yes, therapy helps!
Charles Sanders Peirce: biografia di questo filosofo pragmatico

Charles Sanders Peirce: biografia di questo filosofo pragmatico

Agosto 20, 2019

Charles Sanders Peirce (1839-1914) era un filosofo e scienziato americano, fondatore della scuola del pragmatismo americano. Era anche uno specialista della logica e della teoria del linguaggio e della comunicazione, che ha un'importante influenza sullo sviluppo della filosofia e anche su gran parte della psicologia.

In questo articolo vedremo una biografia di Charles Sanders Peirce , così come alcuni dei suoi principali contributi teorici.

  • Articolo correlato: "Differenze tra psicologia e filosofia"

Biografia di Charles Sanders Peirce: fondatore del pragmatismo americano

Charles Sanders Peirce è nato a Cambridge, in Massachusetts, il 10 settembre 1839. Era il quarto figlio di Sarah Mills e Benjamin Peirce, che era un importante professore di astronomia e matematica all'Università di Harvard .


Come suo padre, Peirce si laureò all'università di Harvard nel 1859 e iniziò gli studi di chimica all'interno della Lawrende School of Science che faceva parte della stessa università. Ha anche lavorato come assistente informatico per suo padre, con il quale ha svolto importanti lavori di astronomia, all'interno dell'Harvard Observatory.

Come parte della stessa, tra gli anni 1873 e 1886, Charles Sanders Peirce condusse esperimenti su circa 20 stazioni spaziali negli Stati Uniti, in Europa e in Canada. In questi esperimenti ha usato i pendoli disegnati da lui stesso. Questo gli ha dato un importante riconoscimento internazionale e Lo ha portato a esibirsi per molti anni come ingegnere chimico, matematico e inventore . Allo stesso modo, la partecipazione pratica che ebbe in fisica lo portò a rifiutare definitivamente il determinismo scientifico.


Nell'anno del 1867, Peirce è stato eletto membro dell'Accademia delle arti e delle scienze , nonché membro della National Academy of Sciences nel 1877 e, tre anni dopo, fu eletto membro della Society of Mathematicians of London.

Quindi, per molto tempo ha lavorato in matematica e fisica, anche se Ho avuto uno speciale interesse per la filosofia, la filologia e soprattutto la logica , problemi che in seguito lo hanno avvicinato alla psicologia sperimentale. È considerato tra le altre cose il padre della semiotica moderna (la scienza dei segni) e uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi.

  • Forse ti interessa: "Pragmatismo: cos'è e cosa propone questa corrente filosofica"

La logica di Peirce

Attraverso i suoi studi, Pierce ha collegato la logica con la teoria dei segni in un modo importante; sebbene in particolare fosse dedicato allo studio della logica nel terreno scientifico o alla "logica della scienza", cioè dell'induzione (come estrarre conclusioni o principi da un insieme di dati e in modo logico).


A quest'ultima, Peirce aggiunse due metodi per generare ipotesi che chiamò "retroduzione" e "abduzione". Rapimento, per Peirce, è un complemento all'induzione e alla deduzione , cioè, sono strumenti strettamente correlati.

E sosteneva che quest'ultimo non si trova solo nel metodo scientifico, ma fa parte della nostra attività quotidiana. Questo perché, di fronte a un fenomeno che difficilmente possiamo spiegare, mostriamo una serie di convinzioni che, non potendo offrire una soluzione ai nostri dubbi, ci portano a generare una serie di ipotesi sul fenomeno.

Quindi deduciamo le conseguenze di questa ipotesi e, infine, li mettiamo alla prova attraverso l'esperienza. Questa logica ci consente non tanto di verificare quale ipotesi sia corretta, ma di cosa sia costituita ciascuna e come essa differisca dalle altre, il che ci porta a valutare soprattutto l'insieme delle sue conseguenze pratiche.

Secondo Peirce, tutto ciò poteva essere compreso solo attraverso una vasta conoscenza dei metodi e dei ragionamenti presenti in tutte le scienze .

Allo stesso modo, tra gli studi svolti nella logica della scienza, Pierce analizzò per diversi anni il lavoro del filosofo tedesco Immanuel Kant, concludendo che si trattava di argomenti con una logica che Pierce definiva "superficiale", e che alla fine lo portarono verso ricerca formale in logica, sia in filosofia che in altre discipline.

Pragmatismo americano o pragmatismo

Peirce sosteneva che il metodo scientifico è una delle risorse di costruzione e modifica delle credenze, oltre che uno degli strumenti più importanti per chiarire problemi complessi e offrire loro soluzioni di successo.

Nel pragmatismo di Peirce, ogni idea ha un significato dalle sue conseguenze pratiche, cioè dal suo valore esperienziale. E nel tentativo di differenziare altre correnti di pragmatismo che iniziarono a svilupparsi dalle sue opere, Pierce battezzò la sua tradizione di "pragmatismo", che attualmente serve come sinonimo per la scuola del "pragmatismo americano" e differisce ad esempio dal pragmatismo dei suoi colleghi William James e John Dewey.

Opere in evidenza

Charles Sanders Peirce ha scritto per oltre 50 anni su questioni relative a settori di conoscenza molto diversi. Dalla matematica e dalla fisica, all'economia e alla psicologia, per citarne alcuni .

Tuttavia, probabilmente i suoi due lavori più noti sono i primi due articoli di una serie di sei che furono originariamente compilati in Illustrazioni di logica della scienza, pubblicati nel 1877 sulla rivista Popular Science Monthly.

Questi due articoli erano: La fissazione della credenzadove difende la superiorità del metodo scientifico su altri metodi per la risoluzione di dubbi e la formazione di credenze; e Come chiarire le nostre idee, dove stabilisce una definizione "pragmatica" per i concetti.

Altri dei suoi libri più noti sono Indagini fotometriche, del 1878, e Studi in logica, del 1883. In termini generali, il vasto lavoro di Peirce problematizza questioni come i fondamenti della scienza moderna, l'esistenza o la possibilità di raggiungere una verità assoluta e la conoscenza da una prospettiva logica.

Riferimenti bibliografici:

  • Charles Sanders Peirce (2018). Encyclopaedia Britannica. Estratto il 31 agosto 2018. Disponibile su //www.britannica.com/biography/Charles-Sanders-Peirce.
  • McNabb, D. (2015). Il funzionalismo e il pragmatismo di Peirce: verso un'ontologia più vitale degli stati mentali. Stoa (6) 11: 61-75.
  • Bruch, R. (2014). Charles Sanders Peirce. Stanford Encyclopedia of Philosophy. Estratto il 31 agosto 2018. Disponibile su //plato.stanford.edu/entries/peirce/#bio.

How to Argue - Induction & Abduction: Crash Course Philosophy #3 (Agosto 2019).


Articoli Correlati