yes, therapy helps!
Bradilalia: che cos'è, cause, trattamento e sintomi associati

Bradilalia: che cos'è, cause, trattamento e sintomi associati

Agosto 10, 2020

L'essere umano è un essere socievole e sociale, che è in costante contatto con altri membri della sua specie. In effetti, come specie abbiamo sempre dipeso in larga misura dalla capacità di comunicare. E uno dei nostri principali canali di comunicazione è allo stesso tempo uno dei più complessi di cui disponiamo: la lingua orale. Parlare è qualcosa che si apprende (anche se ci sono componenti innate) e sviluppato nel corso della vita, acquisendo nel tempo un ritmo e un flusso che consente di trasmettere messaggi di elevata complessità in un tempo relativamente breve.

Ma a volte, questa abilità può essere compromessa quando si soffre di una lesione cerebrale o trauma. Questo è quello che succede con bradylalia di cui parleremo in questo articolo.


  • Articolo correlato: "Processi cognitivi: cosa sono esattamente e perché sono importanti in Psicologia?"

Cos'è la bradilalia?

Quando parliamo di bradilalia ci riferiamo alla presenza di un'alterazione psicologica come un rallentamento nella produzione del linguaggio di grado variabile, prodotto in genere della presenza di qualche tipo di lesione o alterazione cerebrale. È quindi un disturbo del ritmo e della fluenza verbale.

Anche se il concetto stesso si riferirebbe solo alla velocità con cui avviene la parola, la verità è che l'affettazione non è solo a livello di ritmo, ma il rallentamento è accompagnato da altre alterazioni come la presenza di un diminuzione della fluenza verbale, diminuzione della capacità di modulare il tono della voce (che di solito diventa piatto e monotono) e una grande difficoltà quando si articolano le parole.


È anche comune che compaiano blocchi multipli durante il parlato, balbuzie e qualche prolungamento o ripetizione dei suoni delle parole. In alcuni casi, può apparire un grado variabile di mutismo.

È importante ricordare che la bradilalia si riferisce a un rallentamento della produzione o dell'emissione del linguaggio, cioè dell'atto di parlare. tuttavia la comprensione verbale può essere perfettamente preservata , capendo la persona tutto ciò che gli viene detto.

Questo tipo di coinvolgimento non appare spontaneamente, essendo di fatto un indicatore dell'esistenza di danni neuronali. Sarebbe quindi un sintomo di questa lesione piuttosto che un disturbo di per sé.

  • Forse ti interessa: "Bradipsiquia: che cos'è e quali sono le cause più frequenti?"

Conseguenze e sintomi

La parola è una capacità fondamentale nel giorno per giorno della maggior parte delle persone, portando l'apparenza di bradilalia può avere gravi ripercussioni funzionali per le persone che ne soffrono oltre la semplice difficoltà di parlare.


Non è raro che si verifichino problemi nel generare una conversazione problemi a livello personale e sociale , diminuendo la loro vita sociale e ostacolando le comunicazioni efficaci e le loro capacità mentali sono sottovalutate. A livello del lavoro, ciò può anche avere gravi ripercussioni, ostacolando o addirittura impedendo, secondo il settore, l'adempimento delle sue funzioni.

È anche comune che le loro difficoltà generino anche un disturbo emotivo, specialmente se sono consapevoli della presenza di tali difficoltà. Oltre alla propria preoccupazione e alla possibile mancanza di comprensione di ciò che è successo a loro, non è strano che l'irritabilità appaia, diminuita l'autostima , alti livelli di ansia o anche che i problemi sofferti possono portare alla sofferenza di una depressione.

Possono anche apparire l'evitamento del contatto sociale, la demotivazione e la perdita del desiderio di fare le cose, oltre a una certa disperazione. Tutto questo è particolarmente frequente in quei casi che non mostrano miglioramenti.

Cause di questo problema

Come accennato in precedenza, l'origine della bradilalia si trova solitamente in presenza di qualche tipo di lesione cerebrale , in particolare nelle aree del cervello legate alla produzione del linguaggio.

Alcune delle cause più comuni del suo aspetto sono la presenza di incidenti cerebrovascolari, lesioni cerebrali traumatiche o malattie neurodegenerative (che compaiono durante lo sviluppo di molteplici demenze, come il morbo di Parkinson o l'Alzheimer). Altre circostanze che producono deterioramento cognitivo possono anche generare bradilalia, come quella trovata in pazienti psicotici con sintomi negativi .

Non è raro che appaia in situazioni come avvelenamenti dovuti ad abuso di sostanze o disturbi derivati ​​da esso. Anche alcuni avvelenamenti e poisonings possono produrlo, così come gli stati confusionali. La presenza di infezioni cerebrali, come l'encefalite , è un'altra possibile fonte di questa alterazione del linguaggio.

La bradilalia può anche essere trovata, in misura minore, nelle persone che soffrono di problemi psichiatrici, ad esempio la depressione maggiore oi suddetti soggetti con problemi psicotici e sintomi negativi. Infine, può essere osservato anche in soggetti con disturbi dello sviluppo neurologico.

Il tuo trattamento

Il trattamento della bradilalia dipende in larga misura dalle sue cause, richiedendo in genere un periodo di tempo prolungato per ottenere progressi e non è sempre possibile ottenere un recupero della solita velocità di parola . Questo perché abbiamo a che fare con un problema derivante dalla lesione o dal deterioramento di parte del sistema nervoso, un'alterazione che può essere temporanea o permanente.

Se parliamo di una bradilalia causata dagli effetti di un avvelenamento specifico o di una depressione, sarà possibile superarla prima di applicare il trattamento pertinente. Nel caso di lesioni cerebrali permanenti, come lesioni cerebrali, incidenti cerebrovascolari o malattie neurodegenerative, verrà generalmente applicato un approccio multidisciplinare nel quale intervengono vari professionisti.

I problemi linguistici possono essere elaborati o mitigati (poiché a volte il ripristino completo non è possibile) attraverso una combinazione di terapia linguistica, logopedia, lavoro professionale e stimolazione cognitiva . Puoi anche lavorare con la fisioterapia e il rafforzamento dei muscoli bucco e respiratorio. Nel caso in cui si parli di bambini con disturbi dello sviluppo neurologico, oltre a questo tipo di trattamento sarà necessario tener conto delle loro difficoltà nella scuola generando adattamenti curricolari o piani individualizzati a seconda dei casi.

La psicoeducazione è sempre importante per il soggetto per capire cosa gli accade e quali effetti può avere sul suo giorno per giorno. Inoltre, nei casi in cui il recupero del ritmo del parlato normale non può essere raggiunto possono essere generate strategie compensative o sostitutive , come l'uso di altri media o canali di comunicazione. Deve anche applicarsi all'ambiente, in modo che comprenda le difficoltà del soggetto. Potrebbe anche essere necessario eseguire terapia psicologica, consulenza e guida in presenza di difficoltà di accettazione, dolore o problemi emotivi.

Riferimenti bibliografici:

  • Martínez-Sánchez, F. (2010). Disturbi della parola e della voce nella malattia di Parkinson. Journal of Neurology, 51 (9): 542-550.

disprassia verbale nonostante tutto si migliora (Agosto 2020).


Articoli Correlati