquisiscono una maggiore conoscenza di sé, intelligenza emotiva, empowerment, strutturare meglio i tuoi obiettivi e connetterti con le tue emozioni in modo più efficiente .

  • Articolo consigliato: "I 10 miti sul Coaching"

I benefici del coaching

Per quanto alcuni insistano nel qualificare il coaching come una moda passeggera, i coachees che sono stati in grado di sperimentare il processo di coaching sanno quanto sia utile questa metodologia per il loro benessere e il loro apprendimento. Questo è il motivo il coaching applica entrambi gli aspetti della vita personale, sportiva, lavorativa e educativa .

Qualunque sia il tipo di coaching, questa pratica è strettamente correlata al cambiamento e all'apprendimento, perché consente di aprire la mente, sperimentare e riconoscere le emozioni, analizzare lo stato presente per fissare obiettivi e creare un piano d'azione per raggiungere gli obiettivi specificamente, misurabile, realizzabile, pertinente e in un dato momento. L'allenatore guida il coachee durante tutto il processo di coaching e aiuta quest'ultimo a sviluppare il suo pieno potenziale .

In breve, il coaching offre i seguenti vantaggi:

  • Permette di definire gli obiettivi
  • Massimizza la creatività
  • Consente una maggiore flessibilità mentale e adattabilità al cambiamento
  • Responsabilizzare le persone
  • Migliora le relazioni interpersonali
  • Aiuta a gestire il tempo e, quindi, riduce lo stress
  • Ci aiuta a essere motivati
  • Aumentare il benessere
  • Aiuta a massimizzare lo sviluppo personale per andare oltre
  • Migliora la conoscenza di sé, l'autoriflessione e l'intelligenza emotiva

Se vuoi saperne di più sui benefici che il coaching può portare, visita il nostro articolo: "I 10 vantaggi del Coaching (chiavi per il tuo sviluppo personale)"

Riferimenti bibliografici:

  • Burman, E. (1998). La decostruzione della psicologia evolutiva. Madrid: Learning Viewer.
  • Cristal, D. (1993). Patologia del linguaggio. Madrid: Edizioni Cátedra.
  • García Galera, Mª del C. (2000). Televisione, violenza e infanzia. L'impatto dei media. Barcellona: Gedisa.
  • Kimmel, D.C. e Weiner, I.B. (1998). Adolescenza: una transizione di sviluppo. Barcellona: Ariel.

Insegnare con empatia | Anna Spertini | TEDxSiena (Agosto 2020).


Articoli Correlati