yes, therapy helps!
6 chiavi per gestire i conflitti in azienda

6 chiavi per gestire i conflitti in azienda

Giugno 11, 2024

Le aziende sono sempre ambienti basati sul lavoro coordinato, che ha cose buone e cose cattive. La cosa buona è che il coordinamento di team e reparti può creare grandi cose grazie alle sinergie generate, e la cosa brutta è che la necessità di un'organizzazione facilita la comparsa di conflitti tra gruppi e persone.

Ecco perché è fondamentale per i leader di qualsiasi organizzazione sviluppare competenze di gestione dei conflitti. Di fronte a questo tipo di problema, la soluzione non è mai così semplice come assicurarsi che tutto funzioni perfettamente o prendere misure decisive unilateralmente.

  • Articolo correlato: "Le 7 funzioni e ruoli degli psicologi aziendali"

Come migliorare la gestione dei conflitti nelle organizzazioni

Ogni organizzazione è unica e ha un proprio ambiente di lavoro, ma ciò non significa che non ci siano regole base per la gestione dei conflitti che dovrebbero essere sempre prese in considerazione. Nelle prossime righe vedremo diversi Idee chiave per gestire i conflitti in azienda e suggerimenti su come applicarli .


1. Non riaccendere i vecchi conflitti

I conflitti nel contesto aziendale non si verificano in astratto, ma emergono attraverso esseri umani di carne e sangue con le loro motivazioni ed emozioni. Ecco perché dobbiamo impedire la possibilità di approfittare del conflitto in corso per riaccendere i vecchi rancori, qualcosa di più frequente di quanto sembri anche in un ambiente professionale .

Pertanto, dobbiamo interrompere i cambiamenti di argomento alla radice e insistere affinché tutti si concentrino sul problema attuale, dal momento che la sua importanza lo richiede.

2. Sapere come mediare e adottare una posizione di neutralità

È importante empatizzare e riconoscere i sentimenti vissuti dalle persone coinvolte, ma è importante non posizionarsi esplicitamente a favore di una delle parti, poiché il semplice atto di fare ciò può annullare la nostra capacità di mediazione .


Dobbiamo fare in modo che ciò che facciamo quando mediamo sia visto nel quadro dell'interesse comune, che va al di là delle individualità.

  • Forse sei interessato: "Soddisfazione sul lavoro: 7 modi per migliorarlo"

3. Rivendica il valore delle soluzioni intermedie

Molte volte, le soluzioni proposte non convincono nessuno perché non diventano esattamente ciò che volevi. Tuttavia, dobbiamo sapere come rendere nota a tutti l'idea che ottenere una soluzione intermedia in cui ognuno guadagna un po 'e allo stesso tempo cedere un po' è prezioso.

Il motivo è che questo permette di mantenere l'unità della squadra senza che nessuno possa nulla a nessuno, che a lungo termine ha un effetto positivo su tutti .

4. Nessuno vuole essere "il perdente"

Ci sono momenti in cui risolvere un conflitto deve dare un risarcimento a tutti i soggetti coinvolti, anche se per alcuni è simbolico. In questo modo la paura che questo sia visto da tutti come un segno di debolezza viene alleviata ciò può creare un precedente in modo tale che in futuro le loro esigenze e i loro obiettivi non vengano presi in considerazione.


  • Forse ti interessa: "Gli 11 tipi di conflitti (e come risolverli)"

5. È necessario partire dai valori dell'azienda

Se non vuoi trasmettere un'immagine incoerente di ciò che è l'organizzazione, è fondamentale non intraprendere azioni contro i valori dell'organizzazione .

Se in una società viene rivendicata la cooperazione e l'individualismo viene respinto, non ha senso risolvere qualcosa a porte chiuse, parlando solo con alcuni rappresentanti delle parti coinvolte nel conflitto, ad esempio. Altrimenti, viene alimentata l'incertezza e viene riferito che l'azienda è un ambiente instabile in cui è meglio non riporre molte speranze.

6. È necessario occuparsi di ciò che viene detto e di ciò che viene fatto

Un'altra fonte di possibili incoerenze ha a che fare con la risoluzione dei conflitti solo a parole, senza che questo venga tradotto in misure concrete. Ciò suppone cadere nell'errore di lasciare che questi problemi vengano risolti in via non ufficiale attraverso canali informali, che danneggiano l'ambiente di lavoro.

Come guadagnare esperienza in questo campo?

Come sempre accade in tutto ciò che riguarda le competenze applicate all'azienda, la gestione dei conflitti deve essere perfezionata principalmente nel lavoro quotidiano nel contesto organizzativo. Fortunatamente, ci sono anche programmi di formazione mirati specificamente alla formazione in questo tipo di azioni di intervento in gruppi.

Un buon esempio di questo è il Corso di Specializzazione in Gestione dei Conflitti nelle Organizzazioni, dell'Institut de Formació Contínua IL3 (Universitat de Barcelona), un'iniziativa eccellente che ha 3 crediti ECTS e inizia il 13 novembre 2018 a Barcellona.

Si basa su una metodologia esperienziale per aiutare ad applicare per praticare le conoscenze condivise dagli esperti che organizzano il corso e risolvere questo tipo di problemi nel modo più soddisfacente possibile tenendo conto dei valori dell'azienda in cui lavori, oltre che gli strumenti fondamentali della mediazione. Per maggiori informazioni su questo programma, clicca su questo link.


????I CONFLITTI in AZIENDA e le PERSONE: 6 modi per reagire #mindset 105 (Giugno 2024).


Articoli Correlati