yes, therapy helps!
Cecità (menomazione visiva): cos'è, tipi, cause e trattamento

Cecità (menomazione visiva): cos'è, tipi, cause e trattamento

Gennaio 20, 2020

I problemi visivi sono una delle condizioni fisiche più comuni tra la popolazione generale , stimando che la stragrande maggioranza delle persone soffre o soffrirà di qualche tipo di problema visivo per tutta la vita. Tuttavia, un problema di visione di questo tipo non deve comportare alcun grado di cecità.

Ci sono determinati criteri che considerano una difficoltà nella visione come cecità o disabilità visiva . In questo articolo parleremo di cos'è la cecità, i diversi tipi esistenti e quali sono i sintomi, le cause e il trattamento associati.

Cos'è la cecità o la menomazione visiva?

La cecità, nota anche come compromissione della vista o perdita della vista, è una condizione fisica che causa una diminuzione della capacità di vedere in vari gradi e provoca una serie di difficoltà che non possono essere completamente compensate dall'uso di occhiali o Lenti a contatto


Per essere più precisi, il termine cecità è usato per definire quella condizione in cui la perdita della visione è completa o quasi completa.

La perdita della vista può apparire improvvisamente o improvvisamente, o svilupparsi gradualmente nel tempo. Inoltre, La perdita della vista può essere completa o parziale ; vale a dire che può influenzare entrambi gli occhi o solo uno rispettivamente. Potrebbe anche essere parziale perché riguarda solo alcune parti del campo visivo.

La gamma di cause che possono causare la perdita della vista è estremamente varia e va da quelle che riguardano direttamente gli occhi a quelle che coinvolgono i centri cerebrali dell'elaborazione visiva.


Inoltre, il deterioramento della vista di solito diventa più comune nel corso degli anni , essendo i fattori di rischio più comuni la comparsa di affezioni fisiche come il glaucoma, la retinopatia diabetica, la degenerazione maculare legata all'età o alla cataratta.

Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si stima che l'80% della disabilità visiva sia prevenibile o curabile con il trattamento, compresi quelli causati da cataratta, infezioni, glaucoma, errori di rifrazione non corretti, alcuni casi di cecità infantile, ecc.

Nel resto dei casi, le persone con un grado significativo o totale di cecità possono beneficiare di programmi di riabilitazione visiva, cambiamenti nel loro ambiente e dispositivi di assistenza.

Infine, nei dati relativi al 2015, ci sono stati 246 milioni di persone con problemi di vista nel mondo e 39 milioni di persone con diagnosi di cecità. La maggior parte di queste persone vive nei paesi sviluppati e ha più di 50 anni, ma ciò potrebbe essere dovuto alla mancanza di dati nei paesi in via di sviluppo.


Tipi di disabilità visive

Esistono diversi tipi di disabilità visiva a seconda del grado di danno alla capacità di vedere. Questo significato può comportare da una visione parziale a una cecità o completa menomazione visiva. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha sviluppato la seguente classificazione dei diversi tipi o gradi di disabilità visiva .

Per misurare il grado di disabilità si tiene conto della visione nell'occhio migliore, con la migliore correzione possibile della lente. Tenendo conto di ciò, la classificazione è la seguente:

  • Da 20/30 a 20/60: perdita della visione lieve o visione quasi normale
  • Da 20/70 a 20/160: moderata compromissione della vista o bassa visione moderata
  • Da 20/200 a 20/400: grave disabilità visiva o grave ipovisione
  • Da 20/500 a 20/1000: riduzione della vista quasi totale o cecità quasi totale
  • Mancanza di percezione della luce: totale cecità

Inoltre, a seconda delle condizioni specifiche della visione, la disabilità visiva può anche essere classificata come segue:

  • Scarsa acuità visiva e campo visivo completo
  • Acuità visiva moderata e campo visivo ridotto
  • Acutezza visiva moderata e grave perdita del campo visivo

Per comprendere meglio questi termini, va notato che l'acuità visiva consiste nella risoluzione con cui vediamo. Cioè, la capacità di percepire e differenziare gli stimoli visivi. Mentre il campo visivo è l'estensione osservabile in ogni momento.

infine, La cecità legale o l'acuità visiva estremamente scadente sono considerate tali quando la persona ha un'acuità visiva di 20/200 , anche dopo la correzione dell'obiettivo. C'è un gran numero di persone diagnosticate con cecità "legale" che sono in grado di distinguere forme e ombre ma che non possono apprezzare i dettagli di queste.

E la cecità notturna?

Un tipo di cecità molto poco conosciuto è la cecità notturna, nota anche come nyctalopia. Questo tipo di cecità è una condizione che causa grandi difficoltà o incapacità di vedere con relativamente poca luce.

Può anche essere descritto come un inadeguato adattamento della visione all'oscurità e può essere un sintomo di diverse patologie oculari come la retinite pigmentosa, il distacco della retina, la miopia patologica o un effetto collaterale a determinati farmaci come le fenotiazine, tra molte altre cause.

Cause di disabilità visiva

Ci sono molte cause comuni alla comparsa di una disabilità visiva e cecità. Tuttavia, l'incidenza di questi varia considerevolmente tra le due condizioni. Le principali cause di disabilità visiva in qualsiasi grado possono essere:

  • Difetti genetici
  • cataratta
  • glaucoma
  • Lesioni agli occhi
  • Lesioni cerebrali (cecità corticale)
  • Infezioni oculari
  • Avvelenamento o avvelenamento da metanolo, formaldeide o acido formico
  • Altre cause come ambliopia, opacizzazione corneale, miopia degenerativa, retinopatia diabetica, retinite pigmentosa, ecc.

Trattamenti esistenti

Ci sono alcune opzioni di trattamento che possono aiutare a correggere i difetti visivi e minimizzare eventuali ulteriori degenerazioni. La scelta di uno di questi trattamenti dipenderà dalle seguenti considerazioni:

  • Grado di menomazione visiva o cecità
  • Cause di deterioramento visivo
  • Età della persona e livello di sviluppo
  • Stato generale di salute
  • Esistenza di altre condizioni
  • Aspettative del paziente

Tra i possibili trattamenti o ausili per la gestione sia di una disabilità visiva che di cecità sono inclusi:

  • Controllo della malattia di base della disabilità visiva
  • Sistemi di estensione come lenti, telescopi, prismi o sistemi a specchio
  • Aiuti alla mobilità come canne, cani guida o guida o sistemi basati sulla geolocalizzazione
  • Supporti di lettura come Braille, applicazioni di riconoscimento ottico, libri audio-scritti o dispositivi di lettura che convertono il testo stampato in suoni o in Braille
  • Sistemi tecnologici come screen reader o amplificatori e tastiere braille

Riferimenti bibliografici:

  • Brian, G. & Taylor, H. (2001). Cecità della cataratta - Sfide per il 21 ° secolo. Bollettino dell'Organizzazione mondiale della sanità, 79 (3): 249-256.
  • Lehman, S. S. (2012). Compromissione corticale visiva nei bambini: identificazione, valutazione e diagnosi. Parere attuale in Oftalmologia, 23 (5): 384-387.

Pawan Sinha on how brains learn to see (Gennaio 2020).


Articoli Correlati